Divertimento a Parigi: i parchi a tema e i luoghi delle fiabe

Redazione, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: 1 giorno, Weekend

Età bambini:  4-12 anni13-18 anni

Esistono luoghi magici non lontano da Parigi, dove eroi e personaggi fiabeschi fanno vivere ai bambini i loro sogni attraverso percorsi a dir poco “fantastici”. Dal più conosciuto parco Disneyland a quello di Asterix e Obelix per finire nel mondo di Tarzan o dei Vichinghi, sono tanti i parchi a tema nei dintorni della capitale francese che incanteranno tutta la famiglia.

L’itinerario tra i parchi divertimento limitrofi a Parigi è rivolto ai bambini e ai ragazzi, ma anche a tutti i genitori che li accompagneranno, e che si sorprenderanno felicemente bambini. Lo scozzese Andrew Lang diceva infatti “colui che vuole entrare nel Reame Fatato dovrebbe avere il cuore di un fanciullo”. Questa è la premessa d’inizio del nostro itinerario.

Disneyland Paris – Eurodisney

     

Entrare nel magico regno di Disneyland Paris il parco divertimenti per antonomasia, il più famoso dell’Île-de-France e di tutta Europa, è un’avventura indimenticabile. Visitare le cinque zone – Main street, Frontiereland, Adventureland, Fantasyland e Discoveryland – è come tuffarsi in una dimensione completamente incantata e non vi basterà certo un giorno.  Tante le novità per celebrare i 25 anni del Parco, tra cui l’attrazione 3D “Star Tours: l’Avventura continua” con cui andare alla scoperta dell’universo di Star Wars attraverso settanta diverse missioni; rinnovata anche una delle attrazioni più famose e amate, “Pirates of the Caribbean” con il mitico Capitano Jack Sparrow insieme a tutta la sua ciurma che aspettano i visitatori per vivere insieme nuove emozioni, tra colpi di moschetto, esplosioni, zombie e una leggendaria traversata in vascello.

     

Il parco è sempre piuttosto affollato, quindi è consigliabile acquistare i biglietti in anticipo sul sito internet controllando sempre le Offerte Speciali e gli eventuali pacchetti famiglia. Il soggiorno all’interno degli hotel interni è indimenticabile, ma chiaramente un po’ costoso. Il Parco di raggiunge da Parigi in meno di due ore con qualsiasi mezzo di trasporto anche pubblico. Consigliato a partire dai 5 anni. Per info: Disneyland Paris. 

Sulle orme di Asterix

     

Secondo parco di divertimenti francese dopo Disneyland Paris, Parc Asterix è interamente dedicato al piccolo astuto guerriero Asterix,  simpatico personaggio dei fumetti di Goscinny e Uderzo. “La Gallia”, “l’Impero Romano”, “la Grecia” “i Vichinghi” e “Attraverso il tempo” sono le aree tematiche in cui è suddiviso il parco: divertimento assicurato grazie a trentanove attrazioni, un delfinarium, coinvolgenti spettacoli e diversi hotel a tema. Si trova ad appena trenta chilometri da Parigi ed è aperto dal 31 marzo al 4 novembre 2018. Per raggiungerlo c’è una navetta che parte dal Louvre di Parigi. Per saperne di più leggi anche i  libri su Asterix.

Per i più piccoli: Parc Babyland Amiland e Royaume Des Enfants

     

Per i più piccoli, a pochi chilometri da Parigi, nel cuore della Foresta di Rougeau, si trova invece il Parc Babyland Amiland, dove passare ore spensierate su giostre, giochi acquatici, gonfiabili, piste ciclabili e attrazioni “dolci” come la ruota panoramica. Il parco apre in primavera e chiude dopo Halloween nelle date e orari indicati sul sito e nei mesi di luglio e agosto rimane aperto tutti i giorni.

Nelle località di Cergy, Draveil e Jablines si trovano invece i tre Royaume Des Enfants, con oltre venti attività all’aria aperta dedicate ai bambini da un anno in su, tra giostre, ottovolanti, un circuito per quad, palloni acquatici, tappeti e trampolini elastici, baby park e gonfiabili. I parchi rimangono aperti tutto l’anno e la vicinanza con Parigi (Cergy e Draveil sono raggiungibili anche con i mezzi pubblici in meno di un’ora) li rende una meta perfetta per una breve e spassosa gita giornaliera anche se viaggiate con bimbi piccoli.

Case sugli alberi, ponti, salti e foreste tra Tarzan e Davy Crockett

     

Le famiglie più avventurose che vogliono mettersi alla prova in splendidi contesti immersi nella natura, non possono mancare una visita al Chichoune Accroforest di Lésigny, il parco di tree climbing aperto a partire da marzo dove ci si può arrampicare sugli alberi fino a quindici metri di altezza in tutta sicurezza (attraverso diversi percorsi realizzati per ogni livello di preparazione, a partire da 3 anni), scoprire le diverse specie di piante e ammirare i simpatici conigli che scorrazzano liberi. Impossibile annoiarsi al Parc Lémurien, compreso in quindici ettari di foresta nel cuore del Domaine di Graville, a quarantacinque minuti da Parigi. Vi aspettano oltre centoventi attrazioni come il volo dell’angelo, le teleferiche e gli incredibili ponti tibetani, otto percorsi di difficoltà crescente tra gli alberi (dai quattro anni in su), un percorso coperto e l’esclusivo “Salto gigante di Tarzan”, per sperimentare un salto nel vuoto con partenza da brivido in caduta libera.  Per gli amanti del genere, da non perdere anche il Parc Aventure Davy Crockett di Marne la Vallée, parco di tree climbing con percorsi di diversa difficoltà, dai più semplici a quelli con acrobazie da capogiro. Il parco inoltre offre gratuitamente un “circuito forestale pedagogico” in collaborazione con l’associazione Noé Conservation.

Vichinghi per un giorno al  Puydufou

A tre ore da Parigi, verso sud-ovest, ben collegato prima con TGV e poi con navetta, si raggiunge un altro fantastico parco tematico, il Puydufou , con un ricco programma di spettacoli sui gladiatori, vichinghi, moschettieri e ricostruzione di villaggi medievali.

 



Booking.com

 

Pubblicato in