Weekend in Umbria nella magica Narni di Narnia tra parchi e musei a misura di bambini

Letizia Dorinzi, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: 1 giorno

Età bambini:  1-3 anni4-12 anni

Un paesaggio in bilico tra fantasia e realtà. Una città che ha ispirato un grande scrittore e ha dato il nome a un’opera incredibile “Le cronache di Narnia”. Resti romani e medievali che si affiancano e si sovrappongono per un viaggio incredibile, un vero e proprio tuffo nella storia. Con un’occhiata anche alla scienza. Un itinerario per un weekend in Umbria con i bambini senza dubbio travolgente.

Siamo in Umbria, nel cuore pulsante del nostro paese, nella zona intorno a Terni. Dove natura e cultura regalano ai visitatori quanto di meglio hanno da offrire per un weekend o un viaggio all’insegna del relax, del divertimento, dell’apprendimento ludico e della buona cucina. E ovviamente della fantasia. Per ripercorrere la storia dagli antichi romani al Medioevo, per capire come funziona il nostro pianeta in uno spazio espositivo scientifico davvero unico e per trovare le tracce del fantastico mondo di Narnia. Un itinerario che regala infinite emozioni.

Narni, l’antica Narnia

Narni-1-centro-storico-foto-regione-umbria-ph-m-tortoioli-cover Narni-centro-storico-umbria-ph-m-tortoioli2

Si parte da Narni, la città che ha ispirato il grande scrittore C. S. Lewis per la sua opera “Le cronache di Narnia”. L’autore, da sempre appassionato dei classici e di storia romana, ha per molto tempo studiato i percorsi consolari che da Roma portavano verso Nord evidenziando Narnia, antico nome di Narni. Ed è proprio questa bellissima città arroccata sulla collina che ha ispirato il nome per il regno del suo capolavoro.

Narni museo Narni museo2

Qui, per un’immersione totale nel mondo fantastico del libro, si viene accolti dal leone in pietra di Palazzo Eroli e il rimando al grande Re Aslan è immediato. Restando nel palazzo, imperdibile è il percorso museale permanente “Un Museo a misura di bambino” che permette ai piccoli visitatori di interagire con la collezione in esposizione. I fili conduttori dell’esposizione sono tre: la Narnia romana, il Medioevo e le produzioni artistiche dell’uomo dalla Preistoria ai giorni nostri. Il leone in versione cartone animato, chiamato Leon, rappresenta la mascotte che accompagna i bambini alla scoperta del Museo di Narni attraverso dei totem progettati su misura. E grazie ai giochi e ai brevi laboratori è possibile imparare la storia divertendosi.

Umbria-Rocca-di-Narni-Narni museoUmbria-Rocca-di-Narni-Narni museo (2)

Suggestiva la visita alla Narni sotterranea, un percorso davvero unico che parte dall’antico convento di San Domenico e permette di fare un salto indietro nel tempo di 2000 anni. L’antica cisterna, l’acquedotto romano, le segrete dell’Inquisizione e una prigione. Quanto basta per lasciare i bambini a bocca aperta.

Narni-ponte-romano-umbria-ph-m-tortoioliNarni-centro-storico-foto-regione-umbria-ph-m-tortoioli

E per finire la visita alla città vera e propria, arroccata su una collina, dove girando a zonzo tra vie, archi, fontane e palazzi si respira aria di Medioevo. Per prepararsi a un’esperienza medievale che difficilmente i bambini dimenticheranno.

Rocca di Narni, il primo parco medievale tematico dell’Umbria       

Umbria-Rocca-di-NarniRocca-di-Narni-eventi

Quale bambino non ha mai sognato di essere nominato cavaliere o dama? O di impugnare una spada vera e di liberare un principe da un terribile incantesimo? Alla Rocca di Narni, un bellissimo parco tematico medievale, tutto questo è possibile. Siamo a una manciata di chilometri da Narni, nella cornice della Rocca Albornoz, un magnifico castello risalente al 1371, quindi medievale per davvero. Qui ci si può immergere totalmente nell’epoca storica che forse più di ogni altra affascina i bambini perché stimola la fantasia, l’immaginazione e il desiderio di immedesimarsi. Le visite guidate per i bambini sono tre e si rivolgono a età diverse.

Umbria-Rocca-di-Narni-eventi-3Umbria-Rocca-di-Narni-eventi-2
Si parte con la visita fantastica, adatta ai più piccoli. Il giullare accompagnerà i bambini all’interno della rocca dove incontreranno streghe e altre figure fantastiche. Il loro compito sarà salvare il principe della Rocca, vittima di un incantesimo e per farlo dovranno superare alcune prove. Al termine i prodi valorosi verranno nominati cavalieri o dame con una cerimonia ufficiale. Una visita indicata per bambini più grandi delle scuole primarie è quella della vita cortese. Rivivere l’atmosfera di una vera festa di corte con tanto di balli da imparare. E ancora tante prove di abilità da superare, come il tiro con l’arco, l’asse di equilibrio e la corsa all’anello. Infine un addestramento ai primi rudimenti della scherma con spade di gomma ma con anche la possibilità di impugnare spade vere. Anche nel caso dei bambini più grandi ci sarà la nomina a dama o cavaliere con tanto di pergamena a certificarlo. Per finire, la visita storica, un percorso più serio pensato per i ragazzi delle scuole secondarie. Particolarissima, sempre per i ragazzi più grandi, l’attività di educazione al gusto in cui si conosceranno le abitudini culinarie del Medioevo e si vivrà l’esperienza dell’assaggio.
Tutti i percorsi hanno un costo che varia dai 6 ai 15 euro a persona. Le visite guidate si svolgono nei fine settimana ma è sempre opportuno chiamare in anticipo. http://www.roccadinarni.it/

Carsulae e i resti romani

Umbria-Rocca-di-Narni-Carsulae2Umbria-Rocca-di-Narni-Carsulae (2)

Si fa un salto millenario a ritroso nel tempo per essere catapultati in epoca romana. Ci troviamo
nell’area archeologica Carsulae, sulla via Flaminia tra Terni e Sangemini, a pochi chilometri da Narni. Qui è possibile ammirare la zona del Foro con i resti della basilica e di due templi identici, il teatro, l’anfiteatro e l’arco di San Damiano. Accanto all’area archeologica vera e propria, il parco ospita il centro di documentazione Ugo Ciotti dove è possibile ripercorrere la storia della città e la funzione che essa ricopriva in epoca romana.

Umbria-Rocca-di-Narni-Carsulae Umbria-Rocca-di-Narni-Carsulae3
Nel centro le attività per i più piccoli sono tante e diversificate, quasi tutte consigliate per bambini tra i 4 e i 10 anni. Da letture a merenda arricchite da attività ludiche a narrazioni realizzate con la tecnica del teatro in valigia, da passeggiate animate attraverso i resti romani all’immersione in una vera e propria redazione giornalistica gestita da gatti dove i piccoli visitatori potranno contribuire a scrivere la storia a quattro zampe.
Un modo originale per imparare rudimenti di storia romana divertendosi. www.carsulae.it/home.php?section=home&lang=ita

GeoLab, il museo di Scienze della Terra

Umbria-Rocca-di-Narni-geolab8 Umbria-Rocca-di-Narni-geolab9

Un po’ come a scuola, anche nella vita e nei viaggi ognuno ha le proprie preferenze. Bambini compresi. I vostri figli non amano la storia? Niente paura. Qui si ha molto da imparare anche sulla scienza. Il Geolab è uno spazio espositivo permanente dedicato alla divulgazione delle Scienze della Terra. Più che un classico museo è un laboratorio, perché qui è vietato non toccare. Il museo è nato da un’idea di Paco Lanciano e di Piero Angela. Il famoso conduttore, all’inizio del percorso, spiega in un video che l’esposizione è in realtà un grande viaggio che permette di scendere nelle profondità della terra e di scoprire che il nostro pianeta è vivo.

Grazie alle macchine interattive, il visitatore viene guidato alla sperimentazione e all’osservazione scientifica. Attraverso le cinque sale i bambini, in versione piccoli scienziati, ripercorrono l’evoluzione della Terra. Qui si scopre come si generano i terremoti, come si formano i vulcani e si possono analizzare minerali al microscopio. Un percorso interessantissimo che appassiona anche gli adulti perché al Geolab tutti i visitatori diventano protagonisti. www.sistemamuseo.it/ita/2/musei/41/san-gemini-umbria-geolab-museo-laboratorio-di-scienze-della-terra/

La Cascata delle Marmore

umbria-cascata-delle-marmore5La Cascata delle Marmore è a pochi chilometri da Narni e da Terni e merita sicuramente una sosta. Il fascino dell’acqua si unisce a quello di una natura rigogliosa e spettacolare che incanta grandi e bambini, per i quali sono previste le Fantapasseggiate, visite guidate con gli animatori, secondo un programma mensile. Per maggiori informazioni sulla Cascata delle Marmore leggete qui.

 

 

Informazioni turistiche

www.turismonarni.it
www.museiprovinciaterni.it

 

Copyright: Familygo. Foto di Regione Umbria-ph-M. Tortoioli; Carsulae; sistemamuseo.it;

 

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi