Zoom, il bioparco di Torino: una giornata di esperienze immersive tra animali esotici

Visita a Zoom, bioparco Torino, cucciolo di lemure
Valentina Dirindin, autore di Family Go
Tempo necessario: 1 giorno
Età bambini:  1-3 anni4-12 anni13-18 anni

È a un passo da Torino, ma sembra trovarsi nel cuore dell’Africa: è Zoom, il bioparco immersivo dove gli animali si possono vedere da vicino e studiare con l’aiuto delle spiegazioni dei keeper. Una giornata spettacolare tra una passeggiata nell’isola dei lemuri, una nuotata fianco a fianco dei pinguini e molte altre sorprese.

C’è un posto in Piemonte, alle porte di Torino, dove sembra di essere partiti per un viaggio in una terra esotica. Animali mai visti prima, che si possono osservare da vicino e su cui si può imparare molto ascoltando i racconti dei keeper: questo posto è Zoom, il bioparco di Cumiana, ed è uno dei nostri luoghi preferiti per una giornata di pausa estiva. All’arrivo della primavera e delle belle giornate, i miei bambini scattano in coro: “mamma, ci porti a Zoom?” e, sebbene conoscano il parco ormai a memoria, per loro è sempre una sorpresa.

Visita a Zoom, bioparco Torino, giraffe     Visita a Zoom, bioparco Torino, tigri

Nel 2019 Zoom festeggia i dieci anni di anniversario, e si riconferma uno spazio popolarissimo, grazie ai 300 animali di 80 specie diverse che ospita, divisi per ambienti “geografici”: si passa dall’Asia all’Africa, in una passeggiata attraverso nove diversi habitat. Ci sono le zebre, le giraffe, i rinoceronti e le antilopi dell’area che riproduce il Serengeti, una delle più importanti aree naturali protette dell’Africa, dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO per la sua ricchissima biodiversità. C’è l’area asiatica, il cui fiore all’occhiello sono tre fratelli di tigri dell’Amur – Yuri, Khan e Boris Koshka -, che passano il tempo passeggiando e rinfrescandosi nel loro laghetto. C’è il Madagascar, una delle zone più belle di Zoom, dove si può passeggiare in un’isola circondati da lemuri e pellicani, e guardare negli occhi una coppia di tartarughe giganti di Aldabra.

Visita a Zoom, bioparco Torino, lemuri     Visita a Zoom, bioparco Torino, suricati

I più piccoli poi apprezzeranno di sicuro la “fattoria del baobab”, che ospita lama, pony, asini coniglietti e dromedari. Straordinaria è anche la vasca che ospita una coppia di ippopotami, Lisa e Ze Maria, che si prestano spesso agli occhi dei visitatori aprendo le loro fauci davanti al vetro che delimita la loro piscina. Insomma, ce n’è un po’ per tutti i gusti, ed è davvero bellissimo vedere i bambini emozionati al cospetto di animali che hanno popolato le favole dei loro libri.
Per noi, Zoom però non è solo un posto dove far vedere ai nostri figli animali che difficilmente potrebbero avvicinare altrimenti: è anche un modo per raccontare loro cose interessanti, per spiegargli la natura selvaggia dell’Africa (stiamo mettendo da parte i soldi per andarci tutti insieme, visto l’entusiasmo con cui affrontano ogni gita a Zoom) e per fargli imparare qualcosa di più sulla natura, grazie alle esperienze offerte dal parco e dai loro animali, che provengono tutti da altre strutture zoologiche grazie al programma d’interscambio tra parchi appartenenti all’EAZA – Associazione europea che riproduce animali a rischio estinzione a fini conservazionistici).

Le Experience

Visita a Zoom, bioparco Torino, snorkeling

Una delle caratteristiche di Zoom è proprio la possibilità di vivere da vicino gli animali, imparando molto sulla natura, sui suoi tempi, e sugli habitat di provenienza. Quasi ogni area del parco propone delle experience aperte al pubblico a orari prestabiliti. Per esempio, è possibile assistere al feeding delle giraffe o dei pinguini, il momento in cui i biologi nutrono gli animali. Oppure, si può fare una sessione di snorkeling nella piscina che accoglie razze e piranha erbivori. E ancora, si può assistere al volo dei rapaci diurni e notturni, all’interno dell’anfiteatro, scoprendo anche i segreti per diventare un perfetto falconiere.

Le spiagge

Visita a Zoom, bioparco Torino, Bolder Beach     Visita a Zoom, bioparco Torino, ippopotamo

Ma Zoom non è solo un parco dove ammirare gli animali: qui si può venire anche per passare una rilassante giornata in spiaggia. No, non c’è il mare, ma poco ci manca: due piscine, circondate da sabbia, ombrelloni e sdraio, riproducono due diversi habitat africani, con la possibilità di nuotare fianco a fianco con gli animali. La più storica delle due, Bolder Beach, si trova infatti proprio accanto alla baia dei pinguini sudafricani, che possono essere osservati mentre nuotano dall’altra parte di una vetrata nel cuore della piscina. C’è poi l’ultima arrivata, Malawi Beach, con una grotta in cui si può andare alla scoperta degli ippopotami sommersi, e una vasca dove nuotano migliaia di pesci tropicali colorati e razze di acqua dolce insieme ai terribili piranha (vegetariani, però!). Insomma, da Zoom un semplice bagno in piscina si trasforma in una vera avventura.

Baby Boom: i cuccioli di Zoom

Visita a Zoom, bioparco Torino, lontra     Visita a Zoom, bioparco Torino, gazzella

Quest’estate, per Zoom, è stata quella del “Baby Boom”: ben 13 cuccioli si sono aggiunti alla famiglia del bioparco di Cumiana. Cinque cuccioli di suricato, un lemure catta, un cucciolo di gazzella di Thompson, una lontra, un’antilope Eland, due cuccioli di lama e due pinguini. I suricati, cuccioli di mamma Queen nati il 21 giugno, sono andati ad aumentare la buffa popolazione che accoglie i visitatori all’ingresso di Zoom, con una vedetta sempre attenta posizionata sul punto più alto del loro habitat. Ad aprile è invece nato Ice, maschio di Lemure figlio di Vanila, anche lei nata a Zoom nel 2017. Uno speciale benvenuto è stato anche riservato ai due cuccioli di pinguino africano (animale tradizionalmente monogamo) nati lo scorso gennaio, dopo quaranta giorni di incubazione delle uova da parte di entrambi i genitori: Irene e Baako per il piccolo Egle e Red e Amadi (coppia fissa dal 2015) per il cucciolo Elliot.

Informazioni pratiche

Zoom Torino si trova in Strada Piscina 36 a Cumiana (TO), tel 011.9070318, email info@zoomtorino.it. Il prezzo del biglietto (che si può acquistare online o direttamente in cassa) può cambiare giornalmente e tende a salire all’avvicinarsi della data di visita. Il giorno della visita l’intero costa 24 euro e il ridotto 19 euro, più 5 euro a persona se si vuole anche accedere alla piscina (qui si può stare sul prato o affittare un ombrellone e due lettini spendendo 6 euro). Alcune experience e momenti con i keeper sono inclusi nel biglietto, mentre le esperienze più particolari sono a pagamento (ad esempio la Snorkel Experience costa 6 euro).

 

Copyright: Familygo. Foto di V. Dirindin; zoomtorino

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi