A Milano con i bambini: miniguida per visitare la città

Visitare Milano con i bambini
Letizia Dorinzi, autore di Family Go
Tempo necessario: Weekend
Età bambini:  1-3 anni4-12 anni13-18 anni

Sono lontani i giorni in cui Milano veniva identificata solo con lo smog e la nebbia. La città si sta sempre più europeizzando ed è davvero una meta perfetta per trascorrere un weekend in famiglia all’insegna di arte, cultura e, ovviamente, design. Il capoluogo lombardo vi aspetta per lasciarvi davvero a bocca aperta. Vi porto a scoprire gli itinerari noti e insoliti di Milano per bambini.

Vista dalle terrazze del duomoCamminando per Milano, soprattutto se la si conosce da tempo, si ha la percezione che qualcosa sia proprio cambiato. Tantissimi eventi per famiglie, locali molto particolari e instagrammabili, angolini che ti aspetteresti in qualunque capitale del Nord Europa e che invece ritrovi qui, all’ombra della Madonnina. I musei pullulano di iniziative per i bambini e la metropolitana capillare facilita notevolmente gli spostamenti urbani. Le vie d’acqua recentemente riscoperte e rivalorizzate riportano a un passato lontano,  quando ci si spostava su imbarcazioni. Milano è da sempre una città semplice da visitare, per l’organizzazione dei servizi e dei trasporti. Ora è anche bella. Che poi in realtà bella lo era anche prima. Bisognava soltanto darle una lucidata e fare un cambio di look. E ospitare un’esposizione universale.

Questa miniguida di Milano con bambini non pretende certamente di essere esaustiva. Sono tante le attrazioni della città che, vivendo un vero e proprio periodo di fermento culturale, muta continuamente. E in meglio. Da Piazza Gae Aulenti al Parco Biblioteca degli Alberi con il Bosco verticale sono tanti gli scorci in cui respirerete aria internazionale. Lasciatevi guidare dall’istinto e girate a zonzo con il naso all’insù.

A spasso per Milano con i bambini: itinerario del Duomo

Terrazze del Duomo di Milano - Madonnina     Duomo di Milano

Il colpo d’occhio quando si sale dalle scale della metropolitana e ci si trova davanti la facciata del Duomo è notevole, da solo vale una visita.

Se poi si arriva al tramonto quando il marmo si tinge di rosa è da rimanere incantati. Si parte perciò proprio da qui, dal Duomo. Per raccontare un po’ com’era la città, per entrare in una delle chiese più belle del mondo e per visitare quello che è a tutti gli effetti il centro di Milano. Quando si parla del duomo di Milano lo sguardo si alza sulla Madonnina, il simbolo del capoluogo lombardo. Per tantissimo tempo è stata la punta più alta della città, nessun altro edificio poteva superarla in segno di rispetto. Il Duomo di Milano va visto all’interno ma anche dall’alto. Una visita sulle terrazze del Duomo è davvero un must con i bambini che rimarranno affascinati dalle guglie e dalle statue.

Osservando il Duomo, alla destra trovate il Palazzo Reale sede di tantissime mostre visitabili anche con i bambini. Qui c’è anche il Museo del Novecento che offre una vista strepitosa su tutta la piazza.

Piazza Duomo dal Museo del Novecento     

Sulla sinistra, sempre tenendo il Duomo di fronte, si entra invece in Galleria Vittorio Emanuele, uno dei simboli indiscussi della città. La Galleria è bellissima, qui i bambini potranno divertirsi in un rituale meno elegante che gettare la famosa monetina in Fontana di Trevi a Roma ma le risate sono assicurate. Cercate sul pavimento di mosaico il famoso toro e schiacciategli i testicoli ruotandoci sopra con il tallone. Si dice che porti fortuna o comunque che garantisca un ritorno a Milano. All’altro capo della Galleria troverete Piazza Scala con il famoso teatro. Ci sono tantissimi spettacoli e balletti per i bambini al prezzo simbolico di 1 euro. Se sapete già la data della vostra visita al capoluogo lombardo vale la pena controllare le disponibilità con un certo anticipo. L’offerta, come si può facilmente immaginare, va a ruba.

Brera e la sua Pinacoteca: il cuore artistico di Milano

Pinacoteca di Brera MilanoUno dei quartieri più belli, considerato idealmente il cuore di Milano, è senza dubbio Brera con il suo fascino bohémien. Quella che tanti secoli fa era considerata la zona incolta ai margini della città, oggi è una delle mete milanesi che permette di calarsi davvero in un’atmosfera d’altri tempi. Perché Brera, con le sue vie acciottolate e gli scorci particolarmente suggestivi, è la Milano che non ti aspetti. La presenza dell’Accademia di Belle Arti, fondata con decreto imperiale firmato da Maria Teresa d’Austria nel 1776, ha consacrato Brera a distretto culturale della città, un quartiere di artisti, studenti e intellettuali.

La via più famosa è sicuramente via Brera con l’imperdibile Palazzo di Brera che ospita l’Accademia di Belle Arti, l’Orto Botanico, l’osservatorio di Brera e la famosissima Pinacoteca. Se, per motivi di tempo, non riuscite a visitare la Pinacoteca (dove si organizzano visite guidate e laboratori per bambini) prendetevi cinque minuti per ammirare il cortile interno e il palazzo. Meritano davvero.

Il Castello di Milano con Parco Sempione, il polmone verde della città

Come ogni grande città che si rispetti, anche Milano ha il suo castello, il Castello Sforzesco, uno dei grandi simboli della città nonché il suo più importante monumento difensivo. Alla morte dell’ultimo signore del casato Visconti nel 1447, i milanesi proclamano la Repubblica Ambrosiana e la fortezza dei Visconti viene in parte distrutta. Ci pensa Francesco Sforza, dopo aver sposato Bianca Maria ultima erede legittima dei Visconti, a ridonare splendore a quello che restava della rocca iniziando a costruire un castello imponente che rendesse giustizia alla bellezza di Milano. Con la Sala delle Armature, il Museo Egizio, la visita alle merlate e ai sotterranei, il Castello Sforzesco rappresenta una garanzia per chi viaggia con i bambini.

Dopo aver fatto il pieno di reperti antichi e medievali, cosa c’è di meglio di una corsa nei prati per far divertire i bambini?

Parco Sempione Milano     Parco Sempione Milano ponte

Sosta d’obbligo a Parco Sempione il polmone verde della città. Il parco è grandissimo e al suo interno trovate anche l’Acquario Civico di Milano, il terzo acquario più antico d’Europa e la Triennale, l’istituzione italiana dedicata al design, una realtà unica nel panorama nazionale.  Già che siete nei paraggi non lasciatevi sfuggire l‘Arco della Pace che per un attimo vi confonderà le idee tanto da chiedervi: sono forse a Parigi?

Milano città d’acqua: la Darsena e i Navigli

Milano città d'acqua     Navigli a Milano

Una visita a Milano non può dirsi completa senza un giro ai Navigli. Forse non tutti sanno che un tempo il capoluogo lombardo era una città d’acqua.

Non alla stregua di Venezia, ovviamente, ma, tanto per fare un esempio celebre, il Duomo è stato costruito proprio grazie ai canali che hanno permesso il trasporto del marmo. I Navigli di Milano infatti erano canali artificiali navigabili utilizzati per il trasporto di persone e merci oltre che per l’irrigazione.

Darsena MilanoLa Darsena era il porto di Milano e da qui partivano il Naviglio Grande che collegava Milano alla Svizzera e il Naviglio Pavese che arrivava a Pavia. Nel XX secolo, con il diffondersi di tram e treni, quasi tutti i navigli sono stati coperti. Negli ultimi anni tutta questa zona è stata riqualificata fino a diventare una delle più affascinanti della città. Palazzi a ringhiera, botteghe di artigiani, gallerie d’arte, tavolini all’aperto, negozi caratteristici e mercati suggestivi (come quello dell’antiquariato l’ultima domenica del mese) trasportano in una Milano di altri tempi. Andateci di sera per essere catapultati in una dimensione davvero particolare.

I navigli ovviamente possono essere visitati anche da un altro punto di vista e cioè dall’acqua. La durata dell’escursione è variabile, considerate almeno un’ora. Il giro classico con partenza dalla Darsena dura 55 minuti e consente di avere una visuale differente dei canali milanesi. La tariffa famiglia è molto interessante, 30 euro 2 adulti più bambino e 6 euro per ogni bambino aggiunto. Consultate il sito dei Navigli Lombardi per trovare l’escursione che fa per voi.

I musei più belli di Milano da vedere con i bambini

Pinacoteca di Brera - Visite guidate per bambini     Pinacoteca di Brera - visite guidate per famiglie

Visitare Milano con i bambini significa anche prendersi il tempo di esplorare i musei che la città offre. Laboratori per famiglie e attività studiate ad hoc per i più piccoli rendono l’esperienza interessante.

Vi consigliamo di consultare sempre i siti delle principali associazioni che si occupano di visite guidate per bambini come AdArtem, Aster, Opera d’Arte e ADMaiora

Partiamo dalla Triennale di Milano, una realtà davvero unica a livello nazionale. La Triennale offre offre un ricco programma per le famiglieDalla visita alla collezione permanente del Museo del Design ai laboratori di riciclo passando per l’Academy of Skateboarding, l’obiettivo è sempre quello di fornire un’esperienza formativa in grado di affinare il senso estetico dei bambini e di aiutarli a sviluppare un pensiero critico.

Il Castello Sforzesco  presenta tantissime attività per le famiglie. Ogni weekend sono previsti laboratori creativi, giochi, cacce al tesoro o visite guidate per bambini dai 4 ai 12 anni per scoprire il Castello e i suoi capolavori. Sempre nel weekend si svolgono  visite guidate alle merlate e ai sotterranei del Castello (età minima 10 anni). In alternativa è possibile scaricare e stampare una piccola guida per visitare il Castello in autonomia.

La Pinacoteca di Brera è una tappa imperdibile di un itinerario milanese. Ciò che differenzia la Pinacoteca da altri musei italiani è la presenza di grandi capolavori di diverse scuole, da quella veneta a quella fiamminga. Le visite guidate per bambini sono davvero molto interessanti. Il personale qualificato della Pinacoteca organizza ogni mese, laboratori e percorsi gratuiti compresi nel biglietto di ingresso. Per i bambini dai 5 ai 12 anni gli itinerari-laboratori del sabato pomeriggio sono un’occasione unica per avvicinare i più piccoli al mondo dell’arte.

Il MUBA, il Museo dei Bambini, è un must se viaggiate con bambini piccoli. Il museo infatti è particolarmente indicato anche per la fascia d’età prescolare. Situato in un luogo esteticamente bello, la Rotonda della Besana, con tanto di parco fruibile dalle famiglie, il MUBA è una scelta vincente. Le visite si svolgono nel pomeriggio in settimana e tutto il giorno nel weekend. Prenotate con un certo anticipo per non rimanere delusi.

Muba il museo dei bambini     Muba il museo dei bambini

Spettacolare il Museo della Scienza e della Tecnologia dove potreste trascorrere, volendo, anche una giornata intera tra locomotive a vapore, frammenti di luna, transatlantici e sottomarini. Da poco è stata inaugurata anche una nuova sezione permanente dedicata a Leonardo da Vinci. Nel fine settimana ci sono i laboratori per bambini incluso nel biglietto di ingresso.Il Museo è vicinissimo alla Chiesa di Sant’Ambrogio che vale assolutamente una visita.

Sottomarino Toti - Museo della scienza e della tecnica Milano     Interno sottomarino Toti

Anche il Museo Civico di Storia Naturale offre nel weekend tantissimi laboratori interessanti per famiglie a cura dell’Associazione Didattica Museale.

Il Grande Museo del Duomo consente di conoscere questa chiesa imponente in maniera più approfondita. Dall’interno alle terrazze, il Duomo è in grado davvero di affascinare i più piccoli. Le attività per famiglie si svolgono alla domenica.

L’Associazione Aster si occupa invece delle visite guidate per bambini al Museo Civico Archeologico e al Cenacolo Vinciano. 

La Galleria d’Arte Moderna (GAM) offre laboratori per i più piccoli ma andateci a prescindere dalle attività perché la villa e il parco sono davvero spettacolari. Se l’Arco della Pace trasporta con la mente a Parigi, qui ci sono scorci che rimandano virtualmente a Londra.

L’elenco dei musei imperdibili potrebbe continuare davvero all’infinito. Se avete figli appassionati, non perdetevi il Museo del Fumetto di Milano, con i relativi laboratori. Bellissima la Fondazione Prada con l’Accademia dei bambini, il progetto dedicato all’infanzia.

Per tutti gli altri musei e per le attività per famiglie vi rimando a questo link utilissimo sugli eventi a Milano per bambini. 

Esplorare e ammirare Milano con i bambini in modo alternativo

Accanto alle mostre e alle visite guidate, a Milano sono nate tantissime iniziative per esplorare la città in modo insolito o per ammirarla dall’alto.

L’associazione Innovaction Cult offre in particolare due tour per famiglie davvero perfetti anche per chi visita la città per la prima volta. TramKids è l’iniziativa che consente di ripercorrere i luoghi più importanti di Milano comodamente seduti a bordo di un tram storico. In alternativa i bambini (ma non solo) rimarranno affascinati dalla visita Highline Galleria Kids che permette di godere di una visuale sui tetti della città dalle esclusive terrazze della Galleria Vittorio Emanuele II, il salotto di Milano.

Visita guidata con bambini a Milano     Visita guidata con bambini a Milano

Se vi affascinano le visite guidate teatralizzate, date un’occhiata al sito Dramatrà. Poter girare per la città ascoltando la storia direttamente dai personaggi che l’hanno fatta (o meglio dagli attori travestiti) ha tutto un altro sapore.

Per ammirare Milano dall’alto, oltre a salire sulle Terrazze del Duomo, potete optare per il Belvedere del nuovo palazzo della Regione Lombardia, al 39° piano ovvero a 161 metri di altezza. Al momento il Belvedere è aperto gratuitamente al pubblico quasi tutte le domeniche ma consultate sempre il sito ufficiale con le informazioni dettagliate.

Consigli e altre info utili

Milano è davvero una città molto semplice da girare anche con i bambini. Per muovervi dimenticate l’auto e usate i tram o la metropolitana davvero comoda.

Tram con i bambiniRecentemente ATM ha introdotto una nuova agevolazione per chi viaggia in famiglia in maniera occasionale. I minori di 14 anni possono infatti viaggiare su tutti i mezzi di trasporto pubblico se accompagnati da un familiare adulto in possesso di un titolo di viaggio valido per il tragitto che si intende percorrere. Per poter usufruire dell’offerta bisogna solo compilare un modulo di autocertificazione scaricabile dal sito dell’ATM. La dichiarazione ha validità 60 giorni. Un’alternativa per le famiglie lombarde è invece la tessera senza scadenza Io viaggio in Famiglia che offre davvero enormi vantaggi per chi si sposta con i bambini.

Per tutte le altre info turistiche su Milano consultate la nostra sezione dedicata alla città o il sito ufficiale.

Copyright: Familygo. Foto di Pinacoteca di Brera, MUBA, Duomomilano, L. Dorinzi e Pixabay

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi