Bosco del Sasseto, weekend nella Tuscia alla ricerca delle fate!

Bosco del Sasseto, passeggiate per bambini a tema fate, Il Bosco Incantato
Manuela Rosellini, autore di Family Go
Tempo necessario: 1 giorno, Weekend
Età bambini:  1-3 anni4-12 anni

Grandi tronchi, rami contorti, massi coperti di muschi e felci, il profumo dei fiori e dell’erba: a meno di due ore da Roma c’è un bosco incantato, dove abitano elfi, fate e streghe! È il Bosco del Sasseto, un gioiello della natura in cui le fiabe prendono vita.

Immaginate un bosco di quelli delle favole, proprio quelli in cui le piante hanno gli occhi e i sassi si lanciano messaggi in codice per poi tornare a immobilizzarsi in un battibaleno non appena un rumore anomalo rivela l’arrivo di qualche visitatore “umano”. In cui alberi enormi oltre ogni immaginazione sono in realtà misteriosi troll, e fatine, elfi e folletti fanno capolino tra le foglie e tra i rami contorti.

È questa l’emozione che si prova entrando all’interno del Bosco Monumentale del Sasseto, un gioiello di diversità forestale tra i più spettacolari del Lazio, in un territorio, quello dell’alta Tuscia Viterbese a un passo dal confine con l’Umbria, in cui boschi, cascate, laghi e ruscelli creano scenari naturali eccezionali.

La sua atmosfera incantata è irresistibile – non a caso è stato definito dal National Geographic “Il bosco di Biancaneve” ed è stato scenografia di Garrone in “Il racconto dei racconti”.

E se, tra viottoli tortuosi che fanno zig zag tra alberi secolari, massi giganti ricoperti di muschio verdissimo e tronchi mastodontici, il bosco si animasse davvero di elfi, fate, re e streghe?

Il bosco delle fate: passeggiate animate per famiglie

Passeggiate per bambini nel Bosco del Sasseto, Tuscia, Lazio     Passeggiate per bambini nel Bosco del Sasseto, Tuscia, Lazio

Pronti per seguire l’elfo Alfin e il suo flauto incantato sulle tracce di un re, di una fata e di una strega? La rappresentazione itinerante “Il Bosco Incantato” è una delle attività per bambini e famiglie più coinvolgenti organizzate in questo luogo magico, in cui si racconta una storia appassionante e al tempo stesso “green”, perché i bambini possano conoscere in modo del tutto inedito la storia di questa antichissima foresta e del patrimonio storico e ambientale della Tuscia. Le prossime date utili per la visita teatralizzata Il bosco incantato, organizzata dalla Cooperativa L’Ape Regina, sono il 13, 20 e 27 settembre, ore 11.30.

L’Ape Regina organizza anche gli incontri con la Fata Smemorina: si parte alla ricerca di alberi animati, tronchi abitati da animali misteriosi e caverne abbandonate, in compagnia di una fatina un po’ smemorata ma in grado di farvi entrare davvero in un libro di fiabe. Prossimo appuntamento il 12 settembre ore 10.

Altra attività family friendly è la passeggiata “Sui sentieri delle fate”, organizzata dall’Associazione Percorsi Etruschi: anche in questo caso piccoli e grandi visitatori andranno in cerca dei misteri che tronchi, fronde e muschi possono nascondere (prossime date il 13 e 26 settembre, ore 11; per gli appuntamenti successivi potete consultare il programma completo dell’Associazione).

Weekend con i bambini nella Tuscia, altre attrazioni da fiaba

Se vi stuzzica l’idea di un weekend con i bambini nella Tuscia, potreste inserire il Bosco del Sasseto in un percorso tutto a tema natura e fiaba, facendo tappa in un altro luogo magico per eccellenza di questo territorio, il Parco dei Mostri di Bomarzo, un parco naturale di circa 3 ettari che ospita originali e inedite sculture in basalto, in una sorta di labirinto eccentrico e misterioso.

A Vitorchiano si trova invece il Parco Cinque Sensi, un altro must per passare una giornata magica e a contatto con la natura con i bambini.

Informazioni Utili per la visita al Bosco del Sasseto

Passeggiate per bambini nel Bosco del Sasseto, Tuscia, Lazio     Passeggiate per bambini nel Bosco del Sasseto, Tuscia, Lazio

Il Bosco Monumentale del Sasseto si trova ai piedi del Castello di Torre Alfina (frazione del comune di Acquapendente), 130 km a nord di Roma.

Si può accedere solo acquistando il biglietto con accompagnatore, che include anche ingresso gratuito al Museo del fiore e ingresso ridotto al Museo della Città Civico e Diocesano di Acquapendente. Il percorso, ad anello di 3 km, è medio facile ma non adatto ai passeggini. È richiesta la prenotazione.

Per saperne di più potete visitare il sito della Cooperativa L’Ape Regina, che in collaborazione con il Comune, organizza le visite e la maggior parte delle attività animate per famiglie, come quelle di cui vi abbiamo appena parlato; potete seguire eventi e iniziative anche sulla pagina facebook Bosco del Sasseto Official.

 

Copyright: FamilyGO. Foto Bosco del Sasseto/Coop. Ape Regina

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi