Il Ponte sospeso in Val di Rabbi, emozione unica a 60 metri di altezza

Manuela Rosellini, autore di Family Go
Tempo necessario: 1 giorno
Età bambini:  1-3 anni4-12 anni13-18 anni

60 metri di altezza per 100 metri di lunghezza con sotto la scrosciante Cascata Ragaiolo: il Ponte sospeso in Val di Rabbi è un’esperienza di quelle super, che per i bambini si traduce in un’impresa mozzafiato da ricordare e raccontare all’infinito. Ecco la nostra esperienza e i consigli su come arrivare e cosa vedere nei dintorni.

Il Ponte sospeso in Val di Rabbi era la nostra piccola impresa estiva. Quando abbiamo cominciato a pensare a una vacanza in Val di Sole con i bambini è salito subito in cima alla nostra to do list. E come tutte le imprese, ci ha fatto un po’ sudare. La prima volta, lo ammetto, non avevamo abbastanza informazioni e, complice il tempo avverso, abbiamo dovuto rinunciare. Ma niente panico. Ci siamo documentati meglio e la seconda volta il ponte tibetano a strapiombo sulla Cascata Ragaiolo ci ha regalato una giornata indimenticabile.

Ecco perché, oltre alle nostre emozioni, vi raccontiamo in dettaglio anche come arrivare al Ponte tibetano di Rabbi insieme ai bambini!

Ponte sospeso della Val di Rabbi, emozione pura

Val di Rabbi, Ponte tibetano     Val di Rabbi, Sentiero dell'acqua

Va detto che tutta la piccola Val di Rabbi è un gioiello di colori e merita una visita con il sole che si riflette sugli alberi e sui tantissimi corsi d’acqua, generando riflessi iridescenti superlativi. Il primo consiglio che ci sentiamo di darvi è quindi di scegliere una bella giornata per intraprendere questa escursione con i bambini.

Alessio saltella euforico per il percorso, ammira il Torrente Ragaiolo, ascolta il rumore scrosciante della cascata avvicinarsi sempre di più, finché non lo abbiamo visto sopra le nostre teste. Era proprio lui, il ponte tibetano.

Val di Rabbi, Sentiero dell'acqua     Val di Rabbi, Sentiero dell'acqua

Val di Rabbi, Ponte sospeso indicazioni     Val di Rabbi, percorso per il ponte tibetano

Da questo momento il sentiero si fa leggermente ripido: non è adatto ai passeggini ma i bambini possono affrontarlo facilmente e in 15 minuti circa si è sopra, pronti ad attraversarlo. 100 metri di lunghezza per 60 di altezza. Fotocamera o smartphone ben stretti e si parte!

Val di Rabbi, Ponte sospeso     Val di Rabbi, Ponte sospeso con i bambini

Il ponte ondeggia leggermente (se no che ponte tibetano sarebbe?) e Alessio ride, un po’ per l’emozione, un po’ per l’adrenalina. Non so nemmeno io quante foto abbiamo fatto, nel tentativo di tenere con noi un pezzetto di quell’emozione. Sta di fatto che tornati a casa abbiamo di nuovo voglia di tornarci!

Val di Rabbi, Malga Fratte     Val di Rabbi, panorama da Malga Fratte

Una volta completato il ponte abbiamo proseguito in direzione Malga Fratte, dove ci aspettavano canederli, strangolapreti e funghi e per i bambini cotoletta e patatine! Ci vuole una mezz’ora buona di cammino, il sentiero è leggermente in salita ma non particolarmente impegnativo. E il colpo d’occhio sulla valle dalla malga è fenomenale. Intorno placide pascolano le mucche e noi abbiamo cercato di fare il pieno di ossigeno, di colori e di felicità.

Consigli Utili: come arrivare al Ponte Tibetano di Rabbi con i bambini

Val di Rabbi, Ponte sospeso     Val di Rabbi, Ponte sospeso

Per raggiungere il Ponte tibetano il nostro consiglio è di arrivare prima delle 9.45 in modo da poter salire in auto fino al parcheggio Plan e lasciare lì la macchina. Dirigetevi quindi verso il campeggio: sulla destra, proprio davanti l’ingresso, parte il “percorso dell’acqua”. Una volta arrivati al ponte sul Torrente Ragaiolo e alla omonima cascata alzate lo sguardo… non potrete sbagliarvi!

Se arrivate dopo le 9.45 in alta stagione la strada è chiusa e dovete lasciare l’auto al parcheggio dei Forni. Da qui parte una navetta (5 euro adulto, 2 bambino, prezzi scontati se avete la Val di Sole Card). Chiedete all’autista di lasciarvi alla fermata Segheria, attraversate un piccolo ponte e svoltate a sinistra costeggiando la segheria e proseguite fino alla cascata. Considerate che il ponte tibetano, dal 2020, può essere percorso solo in un verso, quindi non andate alla malga pensando poi di fare il percorso al contrario!

Una volta ridiscesi a Plan c’è un bellissimo parco giochi in legno: i bambini – che hanno energia da vendere – si scateneranno subito, e voi potrete riposarvi.

Un’altra escursione in Val di Rabbi: le Cascate di Saent

Val di Rabbi, Cascate di Saent     Val di Rabbi, Cascate di Saent

Grandi o piccole, le cascate sono sempre uno dei nostri must. Sarà per l’aria frizzantina e le piacevoli goccioline, o per il rumore avvolgente. Comunque sia, in Val di Rabbi non avrete che l’imbarazzo della scelta. Oltre alla già citata Cascata Ragaiolo, un altro percorso porta alle più imponenti Cascate di Saent.

In questo caso dovete parcheggiare (o farvi lasciare dalla navetta) al parcheggio Coler. Da qui parte il sentiero per le cascate, molto suggestivo e panoramico ma nostro avviso più impegnativo di quello del ponte e in un’ora abbondante arriva alla cascata bassa. Noi ci siamo fermati, ma diverse famiglie hanno proseguito il giro ad anello passando anche per la cascata alta.

Val di Rabbi, Cascate di Saent     Val di Rabbi, Cascate di Saent

Al ritorno potreste fare tappa al Percorso a piedi nudi a Coler, oppure scendere con l’auto fino a San Bernardo per ammirare, già dal paese, le Cascate di Valorz, e per rilassarvi nel percorso kneipp mentre i bimbi giocano nel parco giochi adiacente. Qui per mangiare vi segnaliamo la Pizzeria 800 (si mangiano anche ottimi piatti tipici oltre alla pizza).

Per Informazioni

www.valdirabbi.com/it/passeggiate

 

Copyright: FamilyGO. Foto di M. Rosellini

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi