Orti Mantovani: festeggiamo con i bambini l’arrivo della primavera

Redazione, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: 1 giorno, Weekend

Età bambini:  1-3 anni4-12 anni

Sabato 23 e domenica 24 marzo Mantova celebra con “Orti Mantovani, Fiori semi e ortaggi nella città dei Gonzaga” l’arrivo della primavera. Due giorni alla scoperta del verde cittadino, quello di oggi e quello di un tempo. Con laboratori per bambini e passeggiate per orti e giardini.

Dal prestigioso Festival della Letteratura, che riserva tanti appuntamenti anche bambini e ragazzi, in giù Mantova si rivela una tra le città italiane più ambiziose in campo artistico, culturale e naturalistico. E questa primavera non farà eccezione. Sì, perché la bella città sulle rive del Po celebra l’arrivo della bella stagione con “Orti Mantovani, Fiori semi e ortaggi nella città dei Gonzaga“. Non la prima edizione dell’evento, addirittura l’edizione zero come a dire che da qui in poi si apre una nuova storia nella programmazione delle attività in città.

Lo scopo dell’iniziativa, in programma sabato 23 e domenica 24 marzo, è quello di collegare la storia millenaria della città con quella del verde che la circonda o che si nasconde nei suoi bellissimi giardini e palazzi. Botanica, dunque, ma non solo, perché oggi, come al tempo dei Gonzaga, l’orto (specie quello urbano) assume una valenza sociale, culturale, terapeutica e didattica. Senza dimenticare l’aspetto della sostenibilità che è uno dei cardini di tutte le agende politiche di questi e dei prossimi anni.
Simbolica e significativa anche la scelta della location: i Giardini Valentini, uno spazio verde recentemente restituito alla collettività mantovana. Come pure significative le figure chiamate ad animare questa “due giorni verde”:  maestri giardinieri, paesaggisti, agronomi, animatori culturali ed esperti di orti scolastici.

Questo perché, prevedibilmente, grandi destinatari dell’evento sono proprio i più piccoli, cittadini di oggi e soprattutto di domani. Per i bambini sono in programma laboratori per costruire hotel per insetti e seminare insalate e altri ortaggi in piccoli orti portatili. Mentre ai loro genitori sono dedicate sessioni di ginnastica per giardinieri (certo, perché anche muoversi per orti richiede una certa etichetta!), di arte dell’ikebana e di cucina di erbe spontanee e riso, alimento simbolo del territorio.
Per tutti, infine, una passeggiata cittadina per visitare alcuni giardini aperti per l’occasione e per scoprire dove erano dislocati gli orti urbani privati e l’orto botanico della città ora scomparso

Per informazioni:

http://cooperativalibraimantovani.com/wp/

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi