Weekend a Gubbio con i bambini, un tuffo nel Medioevo e poi tutti in bici e sul trenino

Weekend a Gubbio con i bambini, trenino Gubbio Express
Anna Rita Lisella, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: 1 giorno, Weekend

Età bambini:  4-12 anni13-18 anni

Un weekend a Gubbio con i bambini significa fare un viaggio nel tempo fino alle radici dell’antico popolo umbro, ma anche divertirsi a bordo di un allegro trenino, assaporare le irresistibili specialità locali o percorrere le vie della città su due ruote.

Quando mi capita di raccontare dell’Umbria è come aprire una valigia di ricordi e di esperienze che parlano delle mie radici, delle gite con i nonni durante l’infanzia e dell’amore e rispetto che nutro verso questa regione. Metà delle mie origini sono umbre grazie a mia madre che è figlia di Monteleone di Spoleto, il borgo medievale soprannominato “la Vedetta” della Valnerina (la valle percorsa dal fiume Nera, affluente del Tevere).
L’Umbria, cuore verde d’Italia, è un territorio pieno di tesori, di eccellenze e marchi dop e igp (olio e tartufi, vino, formaggi e salumi); di borghi medievali turriti e compatti, la cui stratigrafia custodisce le memorie e i capolavori di una storia millenaria (Umbri, Etruschi, Sabini e Romani prima e le fiorenti epoche del Medioevo e del Rinascimento poi).
Una regione che mescola alla maestosità e fierezza dei ducati e delle corti rinascimentali, il francescanesimo trionfante di Assisi e la fatica quotidiana di mani che hanno costruito con antiche pietre le proprie dimore. Insomma l’Umbria delle meraviglie, dove la visita e il soggiorno servono per ritrovare la giusta misura e l’equilibrio interiore, per nutrire il corpo con le eccellenze locali, e la vista e il cuore con tutti i tesori artistici che questa piccola regione custodisce.
Ed eccomi a raccontarvi di un weekend fuori porta di metà settembre, alla scoperta di una delle città più antiche dell’Umbria, Gubbio!

Gubbio, capolavoro medievale

Weekend a Gubbio con i bambini, vista dal campanile     Weekend a Gubbio con i bambini, Piazza Grande

Gubbio, città meravigliosamente conservata nei secoli e ricca di monumenti che testimoniano il suo glorioso passato, è considerata una delle città più antiche dell’Umbria. A testimonianza delle sue origini antiche sono le Tavole Eugubine, sette tavole bronzee scritte in lingua umbra considerate uno dei più importanti documenti italici (datate al III-I secolo a.C. ca.), conservate presso il Museo Civico del Palazzo dei Consoli. Il centro, chiamato dai romani Iguvium e poi Eugubium, fu distrutto dai Goti (552), conquistato dai Bizantini (592) e poi dai Longobardi (772), e risorse nel XI secolo quando si costituì come libero Comune.

Weekend a Gubbio con i bambini, Tavole eugubine     Weekend a Gubbio con i bambini

Nel XII secolo, con la guida spirituale del vescovo Ubaldo, vinse una guerra contro Perugia ed altre città vicine; grazie alla sua florida attività manifatturiera, specializzata in maioliche, raggiunse il massimo splendore nel XIV secolo, periodo in cui si arricchì di monumenti e assunse quell’impianto medievale (arroccato a diverse altezze su un versante del monte Ingino), che ancora oggi la caratterizza. Dal 1384 divenne poi parte del Ducato di Urbino e con questo passò alla Chiesa nel 1631.
Architettonicamente rappresenta il capolavoro della città Medievale e della società due-trecentesca, articolata nelle corporazioni di arti e mestieri che si “annusano” già all’arrivo in Piazza 40 Martiri. Questa nel Medioevo era sede di mercato mentre la loggia dei Tiratori accoglieva la lavorazione della lana.

Cosa vedere con i bambini: tutti sul Gubbio Express!

Weekend a Gubbio con i bambini, trenino Gubbio Express     Weekend a Gubbio con i bambini, trenino Gubbio Express

L’atmosfera medievale è fin da subito percepibile dai bambini che vengono trascinati indietro nella storia e ancora più in profondità… fino all’epoca dei dinosauri. Infatti, fino al 31 dicembre 2018 è possibile visitare la mostra, Extinction – Prima e dopo la scomparsa dei Dinosauri, dove attraverso modelli a grandezza naturale, fossili, calchi, pannelli e contenuti multimediali si raccontano la storia della vita sulla terra e le grandi estinzioni, richiamando le stratificazioni rocciose scoperte nella Gola del Bottaccione a Gubbio, che racchiudono questa estinzione di massa.
La nostra passeggiata, partendo dal basso, ci porta sull’acropoli, dove brillano il complesso urbanistico risalente al XIV secolo di Palazzo dei Consoli, simbolo della città e sede museale, la piazza pensile (o Piazza Grande) e il Palazzo Pretorio, oggi sede del Municipio. Da questo punto centrale e strategico abbiamo fatto una visita dei luoghi più significativi della città con il Gubbio Express, un trenino munito di audio video guida (in 6 lingue) che ci ha condotto in un Gran Tour di 40 minuti alla scoperta di 62 punti d’interesse. Un mezzo pensato anche al trasporto di bambini e persone con disabilità per far vivere a tutti la bellezza e lo splendore del passato. Un modo divertente per conoscere la città sia per i piccoli che per i grandi!

Weekend a Gubbio con i bambini, la festa dei Ceri     Weekend a Gubbio con i bambini, vista dal basso

Vivere Gubbio è un’esperienza che coinvolge tutti i sensi: dalla vista che si riempie di bellezze senza tempo, al tatto che ‘tocca’ la storia in ogni angolo della città; dall’olfatto purificato dalla natura, all’udito che si riempie di suoni, parole e invocazioni, raccontandoci della religiosità e delle credenze popolari. Tra tutte la spettacolare Festa dei Ceri che ricade il 15 di maggio, dove migliaia di eugubini residenti e fuori sede riempiono ogni via, ogni spazio della città per assistere alla gara tra i grandi e alti ceri (400 chili l’uno) trasportati a braccia fino alla Basilica di Sant’Ubaldo. Un’ascesa verso l’Alto che richiama antichissimi rituali già citati nelle famose Tavole Eugubine.
E infine il gusto, celebrato dal buon cibo, quello della tradizione, che si assapora in ristoranti e taverne disseminati in vicoli e viuzze. Come la famosa crescia di Gubbio (che nel resto della regione si chiama torta al testo), una sorta di focaccia cucinata su pietra rovente condita semplicemente con olio oppure farcita al tartufo o con prosciutti e formaggi locali. Lo ammettiamo, il sali e scendi per la città ci ha stimolato l’appetito e ci fermiamo per la pausa pranzo, facendo scoprire ai bambini anche la zuppa di cereali e legumi, detta la ‘mbrecciata, uno dei piatti più rappresentativi della tradizione gastronomica della regione.

Gubbio in bicicletta

Weekend a Gubbio con i bambini, in bici lungo le mura     Weekend a Gubbio con i bambini, Teatro romano e chiesa vittoriana

Il pomeriggio la nostra visita prosegue muniti di bicicletta, grazie al servizio Umbria&Bike che organizza tour anche su misura – su itinerari di difficoltà e tipologie differenti – e offre servizi come noleggio di bici con consegna in struttura e guide cicloturistiche certificate. Neanche a dirlo, la gita sulle due ruote ha reso i bambini ancora più entusiasti delle loro scoperte.

Weekend a Gubbio con i bambini, San Francesco e il lupo     Weekend a Gubbio con i bambini, Teatro romano e chiesa vittoriana

Ci siamo diretti verso il basso, ammirando il grande teatro romano del I secolo a.C. e scoprendo la città francescana con la visita della chiesa di San Francesco eretta presso il fondaco degli Spadalonga, famiglia che accolse e vestì San Francesco dopo l’abbandono della casa paterna, e della chiesa della Vittorina dove, secondo la tradizione, il temibile lupo che continuava a spaventare gli eugubini fu benedetto dal santo. Per i bambini è stato emozionante rivivere il racconto ai piedi della statua che li rappresenta.

Gubbio, la città “dei matti”!

Weekend a Gubbio con i bambini, la fontana dei matti     Weekend a Gubbio con i bambini, uno scorcio

Rientrando verso Piazza Grande, non poteva mancare la sosta alla Fontana del Bargello o dei ‘matti’; una fermata che ha divertito i miei bambini soprattutto quando hanno scoperto che era possibile prendere una patente molto speciale! La tradizione vuole infatti che intorno a questa fontana del ‘500 sia possibile prendere la Patente da matto, facendo tre volte il giro della fontana in presenza di un eugubino doc! La storia risale al 1880 ed è legata alle ‘birate’, ovvero ai veloci giri in Piazza Grande che si compiono durante la festa dei Ceri.
Completiamo il nostro weekend con la visita della Basilica di Sant’Ubaldo attraverso la Funivia Colle Eletto che in ogni stagione dell’anno (tranne che in situazioni di forte vento) trasporta i visitatori verso l’alto. Una visita davvero unica per i bambini che vivono l’emozione di salire il monte, godendo insieme ai grandi della vista della splendida Gubbio e di tutto il paesaggio circostante.

Informazioni Utili

Il nostro breve soggiorno è stato vissuto appieno anche grazie ai preziosi consigli e alla professionalità di UmbriaSi, tour operator specializzato per un soggiorno in Umbria unico e originale. Alla fine del viaggio i nostri bagagli sono pieni di un pezzo di quella regione che certamente ha per il bello una vera vocazione! Per ulteriori informazioni e per organizzare il vostro itinerario potete visitare anche il sito ufficiale della Regione Umbria.

 

Copyright: Familygo. Foto di A.R. Lisella; UmbriaSi; Gubbio Express

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi