Fattorie didattiche del Veneto, per riscoprire i sapori, i valori e i tempi della terra

FamilygoSPECIAL, autore di Family Go
Tempo necessario: 1 giorno, Weekend
Età bambini:  0-12 mesi1-3 anni4-12 anni13-18 anni

Ma quante cose belle si possono fare in fattoria! Avvicinarsi agli animali, “imparar facendo”, “sporcarsi” mani e piedi per ritrovare un salutare e liberatorio contatto con l’ambiente che ci circonda. Questo e molto altro ancora offrono le Fattorie Didattiche del Veneto, una tra le prime regioni a valorizzare un patrimonio prezioso come quello dell’agricoltura e della civiltà rurale, con iniziative e attività per piccoli e grandi.

Un tuffo in un luogo magico dove frenesia e velocità sono banditi, e gli spazi sono invece incredibilmente dilatati. Un luogo che sa di erba e di pioggia, con la luce che filtra tra i rami degli alberi da frutto, dove si ascolta, nel silenzio, il rumore dell’acqua che scorre o il piacevole scricchiolio delle foglie che cadono. Qui l’azienda agricola è ricca di storia e di storie, delle donne e degli uomini che ci vivono e ci lavorano non solo per produrre ciò che noi mangiamo ma anche per difendere il nostro territorio, il nostro ambiente e le nostre tradizioni. È il mondo delle fattorie didattiche, dove i bambini assaporano i profumi e colori della campagna ed entrano in contatto con gli animali, imparando a conoscerne ritmi e abitudini. Un ambiente sicuro e autentico in cui i nostri figli, ma anche noi adulti, possiamo sperimentare antichi mestieri e apprezzare una diversa qualità della vita, staccandoci da tv, videogiochi, tablet e smartphone. Per apprendere come amare la terra e come rispettarla, anche quando torniamo alla nostra routine quotidiana.

     

In Italia, una delle prime regioni impegnate nel riconoscimento delle fattorie didattiche è stata il Veneto, con un progetto che da oltre 15 anni si propone di far conoscere ai cittadini, fin dall’età dell’infanzia, il territorio, l’agricoltura, la pesca e i loro prodotti, approfondendo il legame esistente tra alimentazione, cultura, tradizione locale e patrimonio storico-culturale. In strutture sicure e accoglienti, così come previsto dalla Carta della qualità che include elevati standard in termini di sicurezza, igiene, logistica e accoglienza, e accompagnati dagli agricoltori, capaci di trasmettere il “sapere” del proprio lavoro in tutti i suoi significati, visto che “non si insegna solo ciò che si sa, ma anche e soprattutto ciò che si è”.

     

Dalle poche decine di aziende iscritte all’Elenco regionale delle Fattorie didattiche all’inizio del progetto, si è arrivati oggi a quasi 300 realtà, che vanno da grandi tenute in aperta campagna a piccole realtà vicine o addirittura interne alle città. Troverete fattorie didattiche nelle zone costiere, proprio a ridosso delle spiagge del litorale veneto, e perfino nella laguna di Venezia; accanto a borghi antichi ricchi di storia e di suggestioni culturali e artistiche, o immerse nei parchi e nelle aree naturali protette; a pochi passi dal Lago di Garda e dai centri termali di Abano e Montegrotto Terme; arrampicate sulle colline tra oliveti, vigneti e frutteti, aggrappate alle montagne affascinanti delle Dolomiti. Chiunque desideri visitare le realtà paesaggistiche, culturali e ambientali della terra veneta, lo può fare anche così, avvicinandosi a questo patrimonio di luoghi ed esperienze, con la stessa curiosità e lo stesso desiderio di apprendere di un bambino.

     

La fattoria didattica per tutti: dalla scuola al bambino alla famiglia

Alla base del progetto regionale “Fattorie didattiche” vi era inizialmente la volontà di favorire l’incontro tra il mondo agricolo e i bambini, offrendo alla scuola una modalità innovativa di apprendimento basata proprio sull’“imparar facendo”.
Ad esempio, cosa insegnano gli orti? Insegnano la storia, la geografia, la chimica; ma insegnano anche la pazienza, l’attesa, il senso del limite, la possibilità del fallimento; insegnano, ancor più, la gioia e la responsabilità di occuparsi di un essere vivente.
“Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco”, usava ripetere il grande maestro Bruno Munari, citando un antico proverbio cinese: solo attraverso il fare, attraverso la creazione manuale, si impara e perché il fare abbia efficacia, questo deve essere piacevole e divertente. E cosa di meglio si può offrire ad un bambino del prendersi cura di un vitellino o un pony, di riconoscere ad occhi chiusi una pianta aromatica, di fare con le proprie mani il pane, la pasta, i biscotti o il formaggio, di raccogliere sugli alberi e negli orti i frutti tipici di ogni stagione e gustarli insieme?

     

     

La giornata in fattoria è un’esperienza rilassante e divertente, perché ricca di stimoli che solleticano i nostri sensi, che i bambini amano vivere anche al di là della scuola. Proprio per questo sempre più successo hanno gli “agricompleanni: fra galline, piante da innaffiare e dolci da preparare, si gioca all’aperto e si partecipa a laboratori creativi, si ascoltano storie e racconti, e la torta è fatta proprio con i prodotti del luogo!
E se già l’esperienza di un giorno in fattoria didattica è così ricca di emozioni, si può ben immaginare quanto i bambini amino le Settimane Verdi! D’estate, quando le scuole sono chiuse e i genitori al lavoro (ma negli ultimi anni anche a Carnevale, Pasqua e Natale), a molte mamme e a molti papà piace offrire questo regalo ai propri figli: perché stare immersi per più ore al giorno a contatto con ciò che è naturale aiuta a sviluppare la loro curiosità, a chiedersi il perché del mondo che li circonda, ad essere più sensibili e rispettosi dell’ambiente in cui vivono, a giocare con la fantasia, a passare del tempo con i propri amici senza mai annoiarsi, imparando sempre qualcosa di nuovo…

     

Così le fattorie didattiche stanno diventando sempre più un’ottima destinazione per il tempo libero delle famiglie, dove i più piccoli possono divertirsi a contatto con la natura e gli animali, e gli adulti hanno l’occasione di vivere esperienze ugualmente uniche, rilassandosi in mezzo al verde lontani dal traffico, unendo del buon cibo alla conoscenza di un mondo spesso a noi sconosciuto ma ancora così ricco di valori e di saperi.

Per saperne di più

La Carta della qualità delle fattorie didattiche del Veneto

Per conoscere le attività e i percorsi didattici che ogni fattoria propone, e avere i contatti per prenotare le visite, Provincia per Provincia, cliccate su:

Provincia di Belluno

Provincia di Padova 

Provincia di Rovigo

Provincia di Treviso

Provincia di Venezia

Provincia di Verona

Provincia di Vicenza

Per essere aggiornati sulle iniziative regionali, come l’annuale Giornata Aperta, la partecipazione a fiere e manifestazioni sul territorio, le domeniche in Fattoria, le Settimane Verdi e gli eventi speciali organizzati dalle singole fattorie, cliccate sulla Pagina Facebook delle Fattorie Didattiche del Veneto.

 

Copyright: Familygo, in collaborazione con Regione del Veneto – Progetto Fattorie didattiche. Foto di Archivio fotografico Fattorie didattiche del Veneto

 

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi