Alla scoperta dei boschi incantati in Italia

Elisabetta Sarco, autore di Family Go
Tempo necessario: 1 giorno
Età bambini:  1-3 anni4-12 anni

La stagione autunnale con i suoi colori e profumi ci invita ad esplorare lo spettacolo degli alberi che si mostrano in tutto il loro splendore. Se a popolare i boschi ci sono poi folletti e fate, allora la magia è completa.

L’Italia è sicuramente ricca di monumenti e patrimoni artistici di inestimabile valore da visitare con i nostri bambini. Ma il nostro paese vasca anche tantissime superfici boschive che si prestano perfettamente a una visita in famiglia. In ogni stagione. Per trovare refrigerio in estate e per immergerci nella magia del bosco in autunno. Per respirare il profumo degli alberi che, è confermato, fa davvero bene all’anima. E per conoscere le creature che lo abitano. Gnomi, fate e folletti. Ecco un viaggio alla scoperta dei boschi incantati in Italia

Bosco incantato in Lombardia

GiocaboscoGavardo (BS) è uno dei primi boschi incantati sorti in Italia, un vero e proprio parco tematico didattico che consente ai bambini fino ai 7-8 anni di età di vivere una magica esperienza in un suggestivo querceto. Questo bosco è abitato da una famiglia numerosa di Gnomi che, secondo la leggenda, costruiscono case sotto le radici degli alberi, si dedicano a curare gli animali della foresta e conoscono tutti i poteri terapeutici delle erbe. Se vogliamo capire un po’ del popolo dei boschi, dobbiamo fare silenzio, mostrare rispetto per la natura e usare prudenza. In questo bosco incantato, seguendo il percorso, accompagnati dalle fate, attraverso attività che stimolano i cinque sensi, i bambini imparano l’importanza del rispetto e della tutela della natura e dei prodotti della terra. E siccome Giocabosco ha uno scopo didattico, i bambini impareranno a proteggere e ad amare la natura, parola di folletto. Giocabosco organizza giornate animate alla scoperta del bosco dalla primavera all’autunno inoltrato.
Per info: tel. +39 339 5631539, www.giocabosco.it

Bosco incantato in Emilia Romagna

A Bagno di Romagna, all’interno del Parco dell’Armina, si trova il sentiero natura e fantasia dedicato agli Gnomi. Gnomo Mentino è il personaggio che caratterizza il sentiero; a lui piace essere l’amico di tutti i bambini del mondo e raccontare storie di boschi e di amicizia con le favole del libro Ho incontrato gli Gnomi che raccontano la vita delle piccole e sagge creature del bosco. Una piacevole e preziosa passeggiata dove i grandi riscoprono il magico potere della fantasia e i bambini sulle ali di una favola incontrano la natura, incuriositi da casette di legno, sagome di animali, illustrazioni, sculture in sasso e ponticelli. Il Sentiero è segnalato da un colorato cartello in Via Lungo Savio, inizia dai Giardini Pubblici oltre il ponte sul fiume Savio ed è un percorso ad anello lungo circa 1,5 chilometri, sicuro, agevole e di facile percorrenza.
Per info: tel. +39 0543 911046, o per le visite con narratore tel. +39 338 9698530 o +39 339 5051684, www.gnomomentino.it

Bosco incantato in Veneto

A Montegrotto Terme (PD) il Bosco delle Fate, corollario della Case delle farfalle, è un percorso immerso tra fate, folletti, troll dove gli alberi hanno una loro storia legata ad ambienti magici e sono nati quasi tutti da semi raccolti negli ultimi frammenti dell’antica foresta. Il bosco coniuga fantasia, tradizioni attraverso sagome di legno che illustrano personaggi della tradizione popolare locale e celtica. Inoltre c’è uno stand con le falene e la loro storia e la domenica si organizzano laboratori artistici con la creta e la visita guidata da un vero folletto “in carne e ossa”. Il parco di circa 7000 mq è popolato da molte forme di vita animale e vegetale.
Per info: tel. +39 049 8910189

Bosco incantato in Umbria

Perugia, nella Città della Domenica  con i suoi 40 ettari di parco, è possibile osservare un centinaio di animali in libertà, percorrere l’itinerario zoologico e visitare il centro di riproduzione, conservazione e studio di alcune specie rare di rettili. Non manca il mondo della fantasia in compagnia di Pinocchio, Biancaneve e i Sette nani, Cappuccetto Rosso, avventurarsi nel Forte Apache, nel Cavallo di Troia o nel Castello della Bella Addormentata, fare passeggiate a cavallo nel parco, tuffi in un oceano di palline multicolori, salti nella pancia di Moby Dick o visitare la Base Spaziale, il labirinto, il missile, scivoli, giochi gonfiabili e il trenino che vi aiuta a fare il giro del parco.  Da giugno 2019 una nuova attrazione incanta i grandi e i piccini: il Bosco Parlante. Un percorso di oltre 300 metri all’interno del bosco naturale del parco per imparare ad ascoltare la natura.  Chi lo visiterà sarà protagonista di un’avvincente storia attraverso alberi parlanti e prove da superare per diventare messaggeri degli alberi. Il percorso è un’idea dell’artista internazionale Kiril Cholakov, creatore di diverse attrazioni nei più prestigiosi parchi della riviera romagnola e autore alla Città della domenica del restyling del Castello della Bella addormentata. L’idea è far capire ai bambini l’importanza del bosco come sistema vivente con cui si interagisce. Il messaggio è ovviamente educativo, di salvaguardia e rispetto della natura.

Aperto fino al 24 novembre 2019 solo sabato e domenica dalle 10 alle 17.
Per info: tel.: +39 075 5000187 –  www.cittadelladomenica

Bosco incantato nelle Marche

A 5 km da Urbania (PU) nel Bosco dei Folletti di San Martino è possibile sperimentare il contatto fantastico con i folletti, che ben conoscono il linguaggio della natura, attraverso un percorso  di  facili passeggiate guidate dalle fatine sospeso tra fantasia e realtà.

l Bosco fa sognare i bambini e chi non ha mai smesso di credere nelle favole. Una famiglia di folletti, una fattoria con animali da cortile, tante piante da frutto ed il museo degli attrezzi agricoli sono gli ingredienti del “Sentiero dei Folletti”, percorso didattico/ambientale/turistico creato presso il Centro San Martino, a 5 km da Urbania, all’interno dell’oasi faunistica di Monte Montiego.

Lì vicino si può visitare la fattoria con animali da cortile, piante da frutto e il museo degli attrezzi agricoli per conoscere le tradizioni contadine. Inoltre tanti giochi, laboratori, il racconto della fiaba dei “Tre Porcellini” e sport avventurosi come arrampicata e ponte tibetano. Il bosco riaprirà nella primavera del 2020 tutti i giorni dalle 15 alle 19 e la domenica dalle 9.30 con visite guidate. La fattoria è visitabile su prenotazione e con gruppi di almeno 20 persone.
Per info: tel. +39 0722 318448 oppure +39 3479305711 – www.boscodeifolletti.it

 

 

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi