Le favole al telefono, proprio al telefono! Per tutti i bambini a casa da scuola

Iniziativa favole al telefono della compagnia teatrale Campsirago Residenza
Manuela Rosellini, autore di Family Go
Età bambini:  1-3 anni4-12 anni

In queste settimane non si può andare in teatro o in biblioteca, ma ogni bimbo può ricevere un regalo unico: un’originale lettura delle Favole al telefono di Gianni Rodari… proprio al telefono! È un’iniziativa speciale del centro di ricerca e di produzione teatrale Campsirago Residenza per tutti i bambini a casa da scuola a causa dell’emergenza coronavirus.

“C’era una volta… il ragionier Bianchi, di Varese. Era un rappresentante di commercio e sei giorni su sette girava l’Italia intera […]. La domenica tornava a casa sua, e il lunedì mattina ripartiva. Ma prima che partisse la sua bambina gli diceva: Mi raccomando, papà: tutte le sere una storia”, racconta Gianni Rodari nel suo meraviglioso libroFavole al telefono”.

Allo stesso modo, anche il vostro telefono può squillare e i vostri bambini possono parlare proprio con quel ragionier Bianchi di Varese che Rodari immagina chiamare la sua bambina tutte le sere per raccontarle una storia.

È questa l’iniziativa speciale “Le favole al telefono…al telefono!” messa a punto dagli attori e dalle attrici del centro teatrale Campsirago Residenza, che chiamano i bambini, giocano con loro e scelgono insieme quale favola di Rodari ascoltare.

Se lo vorranno, i bambini potranno poi, insieme ai loro genitori e nonni, inventare altre storie, scriverle a mano e inviarle per posta al Ragionier Bianchi presso Campsirago Residenza.

La nostra esperienza

Domenica pomeriggio, ore 16.30. Il silenzio di una atipica domenica di quarantena viene spezzato dallo squillo del telefono. “C’è Ginevra?“, chiede una simpatica voce all’altro capo del filo. E’ Miriam Bianchi, la nipote proprio di quel Signor Bianchi delle Favole al Telefono di Rodari. Nonno che, per inciso, fa spesso incursione durante la nostra chiacchierata… “C’è Ginevra?“, dicevamo.

E da qui hanno inizio venti minuti di favole, di racconti, di risate e di qualcosa in più che ci ha scaldato il cuore. Miriam chiede a Ginevra con chi gioca e se ha dei vicini speciali e allora nasce la storia di Ginevra, della sorellina Elettra e degli amichetti Francesco e Tommaso, tutti protagonisti di un mondo incantato in cui i bambini parlano una loro lingua speciale. E poi c’è Giovannino, il bambino sbadato che perde i pezzi per la strada: mentre ascoltiamo la sua storia vengo invitata a controllare che almeno Ginevra abbia tutte le parti del corpo al loro posto, piedini puzzoni compresi! Ed è col dispiacere di lasciare Miriam che siamo arrivati alla fine della telefonata.

Ps: se la sentite, ditele che Ginevra la saluta e ancora ripensa alle sue favole!

Informazioni Utili

Se volete prenotare “Le favole al telefono…al telefono!” per i vostri bambini potete scrivere a info@campsiragoresidenza.it indicando il numero di telefono a cui volete essere chiamati.

Una volta ricevuta la mail la compagnia vi contatterà per fissare il giorno e l’orario (le fasce disponibili sono dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00). Ogni lettura dura circa 20 minuti e il bambino può scegliere tre favole fra quelle proposte.

La lettura è rivolta ai bambini di ogni età. Se i vostri figli hanno meno di 5 anni si chiede a uno dei genitori di essere presente durante la telefonata in modo da intervenire se necessario per aiutare i bimbi nelle risposte.

Per dare un contributo libero o per avere maggiori informazioni, potete consultare il link www.campsiragoresidenza.it.

 

Copyright: Familygo. Foto di campsiragoresidenza.it

Pubblicato in