Valencia: grandi attrazioni in una città da amare in famiglia

Patrizia Bertini, autore di Family Go

Autore:

Età bambini:  1-3 anni4-12 anni13-18 anni

Terza città di Spagna, Valencia è in realtà una città a misura di famiglie e di bambini, facile da vivere e facile da amare, con i suoi grandi spazi all’aperto, il mare a due passi, affascinanti e immense attrazioni, per non parlare dei piatti tipici e genuini, su tutti la paella, da assaporare a piedi scalzi sulla spiaggia.

PatriziaReportage di Patrizia Bertini – Viaggio per bambini da 1 anno

Valencia l’abbiamo amata, io e mia figlia, in un lungo weekend di maggio, quando il tepore della primavera ci ha aperto il cuore per ricevere ogni delizia di questa meravigliosa città.
Il clima mite del Mediterraneo, la lingua dolce e cantilenante, il carattere vivace e allegro della gente ci ricordano che siamo in Spagna fin dal nostro arrivo in aeroporto.
L’albergo scelto è vicino al mare, e vicino all’immensa Città delle Arti e delle Scienze, capolavoro del conterraneo Calatrava, che se stupisce dal di fuori per la geniale sfida strutturale, sorprende ancora di più l’interno dei suoi mega edifici tutti in vetro e acciaio, dedicato ad attrazioni sorprendenti, di quelle che si trovano solo nelle grandi città.

Valencia-per-bambini-familygo-citta-art-e-scienzeValencia-per-bambini-visitvalencia-bioparc

Tra queste: il Museo delle Scienze, tre piani di magia, dove abbiamo provato per la prima volta la simulazione di un volo nello spazio, o l’Oceanografico, l’acquario più grande d’Europa, con le sue infinite specie provenienti da tutti i mari del mondo. E ancora scopriamo che gli animali possono vivere felici in uno zoo! Non uno qualunque però, parliamo del Bioparc di Valencia, uno scorcio stupendo d’Africa, dove gli animali presenti sono amati e rispettati dall’uomo.

Valencia-per-bambini-familygo-turiaValencia-per-bambini-familygo-turia-gulliver2

E ancora scopriamo una Valencia da attraversare e da vivere in bicicletta lungo il letto dell’antico fiume Turia, prosciugato qualche decennio fa delle sue acque, e spazio riconvertito in area verde e ricreativa per abitanti e turisti. Fiancheggiato da piste ciclabili, alterna zone ombreggiate con panchine, chioschi e giochi per bambini. E’ anche il giaciglio del gigante Gulliver, che disteso placidamente, si lascia arrampicare dai piccoli Lillipuziani.

Valencia-per-bambini-visitvalencia-spiaggiaValencia-per-bambini-visitvalencia-spiaggia-bambini

E in bicicletta si raggiunge anche il mare. Oltrepassato il porto turistico, la Marina Real, con il suo Paseo ricco di ristoranti, iniziano le lunghe spiagge di sabbia fine e dorata con la visione di una città che presto si dirada, per far posto a ville moderniste, che dividono il mare dalla campagna. Siamo nella spiaggia della Malvarrosa per gustare una paella della migliore tradizione valenciana e qui, tra la vista del mare, le corse a perdifiato dei bambini sulla spiaggia, la sensazione di morbidezza della sabbia fine e calda sotti i piedi e il gusto strepitoso del cibo, si consacra definitivamente il nostro amore per Valencia!
Ma non è finito qui. Ci aspettano ancora il centro storico e il Parco Naturale dell’Albufera con altre belle sorprese!

Le grandi attrazioni di Valencia per i bambini

Valencia-per-bambini-familygo-waterballsValencia-per-bambini-familygo-oceanografico

Valencia è una città turistica per le sue grandi attrazioni – non c’è dubbio – sebbene la sua vera anima si scopra in moltissimi altri luoghi della città.
Ciò che si vede nella Città delle Arti e delle Scienze, la “Ciudad” così come la chiamano i valenciani, ne fa una meta europea d’eccellenza.

Valencia-per-bambini-familygo-museo-scienze5Valencia-per-bambini-familygo-museo-scienze4

Il Museo delle Scienze Principe Felipe è molto grande e improntato all’esperienza, con una ricchezza di installazioni interattive e multimediali che avvicinano bambini e ragazzi ai fenomeni scientifici, incuriosendoli costantemente. Vi è anche uno spazio per bambini più piccoli, dai 4 ai 7 anni, che rimarranno emozionati dall’osservare i pulcini uscire dall’uovo: becchettano becchettano finché si rompe il guscio, mostrando una dolcezza infinita!

Valencia-per-bambini-familygo-museo-scienzeValencia-per-bambini-familygo-museo-scienze2

Sicuramente l’attrazione più affascinante, ma solo per bambini alti più di 1 metro (questa è la regola), è la simulazione di un volo nello spazio. Prima si prova l’assenza di gravità, poi si entra nella navicella spaziale e legati molto bene al posto di comando, come veri astronauti, si viene sparati nello spazio per fare ritorno alla base dopo una ventina di minuti. Beh, devo dire stupefacente! Nel complesso, il Museo merita un 10!

Valencia-per-bambini-visitvalencia-Tunnel-Oceanografic_foto Javier Jaja_493Valencia-per-bambini-familygo-oceanografico-pesce-luna

Altra grandissima attrazione è l’Oceanografico, primo acquario d’Europa per numero di esemplari (45.000 su 500 specie) e superficie. Fermo restando che, come in ogni acquario del mondo, il tunnel degli squali sia l’attrazione che desta maggiore curiosità – a cui qui dedicano anche l’attività “cena e la notte con gli squali” il venerdì (portandosi con sé il sacco a pelo) -, nell’Oceanografico tutte le ambientazioni sono molto suggestive – vedi la sala dell’Artico con un allestimento speciale per due balene beluga. Vi sono poi così tanti esemplari bizzarri, che i bambini si appassionano facilmente: a mia figlia sono rimasti impressi, per esempio, le warty comb jelly, meduse con dei filamenti arcobaleno, oppure il buffo pesce luna.
Ma alla “Ciudad” il divertimento non ha fine: o prima o dopo, i bambini vi chiederanno a più non posso di provare le Waterbolls che rotolano instancabili sulla vasca d’acqua… e lì avrete capito che, alla fine, ai bambini basta poco per divertirsi!

Valencia-per-bambini-familygo-bioparc2 Valencia-per-bambini-familygo-bioparc3

Il Bioparc è l’altra grande attrazione di Valencia; è un parco zoologico in città in cui sono stati ricreati fedelmente alcuni ecosistemi dell’Africa: la savana, la foresta equatoriale, il Madagascar e le zone umide. Il progetto che sottende al Bioparc è quello di un parco zoologico di nuova generazione, secondo la filosofia e tecnica della “zoo-immersion”: immergere il visitatore in una ri-creazione fedele degli habitat naturali, dove gli animali, la vegetazione e il paesaggio formano un ambiente, apparentemente senza barriere. A ciò si aggiunge l’impegno del Bioparc su programmi di riproduzione in cattività per le specie in pericolo di estinzione e allo stesso tempo l’offerta di una ricca esperienza educativa.

Valencia-per-bambini-familygo-bioparc-lemure Valencia-per-bambini-familygo-bioparc

A detta degli esperti è “uno tra i migliori parchi zoologici del mondo”, il perché è oggettivamente spiegato: qui gli animali sono felici e si vede dal fatto che si riproducono e giocano.
La visita prende una mezza giornata; vi consigliamo poi uno spuntino o il pranzo nel ristorante caffetteria con un affaccio meraviglioso sulla savana.

In centro per la città a caccia di draghi

Valencia-per-bambini-visitvalencia-turiart-visita-guidata-per-famiglieValencia-per-bambini-familygo-loja

Arriviamo ora nel centro storico di Valencia. La “visita guidata alla città” può sembrare noiosa ai bambini, ma non lo è se le guide sono cacciatrici di draghi. Tutto ha inizio con il quaderno dell’esploratore. I bambini sono chiamati alla ricerca del “dragón”, simbolo iconografico che si ritrova in alcuni punti salienti della città, come nella Lonja de la Seda (Sito Unesco) del XV sec., antica loggia dei mercanti caratterizzata da un magnifico colonnato in pietra che richiama un palmeto, o le Torri di Serrano, la porta che resta delle mura medievali. Se invece vi piace l’idea di vestirvi da dame e da cavalieri, le guide si trasformeranno da cacciatrici di draghi a principesse e vi porteranno a vedere i più bei palazzi della città raccontandovi appassionanti favole. Queste e altre tipologie di visite guidate per famiglie – in italiano – sono possibili con Turiart http://www.turiart.com/it/

Valencia un centro vivace dove gustare l’horciata e fare shopping

Valencia-per-bambini-familygo-cdentro-storicoValencia-per-bambini-familygo-centro-storico2

Finita la caccia al “dragón”, la nostra passeggiata continua nel centro storico e arriviamo in Plaza de la Virgin, cuore della città e zona pedonale per ammirare la bella Cattedrale risalente al XIII secolo, con i suoi 3 portali di stili differenti e l’adiacente Basilica della Vergine dei Derelitti, molto cara ai valenciani perché dedicata alla patrona della città.

Valencia-per-bambini-familygo-mercado-colon Valencia-per-bambini-visitvalencia-HORCHATA-e-FARTONS

E per premiare i bambini, cacciatori di draghi, ci sediamo in un’horchateria per una tipica merenda a base di horciata e fartons, i dolci che accompagnano questa squisita bevanda che trovate solo a Valencia, una tipicità che ci piace parecchio, fresca con ghiaccio, ricavata dalla “chufa” (in italiano il cipero), tubero coltivato nella campagna circostante. Sebbene in centro ci siano due horchaterie storiche (Santa Catalina e El Siglo in Plaza Catalina), noi optiamo per la Casa de l’Orxata all’interno del Mercado di Colón, gestita da un signore molto simpatico, che ai bambini affaticati ma felici delle tante cose viste, porta del latte tiepido con biscotti della casa… un’attenzione ai bimbi insolita.

Valencia-per-bambini-familygo-centro-storicoValencia-per-bambini-familygo-merceria

Ci piace poi gironzolare per il centro, guardare le vetrine, alla ricerca di qualche souvenir, o di qualche manufatto di artigianato locale come le ceramiche, le scarpe di qualità, i merletti.
E fuori dal Mercado di Colón, si trovano negozi per bambini di tutti i tipi, dall’abbigliamento ai giocattoli. Rimango un po’ stupita da questa concentrazione e altrettanto rapita, vorrei entrare dappertutto, ma purtroppo la tabella di marcia incalza.

L’Albufera, il lato naturalistico di Valencia

Valencia-per-bambini-visitvalencia-albufera2 Valencia-per-bambini-visitvalencia-albufera3

Il Parco dell’Albufera è un’altra meta, perfetta in famiglia, che vi farà apprezzare Valencia. Si tratta di un’immensa laguna, a soli 15 minuti dalla città, dove il tempo sembra essersi fermato e dove il paesaggio lacustre è rimasto selvaggio e naturale, circondato dai verdi campi di riso (è qui che coltivano la varietà “Valencia” utilizzata per la paella) e distese di aranci. Il Parco si presta a gite su barche tradizionali, che rendono la magia del luogo soprattutto al tramonto, a giornate in spiaggia (facile da raggiungere quella di El Saler), e a pranzi tipici a base di paella e tapas. Per raggiungere l’Albufera, potete utilizzare la vostra auto o l’autobus pubblico. D’estate ci sono corse per il ritorno fino a dopo il tramonto. Oppure vi è la possibilità di acquistare un biglietto con il Bus Turistico, per una gita di 2 ore, comprensiva di percorso in barca. Info per il bus turistico.

INFO PRATICHE

In biciletta per Valencia

Valencia-per-bambini-familygo-biciletta Valencia-per-bambini-familygo-biciletta2

Valencia si può visitare in biciletta. Esistono anche i mezzi pubblici e la metropolitana, ma le distanze tra le varie attrazioni non sono eccessive e la città si presta al biking grazie alla presenza delle ciclabili lungo i Giardini del Turia (luogo privilegiato per le bici e sicuro anche per i bambini), che attraversano completamente la città partendo dal Bioparc fino alla Marina Real, passando per il centro e la “Ciudad”. Poi si prosegue sulle piste ciclabili del lungomare per accedere alle spiagge. Il servizio di noleggio bici a Valencia è fornito da ValenciaBikes o Doyoubike; si noleggia in un punto e si restituisce, volendo, in un altro.

VALENCIA TOURIST CARD

La Valencia Tourist Card è la tessera turistica che permette di viaggiare gratuitamente su autobus, metropolitana e tram, entrare gratis in alcuni musei e monumenti ed ottenere sconti fino al 50% su tempo libero, negozi e ristoranti e le maggiori attrazioni. E’ disponibile nelle modalità: da 24, 48 e 72 ore, inclusi i tragitti da e per l’aeroporto. Sono disponibili sia la Card per gli adulti che quella per bambini, che ha uno sconto del 15%. Potete acquistarla sul sito della città di Valencia. Prezzi e info della Valencia Tourist Card

Dove e cosa mangiare

Valencia è indiscutibilmente un viaggio anche nel gusto. Dalla paella, alle tapas, ai dolci e all’horchata, tutto è prodotto con ingredienti locali: la grande campagna attorno a Valencia (la “Huerta de Valencia”), fornisce ortaggi e carni, dal mare proviene il pesce, mentre dall’Albufera il riso. Al Mercado Central, se vi rimane del tempo per visitarlo, potrete osservare con i vostri occhi la straordinaria quantità di alimenti di cui può vantarsi questa città. Sappiate, inoltre, che la paella tradizionale è di carni bianche, verdure verdi e fagioli, ma come si può dire di no alla paella di pesce? In ogni caso sarà una squisitezza!

Abbiamo provato e vi consigliamo
:

Valencia-per-bambini-familygo-malvarrosa-casa-isabelValencia-per-bambini-familygo-paella

Casa Isabel, sulla spiaggia della Malvarrosa. Un’esperienza indimenticabile. Specializzato in paella, piatti di pesce e antipasti della casa: è tutto squisito e affascinante il luogo, proprio sulla spiaggia. Richiesta la prenotazione per la paella. Il prezzo di antipasti e paella comprensivo di bevande è di 25 euro per gli adulti. http://casaisabel.es/
Ristorante Mateu, Albufera. Offre tutti i tipi di paella e due tapas molto tipici della laguna: la “Llisa adobada” e “all-i-pebre” a base di anguille allevate nella zona. Ottimo cibo e comodo perché vicino alla fermata del Bus Turistico. Tel. +34 961 620 270
Taberna La Malquerida. Per degustare tapas a base di carne, pesce e ortaggi. Si apprezza la varietà e la squisitezza delle tapas, seduti in un ambiente tipico spagnolo. Menù da 15 a 25 euro a testa, serviti con dell’ottimo vino. Tel. +34 963 891 186
Al pomodoro.  Pizzeria italiana di tendenza, vi accoglie con buon cibo e buon gusto anche nell’arredo. Perfetta per i bambini che possono mangiare le cose a cui sono abituati, ma anche per adulti scettici della cucina italiana all’estero, perché qui si dovranno ricredere. Tel. +34 963914800

Valencia-per-bambini-familygo-kimpiraValencia-per-bambini-familygo-ristoranti

Kimpira. Ristorante vegano con un’attenzione particolare a mamme e bambini: al piano superiore vi è uno spazio kids con giochi didattici e anche uno spazio dedicato alle mamme che allattano. Questo locale è un inno alla salute. Promuove i prodotti del territorio a km 0 senza sostanze animali e senza alcun additivo aggiunto. I bambini fino a 5 anni non pagano. Tel. 963 92 34 22 www.kimpira.es

Dove dormire

Valencia-per-bambini-familygo-hotelHotel Tryp Oceanic – C/pintor Maella, 35, Valencia – Hotel 4 stelle adiacente la Città delle Arti e delle Scienze, raggiungibile a piedi. Ci ha accolto in una family room con letto matrimoniale e letti a castello. D’estate è in funzione la piscina all’aperto. Ottima la colazione a buffet, con una svariata scelta di prodotti, dolci e salati, e un’apprezzata spremuta di arance di Valencia. I prezzi sono variabili, in caso di periodo di fiera aumentano, per cui va richiesto un preventivo. www.tryphotels.com/en/valencia-accommodation-tryp-oceanic.html

INFO TURISTICHE

http://www.visitvalencia.com/it/home

Banner Valencia Tourist Card

 

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi