Agenda dei musei e delle mostre per bambini in Italia

Museo-Archeologico-Zara-Photo-Devid-Rotasperti (2)
Erika Fasan, autore di Family Go

Nome Autore:

Portiamo i bambini i weekend al museo! Calendario mensile delle principali mostre adatte ai bambini, e relativi servizi educativi offerti dai musei, come audioguide, laboratori e visite guidate ad hoc per famiglie.

 

FEBBRAIO 2017

Forte di Bard (AO). “Wildlife photographer of the year”

Wildlife Photographer of the YearFino al 4 giugno. Unica anteprima italiana del tour mondiale della mostra fotografica  che raccoglie oltre cento immagini, vincitrici nelle 18 categorie del concorso indetto dal Natural History Museum di Londra in collaborazione con il BBC Wildlife Magazine. che testimoniano il lato più affascinante del mondo animale e vegetale, spaziando da sorprendenti ritratti rubati ai più sublimi paesaggi del nostro pianeta.Anche quest’anno per gli amanti della fotografia appuntamento nella suggestiva fortezza di sbarramento all’imbocco della Valle d’Aosta con una mostra che è una vera gioia per gli occhi di grandi e bambini. Per informazioni e prenotazioni: tel. +39 0125 833811; www.fortedibard.it

In Lombardia…

Milano. Museo di Storia Naturale. “TERREMOTI. Origini, storie e segreti dei movimenti della Terra”

Terremoti-MilanoFino  al 30 aprile. Una nuova occasione per scoprire il nostro pianeta e gli eventi naturali che lo caratterizzano.  L’esposizione si sviluppa attraverso 7 sale (anatomia del pianeta Terra, movimenti dei continenti e della crosta terrestre, faglie e terremoti, tsunami, prevenzione “cover-drop-hold on”, gli strumenti storici del geofisico, difesa strutturale dai terremoti-adeguare gli edifici con criteri antisismici e costruire con criteri antisismici) in un percorso di immagini spettacolari, fotografie satellitari provenienti dalla NASA, diorami di grandi dimensioni, filmati, una vasca in cui viene simulata un’onda di tsunami, una tavola sismica, sismografi e strumentazione antica e moderna, ma anche rocce e minerali provenienti dalla ricca collezione del Museo di Storia Naturale. Nell’ambito della mostra l’Associazione Didattica Museale organizza attività e visite guidate per famiglie, tra cui – il sabato (ore 11.3o e 14.30) “Quando la terra trema“, per famiglie con bambini di 6-11 anni. Per informazioni e prenotazioni: www.assodidatticamuseale.it

 Milano. Mudec – Museo delle Culture, “Homo sapiens. Le nuove storie dell’evoluzione umana”

Homo-sapiens-mudec-milanoFino al 26 febbraioMostra che ci racconta da dove veniamo e come siamo riusciti a popolare l’intero pianeta. La mostra racconta la storia dell’umanità attraverso un grande affresco multidisciplinare: un progetto che coinvolge molteplici paesi e istituzioni internazionali.Il risultato è una mostra internazionale, interattiva e multimediale che racconta in cinque sezioni le storie e le avventure degli straordinari spostamenti, in larga parte ancora sconosciuti, che hanno generato il mosaico della diversità umana. Tra le attività nell’ambito della mostra segnaliamo tutte le domeniche (ore 10.30), visita interattiva alla mostra e attività in laboratorio per famiglie con bambini di 6-11 anni (per informazioni e prenotazioni: www.assodidatticamuseale.it). Per informazioni: www.mudec.it/

Milano. Mudec – Museo delle Culture, “Jean-Michel Basquiat”

Basquiat-MudecFino al 26 febbraio. Mostra che attraversa la breve, ma intensa carriera di Basquiat, conclusasi con la morte prematura all’età di soli ventisette anni. Questa esposizione illustra il ruolo centrale di Basquiat nella generazione dei suoi artisti coetanei e la funzione della sua arte come un ponte di collegamento tra le diverse culture (capace di portare all’attenzione del grande pubblico tematiche essenziali sull’identità umana e sulla questione dolorosa e aperta della razza). Attività per famiglie a cura dell’Associazione AdArtem. Per informazioni e prenotazioni sulle attività: tel. +39 02 6597728; info@adartem.it, www.adartem.it Per informazioni sulla mostra: www.mudec.it/ita/jean-michel-basquiat/

Milano. Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “I mondi di Primo Levi. Una strenua chiarezza”

PrimoLevi nella sua casa di Torino_copyrightFamigliaLevi_FFAML_L00001_lowFino al 19 febbraio. Mostra itinerante che percorre la pluralità di esperienze e di interessi che hanno caratterizzato la vita e l’opera dello scrittore torinese: dalla formazione scientifica alla deportazione, dalla chimica come mestiere al mestiere di scrivere. Un quadro ricco e articolato, attraverso immagini private e professionali per lo più inedite, interviste video, citazioni dalle opere. Testi, audiovisivi e videoinstallazioni articolano le 6 sezioni del percorso espositivo, ma le parole e le riflessioni di Primo Levi si estendono anche agli spazi del Museo in un percorso che tocca una varietà di oggetti ed esposizioni, dalle botteghe artigiane, ai laboratori di ricerca, alle grandi realtà produttive. Nel periodo di apertura della mostra sono previsti un programma culturale e appuntamenti speciali rivolti a insegnanti e studenti. Per informazioni: www.museoscienza.org

Milano. Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci. “Extreme. Alla ricerca della particelle”

Extreme-Museo-ScienzaDal 13 luglio 2016Una nuova esposizione permanente progettata e realizzata dal Museo in partnership con CERN – Organizzazione europea per la ricerca nucleare e INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. L’esposizione getta uno sguardo su un ambito di ricerca affascinante, che esplora la trama della materia nelle sue componenti più infinitesimali e racconta del lavoro di migliaia di scienziati da tutto il mondo e di grandissime strutture dotate di macchinari sempre più potenti e sofisticati. L’esposizione svela ciò che accade all’interno dei laboratori di due dei più grandi istituti di ricerca che svolgono esperimenti legati alla fisica delle particelle. Tre diverse installazioni interattive presentano lo stato attuale di conoscenza delle particelle subatomiche e due temi ancora oggetto di studio e dibattito: l’esistenza della materia oscura e di extradimensioni. Per informazioni: www.museoscienza.org/extreme/

Milano. MUBA – Museo dei Bambini. “Vietato non toccare. Bambini a contatto con Bruno Monari”

Vietato non toccare-muba-MilanoFino al 26 marzoUna grande mostra-gioco per bambini dai 2 ai 6 anni. Un percorso di gioco impostato sulla scoperta, la meraviglia, l’esperienza tattile e visiva, la sperimentazione e il fare. Non solo, un’occasione per conoscere meglio l’artista attraverso oggetti e opere che raccontano la sua proposta di designer attento ai bisogni dei bambini, e un’occasione importante di approfondimento di alcune sue intuizioni. Il percorso si snoda attraverso quattro momenti di esperienza: Le Scatole della Meraviglia, Toccare con gli occhi e vedere con le mani, il gioco Più e Meno, il Prato dei Prelibri. La mostra prevede anche laboratori settimanali per i bambini più grandi (6-13 anni) e proposte formative dedicate agli adulti. Per informazioni: www.muba.it

Per altri eventi per bambini a Milano clicca qui.

In Liguria…

Genova. Galata Museo del Mare. “Andrea Doria, la nave più bella del mondo”

Andrea-Doria_dettaglio-modellinoFino al 30 maggioA 60 anni dal naufragio della T/n Andrea Doria e per la prima volta in Italia la ricostruzione di una vicenda centrale nella storia della marineria italiana e ampiamente discussa in ordine alle responsabilità della collisione. In mostra ricostruzioni di ambienti della nave, tra cui la prora in scala 1:5 e una parte di ponte di passeggiata inclinato a 30 gradi: i visitatori sono invitati a ripercorrere i piani come i passeggeri e l’equipaggio dovettero fare per scampare alla tragedia. Il modello di sei metri del Doria è il gioiello dell’esposizione. Otto le sezioni: le prime tre dedicate alla nave; la quarta al modellino restaurato e alla ricostruzione di una parte di ponte di passeggiata inclinato; la quinta spiega attraverso un filmato la dinamica dell’incidente; la sesta sezione è dedicata alle vittime; la settima è dedicata all’equipaggio; l’ottava sezione rappresenta l’impatto che la vicenda del Doria, prima tragedia in diretta, ebbe sui mass-media. Un’ultima parte rappresenta il Doria dopo il Doria: ciò che avvenne dopo. Per informazioni: www.galatamuseodelmare.it/andrea-doria-60/

In Trentino…

Trento. MUSE – Museo delle Scienze di Trento. “Estinzioni. Storie di catastrofi e altre opportunità”

mostra-muse-estinzioneFino al 26 giugno. Importante lavoro di ricerca e selezione dei più significativi reperti originali di vertebrati estinti in tempi storici preservati presso i musei italiani. Il progetto, unico in Italia, mette in dialogo le ricerche e le riflessioni sulla sesta estinzione di massa con le dinamiche che hanno caratterizzato le cinque grandi estinzioni paleontologiche avvenute negli ultimi 500 milioni di anni. In mostra, tra gli altri reperti, lo scheletro di un grande dinosauro sauropode e il celebre cranio di Homo neanderthalensis “Guattari I”, il più completo preservato nel nostro paese. Il percorso della mostra al Museo delle Scienze è organizzato in cinque nuclei tematici ed è arricchito da raffinate installazioni multimediali, video e animazioni originali, interviste e spazi interattivi. Per informazioni: www.muse.it

In Alto Adige…

Bolzano. Museo Archeologico dell’Alto Adige. “Heavy Metal, come il rame cambiò il mondo”

heavy metalFino al 14 gennaio 2018Percorso espositivo multimediale e interattivo alla portata di tutti che racconta dell’importanza del rame nella storia dell’uomo. Tra gioco e multimedialità (grandi proiezioni, superfici iridescenti, luci a led, scritte infuocate, aree dove mettersi alla prova con piccoli e grandi esperimenti) si parte dalla rivoluzione economico sociale innescata dal rame nella vita dei protagonisti dell’età della pietra. Cinque le aree tematiche: da non perdere il Backstage archeologico, dove ci si può calare nei panni di un archeologo grazie a cassetti a scomparsa, interruttori, pareti interattive, e appassionarsi alle metodologie di datazione dei reperti come quella del carbonio 14. Tutti i fine settimana il museo propone visite guidate per famiglie con bambini dai 6 agli 11 anni, a tema aperto. Leggi…

In Veneto…

Venezia. Palazzo Ducale “Jeronimus Bosch e Venezia”

Bosch-VeneziaDal 18 febbraio al 4 giugno. Mostra che presenta al pubblico italiano la grande figura dell’olandese Jheronimus Bosch, pittore affascinante ed enigmatico, vissuto fra il 1450 circa e il 1516 nella città di Boscoducale (‘s Hertogenbosch). Punto focale del progetto veneziano sono le tre opere pittoriche dell’artista (due trittici e quattro tavole, di formato verticale ) conservate alle Gallerie dell’Accademia di Venezia. Queste tavole sono state oggetto di un recente intervento di conservazione e restauro, che ha restituito leggibilità alle opere stesse e ha portato alla luce una serie di indizi nuovi, fondamentali per riguardare e ri-pensare le molte questioni rimaste in sospeso: sulle origini, il significato, ma anche sull’impatto di queste opere sull’arte italiana. Per informazioni: http://palazzoducale.visitmuve.it/it/mostre/mostre-in-corso/mostra-bosch/2017/01/17792/jheronimus-bosch-e-venezia/

Treviso. Museo di Santa Caterina. “Storie dell’impressionismo. I grandi protagonisti da Monet a Renoir, da Van Gogh a Gauguin”

Passeggiata sulla scogliera a Pourville, 1882Fino al 1° maggio. Una mostra che si caratterizza per la qualità delle opere che raccontano non soltanto gli anni canonici dell’impressionismo, ma anche quanto lo ha generato e quanto vi è succeduto. Un vasto panorama della pittura in Francia nel XIX secolo, tra emozione e conoscenza, che è anche una delle esposizioni maggiormente visitate in Italia in questo momento. raccontata in 140 opere (soprattutto dipinti, ma talvolta anche fotografie e incisioni a colori su legno) e sei capitoli, con un forte intento di natura didattica. Sono disponibili audioguide esplicative, con sconti per bambini e famiglie. Per informazioni: www.lineadombra.it/

Padova. Centro Culturale San Gaetano. “Dinosauri. Giganti dall’Argentina”

dinosauri-padovaFino al 26 febbraioPer la prima volta in Italia una delle più importanti mostre scientifiche sull’evoluzione dei dinosauri, con reperti unici provenienti tutti da un territorio paleontologicamente ricco come l’Argentina e mai esposti nel nostro Paese. Attraverso un percorso cronologico, la mostra ripercorre l’intera storia dell’evoluzione dei dinosauri partendo dal Triassico (importanti testimonianze sono state lasciate nel arco naturale di Ischigualasto, da dove provengono i cinque dinosauri più antichi noti finora). La sezione seguente è dedicata al periodo che i più collegano al mondo dei dinosauri grazie alla diffusione di letteratura e film fantascientifici: il Giurassico. La mostra si conclude con il Cretaceo che, accanto alla nascita e alla diffusione delle piante da fiore, ha visto il massimo livello di biodiversità nel mondo dei dinosauri. Tra le attività per famiglie con bambini: Buenas Noches Dino (caccia al tesoro tra i reperti in mostra) il sabato alle 20 e Bingo Dino (coi numeri sostituiti da immagini relative alla mostra) la domenica alle 16. Per informazioni: www.dinosauripadova.it/ 

Padova. Centro Culturale San Gaetano. “Godzil-Land. Un viaggio fantastico dal Mondo Perduto a Jurassic Park”

Fino al 26 febbraio. A Padova un’altra mostra dedicata ai dinosauri, visiti in particolare come presenza universale, nell’immaginario, nel linguaggio e nelle arti. Otto le sezioni, centinaia di “reperti”. Nelle varie sezioni, sono raccolti materiali provenienti da collezioni private e musei. Non ossa fossili, calchi o riproduzioni dei grandi dinosauri primigeni, ma creature di cui si parla in racconti, oppure in immagini e disegni. Presenti in tutte le case del pianeta e soprattutto nella mente di tutte le persone, soprattutto dei bambini. Un’esposizione che esula dall’ambito della paleontologia e non si propone obiettivi scientifici, ma che ci racconta della nostra interazione quasi quotidiana con queste affascinanti creature del passato. La mostra  è visitabile con il biglietto della mostra “Dinosauri. Giganti dall’Argentina”. Per informazioni: www.godzilland.it

Verona. AMO – Palazzo Forti. “Picasso. Figure (1906-1971)”

Picasso VeronaFino al 12 marzo. In esposizione circa 90 opere tra cui capolavori assoluti come “Nu assis” (da Les Demoiselles d’Avignon 1907), “Le Baiser” (1931), “La Femme qui pleure” (1937) e “Portrait de Marie-Thérèse” (1937). La novità assoluta della mostra è che presenta un’opera per ogni anno della vita di Pablo Picasso nell’arco temporale che va dal 1906 fino agli anni ‘70. Articolato in sei sezioni, il percorso espositivo racconta la metamorfosi a cui l’artista sottopone la rappresentazione del corpo umano, mentre la sua arte attraversa le fasi del pre-cubismo, del Cubismo, dell’età Classica e del Surrealismo, fino a giungere agli anni del dopoguerra, superando le barriere e le categorie di “ritratto” e “scena di genere” per giungere sempre a un nuovo concetto di “figura”: quella che rese Picasso costruttore e distruttore al tempo stesso di un arte solo sua, dal fascino inesauribile. In programma visite guidate per adulti e bambini a cura dell’associazione Aster. Prossimi appuntamenti: venerdì 6 gennaio (ore 15), domenica 22 gennaio e sabato 4 febbraio (ore 15.30), domenica 19 febbraio (ore 15). Per informazioni sulle attività: www.spazioaster.it Per informazioni sulla mostra: www.mostrapicassoverona.it/

Verona. Palazzo della Gran Guardia. “Maya. Il linguaggio della bellezza”

MayaFino al 5 marzo. In esposizione oltre 250 opere provenienti dai principali musei del Messico e relativi ai Maya, una delle civiltà più ricche di storia e di mistero. Nelle quattro sezioni dell’esposizione i visitatori possono vivere un’immersione totale nelle simbologie misteriose di questa straordinaria civiltà, comprendendo il significato del corpo stesso, nelle sue svariate decorazioni, nell’abbigliamento e nelle acconciature. Il corpo diviene esso stesso una tela da dipingere, un’opera d’arte capace di avvicinare gli uomini al divino. In programma visite guidate per adulti e bambini a cura dell’associazione Aster. Prossimi appuntamenti: venerdì 6 gennaio (ore 17), sabato 21 gennaio (ore 15.30), domenica 5 e sabato 18 febbraio (ore 15), martedì 28 febbraio (ore 16.30 – Speciale Carnevale in mostra!). Per informazioni sulle attività: www.spazioaster.it Per informazioni sulla mostra: www.mayaverona.it/

In Emilia Romagna…

Bologna. Palazzo Albergati. “La Collezione Gelman: Arte Messicana del XX secolo”

mostra-arte-messicana-bolognaFino al 26 marzo. Mostra che raccoglie le opere dei più grandi artisti messicani, tra cui María Izquierdo, David Alfaro Siqueiros, Rufino Tamayo e Ángel Zárraga. Ma soprattutto di Frida Kahlo e Diego Rivera. Un racconto bellissimo, struggente, emozionante che narra la “Rinascita messicana” (1920-1960) e la storia degli artisti che ne sono stati protagonisti. La Collezione Gelman è composta da dipinti, fotografie, abiti, gioielli, collages, litografie, disegni e la mostra di Bologna vi aggiunge gli abiti dei più grandi stilisti di fama internazionale che si sono ispirati a Frida Kahlo: Gianfranco Ferrè, Antonio Marras, Valentino. Per informazioni: www.palazzoalbergati.com/mostra-arte-messicana-frida-kahlo-diego-rivera-bologna/

Bologna. Palazzo Pepoli. “Hugo Pratt e Corto Maltese. 50 anni di viaggi nel mito”

Corto Maltese-BolognaFino al 19 marzo. Oltre 400 opere di Hugo Pratt, tra cui acquerelli, chine, disegni e le 146 tavole originali di “Una ballata del mare salato”, in cui compare per la prima volta Corto Maltese, il marinaio romantico e gentiluomo che ha fatto sognare generazioni di lettori. Percorrendo le sale espositive del Museo della Storia ci si imbatte anche in altri personaggi nati dalla fantasia di Pratt:  “Anna della Giungla” (1959), “Ernie Pike” (1961), “La giustizia di Wathee del Sg.t Kirk” (1955),e ancora le tavole e gli acquerelli degli “Scorpioni del Deserto”. Ricchissimo il programma di percorsi didattici (anche per famiglie). Segnaliamo, in particolare, “È domenica al Museo con Corto”: ogni terza domenica del mese Palazzo Pepoli organizza una mattina interamente dedicata alle famiglie e ai più piccoli con visite guidate e laboratori che affronteranno un argomento diverso per tuffarsi nelle storie di Hugo Pratt. Mentre il sabato è #familyfriendly grazie alle visite animate e ai piccoli laboratori per bambini da 0 a 8 anni. Per informazioni: www.mostrapratt.it

Livorno. Museo di Storia Naturale del Mediterraneo. “Abissi, terra aliena”

ABISSI-LivornoFino al 19 maggio. Mostra che fa conoscere le meraviglie e le incredibili forme di vita che si trovano negli abissi più profondi. Protagonisti sono esemplari in scala 1 a 1 con anche riproduzioni di 13 metri: in tutto oltre 100 esemplari della fauna abissale. Qui scopriamo che l’ecosistema marino è il più vasto ambiente della terra, che negli oceani la luce solare penetra soltanto fino a 200 metri e che qui si concentra la maggior parte degli organismi marini che conosciamo. Procedendo verso il basso, la temperatura dell’acqua tende a diminuire e la pressione invece aumenta di 1 Atm ogni dieci metri. Il mare profondo è dunque un ambiente estremo, abitato da pochi organismi per la maggior parte ancora sconosciuti. E questa mostra è un’occasione per imparare qualcosa in più su di loro. Per informazioni: http://musmed.provincia.livorno.it

Nel Lazio…

Roma. Guido Reni District. “The Adventures of Alice”

mostra-alice-roma_msa1455Fino al 19 marzo. Una mostra multimediale che è anche uno show immersivo pensato per avvicinare grandi e bambini allo straordinario classico della letteratura che è il libro di Lewis Carroll. In occasione dei 150 anni dalla sua pubblicazione, un viaggio con Alice nel Paese delle Meraviglie grazie alle tecnologie digitali e a un grande show di 45 minuti che è la principale attrazione della mostra. Tra enormi schermi, alcuni dei quali rappresentano giganteschi libri, proiezioni video, play zone con giochi per bambini, pannelli tattili (ma anche oggetti e appunti originari d’epoca) e un labirinto gonfiabile… un’esposizione avveniristica per un classico che non conosce tempo. Leggi la nostra recensione…

Roma. Palazzo delle Esposizioni. “Sensi unici”

Sensi unici - RomaFino al 26 febbraio. Una mostra di libri e opere tattili per educare e risvegliare i sensi e imparare a “guardare” la realtà con occhi e mani nuove. Una mostra tutta da toccare con libri nazionali e internazionali, tavole materiche e operative per coinvolgere direttamente tutti i pubblici nella lettura tattile dell’opera, scoprire le potenzialità espressive e comunicative dei materiali, in particolar modo carta, filo e stoffa. E’ previsto un ricco programma di laboratori per famiglie , come “In che senso”, visite e laboratori per bambini da 3 a 6 anni la domenica dalle 11 alle 13. Per prenotazioni (consigliate): tel. +39 06 39967500. Per informazioni sulla mostra: www.palazzoesposizioni.it/categorie/mostra-sensi-unici

 Altri eventi per bambini nelle città

Vi aggiorniamo costantemente sugli eventi per bambini di alcune città d’Italia.
Clicca sulla nostre pagine per avere più informazioni sulla città dove vivi o dove intendi andare:
Eventi per bambini a Roma
Eventi per bambini a Milano
Eventi per bambini a Firenze
Eventi per bambini a Bologna
Eventi per bambini a Venezia
Eventi per bambini a Perugia

Pubblicato in

Family Hotel

Vedi tutti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi