Vacanze in barca per famiglie: a vela, in catamarano, su uno yacht o in houseboat

Vacanze in barca per famiglie
Isabella Colombo, autore di Family Go
Tempo necessario: 1 settimana, Weekend
Età bambini:  4-12 anni

In Croazia sullo yacht, in Camargue con l’houseboat e tra le isole dell’arcipelago toscano con la vela. Quante possibilità per una vacanza in barca per famiglie! Ce n’è almeno una per tutti i gusti, con tanto di avventura, comodità e sicurezza. Le barche e le mete sono tante, così come i nuovi comodi servizi per noleggiarle ovunque e per il tempo che si vuole.

Le vacanze in barca per famiglie sono l’alternativa perfetta quando le spiagge sono affollate, i sentieri di montagna pure e in autostrada c’è coda. Un ottimo modo per trascorrere giorni avventurosi e rilassanti nello stesso tempo, lontano dalla folla e ricchi di belle sorprese. Di vacanze in barca per famiglie ce ne sono per tutti i gusti, non solo per la varietà delle barche (yacht, vela, houseboat…) ma anche per le formule (da pochi giorni a settimane, con patente o senza) e per le mete (dalle Eolie alla Camargue).

In più, sono nati nuovi tour operator specializzati sul tema e servizi di noleggio comodi, con o senza skipper, come Click&Boat (che abbiamo provato), Sailogy e Your Boat Holiday. Funzionano proprio come i portali di prenotazione degli hotel e garantiscono, oltre al divertimento sulle onde o alla comodità di una “casa galleggiante”, anche la sicurezza. La manutenzione è assicurata, l’assistenza è costante durante tutta la durata del viaggio e l’assicurazione inclusa nel prezzo copre qualunque imprevisto. Non resta che scegliere la meta.

Vacanze in barca per famiglie in Croazia: per esplorare parchi e cascate

Vacanze in barca per famiglie: Croazia, Aerial,View,Of,Telascica,Nature,Park,And,Slano,Lake,InLa Croazia è perfetta per chi vuole vivere un po’ sul mare ma nello stesso tempo godersi la natura della terra ferma. Qui le opzioni migliori, a proposito di vacanze in barca per famiglie, sono tra l’estuario del fiume Krka e l’arcipelago di Šibenik. Si parte da Marina Frapa, nel cuore della Dalmazia, e si passa da Primošten, un borgo suggestivo su un piccolo promontorio. Da qui si salpa verso l’arcipelago di Šibenik con i suoi affascianti isolotti (circa 250). Tra questi meritano un ormeggio Bavjenac, con il suo labirinto di muretti a secco, e Prvić Šepurine coperta di uliveti e vigneti.

Attraverso il canale di Sant’Antonio si entra nell’ultimo tratto del fiume Krka. Per i bambini sarà emozionante entrare in barca dentro questo profondo canyon popolato da allevamenti di ostriche. La meta è la baia di Skradin, punto d’accesso del parco nazionale di Krka, una riserva protetta che custodisce più di  800 specie animali. Ci sono anche famosissime cascate estese per 800 metri, con salti che sfiorano i 50 metri e finiscono in uno splendido laghetto dove fare il bagno.

In Grecia per salvare le tartarughe

Vacanze in barca per famiglie: salvare le tartarughe

Per chi ha in mente da sempre un tour delle isole greche, la barca è un’ottima opportunità. Ci sono zone che, soprattutto in estate, sono molto più godibili facendo base sull’acqua invece che sula terra ferma. Uno di questi paradisi è  Zante dove si può raggiungere la spiaggia del Navagio, con le sue scogliere calcaree che cadono a picco sul mare e circondano un’incantevole  baia di sabbia bianca.

Ma quest’anno c’è anche un’altra interessante opportunità per raggiungere la Grecia in barca. Uno dei tanti portali di noleggio delle imbarcazioni, Your Boat Holiday, propone tour per famiglie in catamarano con lo scopo di aiutare le tartarughe. Cioè, dedicando parte del viaggio a visitare i centri di recupero, preparare i siti per la nidificazione e pulire le coste dalla plastica. L’inquinamento e la presenza di plastica nei mari rende molto difficile la vita delle tartarughe marine. E si stanno moltiplicando le iniziative a sostegno come questa. Le destinazioni sono tante, dalla Puglia alla Turchia. In Grecia i siti interessati sono anche fantastiche mete per una vacanza in barca:  Zakynthos, Kyparissia, Lakonikos, Rethymno, Chania, Messenia e Koroni. La stagione dei nidi dura da fine maggio a agosto e si possono osservare le tartarughe marine nel loro habitat naturale (oltre agli splendidi panorami degli arcipelaghi greci). Per i bambini non sarà solo divertimento ma anche un’esperienza a contatto con la natura con scopi nobili.

In Camargue per navigare in houseboat tra le bocche del Rodano

Vacanze in barca per famiglie: la Camargue in houseboat

L’Houseboat è il mezzo nautico ideale per navigare i fiumi e le bocche del Rodano, in Camargue, sono la meta giusta per godere di panorami mozzafiato e concedere ai piccoli la giusta dose di avventura durante le vacanze in barca per famiglie. Saline a perdita d’occhio e cavalli al galoppo su spiagge sconfinate: questa è la Camargue, la grande regione tra mare e terra dove confluiscono le bocche del Rodano.

La barca si può noleggiare per esempio a St Gilles o a Port Cassafières: le tappe più interessanti per i bambini sono le spiagge di Palavas-les-Flots e della Grande-Motte che propongono tanti sport acquatici (ci sono anche il parco acquatico e quello dei dinosauri a Le Cap d’Adge). E visto che la Camargue è famosa per i cavalli bianchi selvaggi, al centro ippico di La Grande-Motte si può organizzare una passeggiata. L’esperienza in houseboat poi è davvero divertente per i bambini che adoreranno l’idea di una vera casa galleggiante!

Gli itinerari da esplorare invece in Italia con l’houseboat si trovano nell’Alto Adriatico: nella laguna di Venezia e di Marano.

In Sardegna per scoprire fondali e tradizioni

Vacanze in barca per famiglie

Gli itinerari attorno all’isola sono tantissimi e si possono scegliere in uno dei portali di noleggio barche. Quello più gettonato è lungo le coste meridionali della Sardegna, per esempio da Cagliari a Carloforte. Qui la natura è selvaggia e incontaminata e le spiagge hanno il fondale basso e il mare cristallino.

Si può scegliere tra yacht e catamarani, ma per le prime esperienze conviene affittare una barca con lo skipper che può condurre le famiglie alla scoperta di calette nascoste e luoghi incontaminati. Ci sono parecchi attracchi per scoprire le meraviglie lungo la costa sud, come le celebri dune tra Nora e Chia, i boschi di Porto Pino. E poi, isolotti della Vacca e del Toro, il porticciolo di Calasetta e l’isola di Sant’Antochio con le baie perfette per lo snorkeling (adatte anche ai meno esperti!). Senza contare gli itinerari di trekking alla scoperta di una storia millenaria.

Sulla Costiera amalfitana per i paesaggi e il buon cibo

Vacanze in barca per famiglie: la costiera amalfitana

La Costiera amalfitana e le sue meraviglie (Positano, Ravello e Amalfi) sono un’attrazione irresistibile per chi, durante le vacanze in barca per famiglie, preferisce mete vicine ma non vuole rinunciare a panorami marini mozzafiato. Dalle barche la vista è sempre meravigliosa e le soste lo sono altrettanto. La prima è Ravello, con la sua grandissima piazza chiusa al traffico dove i bambini potranno finalmente sgranchirsi le gambe, con le ville storiche dai giardini adatti ai piccoli e con i tanti ristoranti gourmet dove assaggiare i migliori piatti della tradizione campana.

Amalfi, con la sua cattedrale, e Positano, il borgo verticale e coloratissimo, saranno apprezzate anche dai bambini. E per chi vuole lasciare un po’ la barca in porto e approfittarne per il trekking c’è da scoprire l’originale sentiero escursionistico delle Ferriere, dove scoprire tante specie di piante sconosciute e i ruderi delle antiche cartiere e ferriere. Per chi invece, in questa zona, vuole esplorare soprattutto il mare per godere dal largo dei panorami della costa, le tappe imperdibili sono Praiano, il fiordo di Furore, la Conca dei Marini, la grotta dello Smeraldo e quella di Pandora.

Alle Isole Eolie per tuffarsi sotto i vulcani

Vacanze in barca per famiglie: alla scoperta delle Eolie

Che ne dici di un tour delle Eolie, le sette isole vulcaniche e selvagge che punteggiano il mare a nord della Sicilia? Durante le vacanze in barca per famiglie, tuffarsi nelle baie formate dalle sciare degli antichi vulcani è un’emozione incredibile. Per i bambini è affascinante conoscerne anche la storia: la leggenda vuole che il nome derivi da Eolo, il dio dei venti che, giunto qui, ebbe da Zeus l’ordine di domane i venti. Ogni isola ha almeno un valido motivo per essere la meta di un tour: si parte da Lipari, dove attraccare per almeno un giorno e fare un giro in lungo e largo alla scoperta di storia e tradizioni delle Eolie.

Poi ci sono le spiagge di Salina, l’isola più verde (offre anche tante opportunità di trekking), le baie di Vulcano, dove fare il bagno tra i vapori sulfurei a pelo d’acqua (per esempio nella spiaggia delle fumarole), la mondana Panarea, per fare un giro tra le stradine dell’antico borgo marinaro, e le lontane Alicudi e Filicudi con il loro fascino selvaggio di isole quasi deserte. Circumnavigare lo Stromboli invece permetterà di vivere da molto vicino l’attività di un vulcano ancora attivo (si può visitare il Centro vulcanologico). Che emozione per grandi e piccoli vedere i lapilli brillare in aria e sentire forte il rombo che arriva dritto dalle viscere della terra!

In Toscana per godere di mare azzurro e borghi spettacolari

Vacanze in barca per famiglie: l'arcipelago toscano

Le coste toscane in estate sono affollatissime e la barca permetterà di goderne le bellezze evitando la ressa. L’itinerario classico, e anche quello più emozionante, parte da Porto Santo Stefano per andare alla scoperta delle isole principali dell’arcipelago toscano. La prima tappa è Giannutri, un riserva naturale che fa parte del Santuario internazionale dei cetacei. Vuol dire che, con un po’ di fortuna, durante la traversata si possono ammirare delfini e balenottere. Immagina la sorpresa per i bambini!

Rotta verso l’isola del Giglio: qui si può attraccare per visitare la sua antica torre di avvistamento, fare una passeggiata tra le botteghe colorate, le terrazze sul mare e visitare il Castello che forma un borgo medievale con mura, torri e una vista strepitosa. Tappa obbligata poi all’isola d’Elba, con i suoi tanti attracchi interessanti per lo snorkeling, e a Pianosa altra riserva naturale con un mare cristallino e i fondali molto bassi, perfetti per il divertimento dei più piccoli.

Quale barca scegliere?

Se sei alla tua prima esperienza di vacanze in barca a vela per famiglie, conviene scegliere un catamarano: è spazioso, comodo e confortevole perché, avendo il doppio scafo, garantisce più spazio e più stabilità tra le onde. La barca a vela, elegante e maestosa, ha il fascino dell’avventura ed è ideale per le famiglie che hanno già molta confidenza con il mare, nel caso in cui decidano di salpare senza skipper. In caso contrario, la velocità è comunque l’emozione in più che questo tipo di barca (e di vacanza) può concedere.

Lo yacht, per le vacanze in barca per famiglie, assicura meno agilità ma altrettanta avventura e soprattutto più spazio e comodità, soprattutto se si viaggia con amici e si possono condividere la spesa e i relativi vantaggi.  L’houseboat infine, adatta per navigare i fiumi, ha il fascino della casa galleggiante e della lentezza. Per chi, infine, non se la sente di stare in barca per più di un giorno c’è sempre il gommone con la formula del noleggio giornaliero. Giusto un assaggio di vita di mare che lascerà comunque un ricordo indelebile in grandi e piccoli.

 

Copywright: FamilyGo. Foto: Sailogy, Le boat, Your Boat Holiday

Pubblicato in