Bici in famiglia: 6 splendidi e facili itinerari in Europa sui temi delle fiabe

Manuela Rosellini, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: 1 settimana

Età bambini:  4-12 anni13-18 anni

Le vacanze su due ruote sono sempre più amate dalle famiglie. Un modo slow di fare turismo con i bambini apprezzando non solo la bellezza delle destinazioni ma anche il fascino del viaggio. Ecco allora sei idee per esplorare in bici con tutta la famiglia alcuni dei luoghi più suggestivi d’Europa. Parola d’ordine? Fiabe!

Il vento tra i capelli, la strada davanti e il paesaggio che lentamente cambia intorno ai nostri occhi. Pedalare in bicicletta con i bambini è una delle attività più allegre e al tempo stesso rigeneranti che ci siano. A tal punto da diventare un vero mood di vacanza, uno stile di viaggio lento pensato per assaporare al massimo il proprio itinerario. Una vacanza su due ruote è poi più facile di quello che pensate: l’importante è scegliere un percorso pianeggiante, con tappe brevi e ricche di attrazioni. E cosa c’è di più entusiasmante per i bambini delle favole? Ecco allora sei itinerari in Europa a tema fiaba perfetti per una vacanza in bici con i bambini. E mi raccomando, allenatevi, perché stare dietro ai piccoli ciclisti non sarà per niente facile!

1. Verso Vienna lungo la Ciclabile del Danubio

     

Un must da percorrere almeno una volta nella vita è la Ciclabile del Danubiola più famosa d’Europa e anche una delle più adatte a chi viaggia con i propri figli. Il tratto che unisce Linz a Vienna in particolare, è un percorso facile e denso di attività family! A Linz infatti per i più grandicelli c’è il museo interattivo dell’arte elettronica mentre i piccoli possono divertirsi salendo in cima alla collina di Pöstlingberg a bordo del suggestivo tram per poi visitare le Grotte degli Gnomi o fare amicizia con gli animali dello zoo. Lungo il tragitto invece si incontrano castelli, villaggi celtici, dolci laghetti, parchi acquatici e si possono fare traversate del fiume a bordo di pittoreschi traghetti di legno. E se mamma e papà, nella regione vinicola della Wachau, potranno degustare ottimi vini e formaggi, i piccoli potranno assaggiare una deliziosa marmellata di albicocche. Se cercate un tour organizzato Girolibero propone un pacchetto di viaggio in gruppo italiano con guida, quote a partire da 810 euro per 7 notti in mezza pensione.

2. In Olanda tra mulini e parchi gioco

     

L’Olanda è tra le destinazioni più gettonate per una vacanza in famiglia su due ruote, sia per le piste ciclabili completamente pianeggianti e lontane dal traffico, sia per la bellezza del paesaggio che si attraversa. Partendo da Amsterdam ci si inoltra tra meravigliosi canali e si visitano incredibili castelli, come quello medievale di Loevestein; si può fare tappa al Parco Efteling, un parco immerso completamente nel bosco con attrazioni adrenaliniche accanto a giochi per piccoli visitatori e un’area dedicata alle fiabe nordiche. Ancora, si raggiungono gli spettacolari mulini a vento di Kinderdijk e si può mangiare del buon formaggio nella caratteristica cittadina di Gouda. Se vi piace l’idea del viaggio in gruppo Girolibero organizza un tour internazionale di 7 notti con accompagnatore in lingua inglese (prezzi da 1.940 euro per 2 adulti e 2 bambini fino a 11 anni, trattamento di mezza pensione e pranzo al sacco).

3. Francia, le incredibili suggestioni dei Castelli della Loira

     

Gli oltre 300 Castelli della Loira sono un altro must per un viaggio family in bici. Da non perdere Amboise con il castello di Clos-Lucé, fiabesco edificio in pietra bianca e mattoni rosati che fu la residenza di Leonardo Da Vinci negli ultimi anni di vita: i bambini rimarranno a bocca aperta trovando nel parco la ricostruzione funzionante di alcune delle più famose invenzioni del grande genio. Ci sono poi Chenonceaux, con le sue arcate immerse nel fiume Cher, gli scenografici giardini del Castello di Villandry e le misteriose atmosfere di Azay le Rideau. Irrinunciabile il gigantesco Chambord, dove si possono vedere da vicino anche i magnifici tetti. Talvolta, inoltre, i castelli offrono attività particolari: al Castello di Saint-Brisson-sur-Loire ad esempio ci si può trasformare in veri cavalieri abitando un vero campo completo di tende, mini-catapulte e tiro con l’arco. Per chi vuole divertirsi con altre famiglie italiane Girolibero organizza un viaggio in gruppo di 6 notti (prezzi a partire da 780 euro in mezza pensione).

4. Germania, la Ciclabile del Weser lungo la Strada delle Fiabe

     

Cosa c’è di più bello per un bambino che pedalare nei luoghi dove sono nate le sue fiabe preferite? La Ciclabile del Weser, in Germania, segue il percorso della famosa Strada delle Fiabe: da Kassel, città in cui vissero i Fratelli Grimm e dove si trova un museo a loro dedicato, si raggiunge Oberweser, che ha ispirato fiabe come il Gatto con gli stivali e Biancaneve e i sette nani. E se a Höxter si va sulle tracce di Hansel e Gretel ad Hamlein si può assistere a una sorprendente rappresentazione del mitico pifferaio magico. Proseguendo fino a Brema, conoscerete tutto sulla città dei musicanti.

5. In Danimarca con le fiabe di Andersen

     

Di fiaba in fiaba, passiamo dai fratelli Grimm ad Hans Christian Andersen e voliamo in Danimarca. Qui le ciclabili sono tantissime, moderne, sicure e immerse nella natura. A partire da Copenhagen che si può girare in gran parte su due ruote. Dopo aver visitato la città potrete portare i bambini al Tivoli, un luna park dal fascino un po’ vintage con giostre per tutte le età. A nord della capitale una tappa suggestiva e imperdibile è Helsingør, dove si trova il castello di Kronborg, il maniero in cui Shakespeare ambientò l’Amleto. Odense invece, a due ore da Copenhagen, è un luogo magico dedicato interamente alle fiabe di Andersen che qui nacque nel 1805 e città ciclabile per eccellenza. A circa 35 km si trova poi l’incantevole castello di Egeskov, tra i più spettacolari castelli danesi.

6. Dall’Italia all’Austria, la ciclabile della Drava

     

La Ciclabile della Drava (o San Candido-Lienz dai nomi delle due località che collega) è una delle piste più famose da percorrere in famiglia, complice la pressoché totale assenza di salite, e permette di superare il confine tra Italia e Austria. Una volta arrivati a Lienz, cittadina splendida e molto vivace, si torna comodamente indietro in treno. Caricando le biciclette naturalmente. Lungo il percorso sosta obbligata a Sillian per entrare nel Wichtelpark, il Parco degli gnomi, un enorme parco giochi nella natura mentre quasi all’arrivo a Lienz si può fare una tappa alle Gole della Galizia “Galitzenklamm”: attraverso un percorso lungo il torrente si attraversano ponti spettacolari per arrivare a piattaforme panoramiche che si aprono sulle scroscianti cascate.

Per Informazioni

www.girolibero.it/viaggi/bici-e-famiglia

 

Copyright: Familygo. Foto di Girolibero; L. Dorinzi; M. Serpilli; P. Bertini

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi