City break a Nizza in sella a una bici: dal mare alla città vecchia è un incanto

Heidi Busetti, autore di Family Go
Tempo necessario: Weekend
Età bambini:  4-12 anni13-18 anni

Dagli spaziali mercati ai vicoli della Città Vecchia, passando per musei e ristoranti di gran gusto, Nizza è una città dal clima è mite e temperato che sa farsi amare dalle famiglie, anche grazie alla sua favolosa ciclabile.

La guida che avete in mano vi apre le porte di un universo con tali e tanti tesori che non basterebbe una vita a esplorarli! Nel mondo sono pochi i territori che possono offrire paesaggi di questa bellezza, un numero così elevato di luoghi di grande pregio, eventi di ogni tipo, feste, manifestazioni culturali e sportive“. Apre così la guida dedicata a Nizza, una città a dir poco incantevole, una perla incastonata nella Costa Azzurra che così si chiama per la tinta piena e orgogliosa del suo mare, così azzurra da far a gara con i cieli tersi dell’estate.

Un quadro per chi sa cogliere la bellezza estetica dei paesaggi, una scoperta per chi è alla ricerca di una meta che coinvolga l’intera famiglia.

Dalla Vecchia Nizza al Museo di Chagall, dalle pedalate in bicicletta ai ristoranti in cui gustare la cucina nizzarda (patrimonio dell’Umanità) la città stupisce per sapori e colori, attività e relax… un incanto che vi consigliamo di visitare presto!

La Vecchia Nizza

Nizza in bici in famiglia, Cattedrale     Nizza in bici in famiglia, la Città Vecchia

Arriviamo dopo cinque ore d’auto e ci troviamo catapultati in un’altra dimensione. La Vecchia Nizza è davanti ai nostri occhi e scatena meraviglia: le stradine lastricate sono bordate da edifici antichi, negozi incantevoli e una moltitudine di tavolini sistemati come diligenti scolaretti accanto a ristoranti che propongono nel menù la famosa cucina nizzarda. Verrebbe da sedersi e gustarsi il momento, ma basta uno sguardo ai piccoli negozietti per capire che non c’è tempo da perdere se si vuol cogliere l’anima della città.

In breve ci si accorge che Nizza è colma di spunti singolari – dalla Pasticceria Maison Auer con prodotti artigianali disposti su mobili ottocenteschi, fino al negozio che propone solo articoli Made in France – e persone che gioiscono quando vedono gli italiani. Qui siamo di casa e la nostra lingua è parlata da molti e compresa da tutti. D’altronde, di Nizza era lo stesso Garibaldi a cui è stata dedicata una piazza con tanto di statua scolpita con lo sguardo rivolto al Bel Paese!

Anche l’architettura religiosa ha la sua da dire. Fortemente presente nella Città Vecchia, comprende un patrimonio eccezionale in cui spicca la Cattedrale Sainte-Réparate e l’incantevole Chapelle de la Miséricorde, testimonianza del barocco.

Pedalando in bicicletta, accanto a te…

Nizza in bici in famiglia     Nizza in bici in famiglia, il porto

Se camminare è il verbo che ben si sposa con i vicoli della Città Vecchia, pedalare è ciò che non può mancare visitando la Promenade des Anglais, sette chilometri di mare e cielo coronati da magnifici palazzi Art Déco, grandi hotel di lusso e splendide spiagge. Fu un inglese, il reverendo Lewis Way, a farla costruire a sue spese nel 1820. Nella sua forma definitiva – due carreggiate separate da un terrapieno orlato di palme, la “Prom” fu inaugurata dal Duca di Connaught, uno dei figli della Regina Vittoria.

La mattina successiva al nostro arrivo ci attende Michel Boudet (della Metropole Nice Cote d’Azur) che a diciotto anni era campione francese di ciclismo. Settant’anni portati con grinta, ci accompagna da Bike Trip per la nostra mattinata in sella. Come noi, anche Francesco, dodici anni, indossa il casco, poi partiamo alla volta della Promenade per la nostra passeggiata in bicicletta da Nizza a Saint-Lauren-du-Var.

Nizza in bici in famiglia, la ciclabile     Nizza in bici in famiglia, il lungomare

La pista ciclabile è una favola lunga diversi chilometri, disegnata tra l’azzurro del cielo e quello del mare. Arriviamo al Porto di Nizza, con le sue belle facciate rosso ocra e l’architettura sabauda, le barche e tutto il resto, per un totale di 20 chilometri tra andata e ritorno, praticamente sempre pianeggianti. È un’esperienza che possono fare anche le famiglie con bambini piccoli, perché la pista ciclabile è molto sicura. Inoltre, se ci si volesse fermare si potrà sempre godere della spiaggia e del mare, a pochi passi dalla pista! Non solo. Nei comuni di Nizza, Saint-Lauren e Cagnes-sur-Mer a disposizione del pubblico ci sono 1750 biciclette noleggiabili “vélo bleu” con accesso h24, 7 giorni su 7 per un’esperienza da vivere anche al tramonto!

Mercati, cucina Nizzarda e cultura

Nizza in bici in famiglia, mercato dei fiori     Nizza in bici in famiglia, mercato dei fiori

Se siete appassionati di piante e bellezza in generale, vi consigliamo di non perdere il Mercato dei Fiori, sul pittoresco Cours Saleya (c’è anche un comodissimo parcheggio a pagamento proprio sotto il mercato). Ci siamo stati pensando di scrivere e fotografare: siamo tornati con cinque cactus, di cui uno posizionato di traverso in auto data la sua dimensione!

Anche grazie al suo scenario giallo ocra, rettilineo e barocco, il mercato ortofrutticolo e dei fiori è stato classificato tra i primi cento mercati più pittoreschi di Francia. Dai cactus (appunto…) alle rose, dai ficus ai fiori recisi, l’offerta è infinita e riempie lo sguardo di meraviglia. Senza contare la proposta gastronomica che fa di Nizza un luogo perfetto per la famiglia: camminando lungo Cours Saleya sono diverse le specialità nizzarde per grandi e piccini acquistabili a pochi euro.

Nizza in bici in famiglia, mercato di Liberation     Nizza in bici in famiglia, mercato di Liberation

C’è poi il Mercato di Libération e della Gare du Sud, il più grande e popolare mercato di Nizza, dove incontrare i produttori locali, i banchi del pesce e i rivenditori di prodotti gastronomici. Aperto durante tutto l’anno, dal martedì alla domenica, il quartiere è vivace e popolare, arricchito dalla presenza di ristorantini, negozi e anche un parco dove rilassarsi con l’intera famiglia!

Ma c’è di più! Nizza offre anche uno sguardo singolare su due grandissimi pittori dell’arte contemporanea: Marc Chagall e Matisse, a cui ha dedicato due musei.

Nizza in bici in famiglia, Museo Matisse     Nizza in bici in famiglia, Museo Chagall

Il Museo Nazionale Marc Chagall è oggi la più grande collezione pubblica che raccoglie le opere dell’autore. Lo sapete? Fu Chagall stesso a decidere dove posizionare i suoi quadri dal grande pathos e dall’indimenticabile cromia. L’esposizione può essere visitata anche dai bambini per i quali è riservata una visita su misura e completamente in italiano! L’abbiamo sperimentato di persona ed è stata un’ora speciale.

Con i bambini infatti si gioca a riconoscere forme e personaggi, a dare un senso ai colori, a vedere la scena fin nei dettagli. Il risultato? I bambini vengono introdotti nell’opera di Chagall attraverso il divertimento.

Il Museo Matisse invece è collocato in una preziosa villa genovese del XVII secolo, all’interno dei giardini di Cimiez. Il museo monografico permette di seguire l’evoluzione artistica del pittore, che visse a Nizza dal 1917 fino al 1954, anno della sua morte.

INFORMAZIONI UTILI

A Nizza le famiglie sono le benvenute! Al motto di “Visitate di più in Costa Azzurra, spendete di meno” sono disponibili i French Riviera Pass che permettono l’accesso gratuito a 60 luoghi e attività, tra cui il treno turistico di Nizza, riduzioni e opportunità in negozi, ristoranti e attività di svago. La card costa 26 euro per 24 ore, 38 euro per 48 ore mentre per 72 ore il costo è di 56 euro. Alle famiglie è inoltre dedicato il marchio “Famille Plus”, un circuito di strutture che si impegnano a rispettare criteri di accoglienza di qualità per i nuclei famigliari. Tra le agevolazioni anche tariffe ridotte e attrezzature dedicate ai bambini. Per info www.nicetourisme.com.

DOVE MANGIARE

Nizza in bici in famiglia, Ristorante Acchiardo     Nizza in bici in famiglia, La Plaisance

Al fine di valorizzare la cucina nizzarda, l’Ufficio del Turismo Metropolitano Nice Cote D’Azur ha creato il marchioCucina Nizzarda, rispetto della tradizione“. Per poterne beneficiare, i ristoranti devono proporre nei menù delle ricette tradizionali selezionate. Vi consigliamo vivamente di entrare nei ristoranti che hanno il marchio esposto, poiché la cucina nizzarda è veramente una piacevolissima scoperta oltre che un’ottima esperienza per tutta la famiglia.

Ristorante Acchiardo – rue Droite, 38 – certificato Cuisine nissarde è un luogo dell’anima. La famiglia che lo gestisce, di origine piemontese, riesce a farsi amare fin dall’ingresso per la cordialità con cui accoglie i clienti. I piatti sono abbondanti e buonissimi, con proposte sia di pesce che di carne in perfetto stile nizzardo!

La Maison de Marie – rue Massena, 5 – situato nel cuore di Nizza, in una corte suggestiva con tanto di tavolini all’esterno per un’atmosfera a lume di candela, il ristorante propone piatti deliziosi serviti con gran classe. Il menù di 26,90 euro a persona include un primo, un secondo e un dolce. Non manca la pissaladière, una focaccia con filetti di acciughe, olive e aglio tipica di Nizza.

La Plaisance – Quai la Pérouse, Saint-Laurent-du-Var – Certificato Famille Plus, è un ristorante a due passi dal mare. Da provare il caffè gourmet che viene servito con porzioni di dolci differenti. C’è anche il menù bimbi, il che lo rende un ristorantino ideale per la pausa pranzo!

Ristorante Miamici – Boulevard Victor Hugo, 20 – Per chi non vuole rinunciare alla cucina italiana segnaliamo questo indirizzo. Ottime le pizze e i secondi piatti a base di pesce. L’atmosfera è riscaldata da musiche italiane in filodiffusione sia all’interno del locale che nel dehor.

Ristorante Monsigny – avenue Malaussena, 17 – situato a due passi dal mercato della Gare du Sud, offre piatti leggeri e di gran gusto! Noi abbiamo scelto un cuscus alle verdure e un’insalata nizzarda mentre Francesco ha ordinato un hamburger gigante… davvero meritevole.

Ristorante A Buteghinna – rue du marché, 11 – Certificato Cousine nissarde, è un locale piccolissimo che aumenta di metratura grazie ai tavolini disposti all’esterno. Propone piatti tipici come i peperoni all’olio d’oliva, cannelloni con ricotta ed erbette, e le petits farcis nicois (verdure locali ripiene).

Gelateria Arlequin – avenue Malaussena, 9 – Lo scriviamo a caratteri cubitali: qui abbiamo mangiato il gelato più buono del mondo! Il segreto? Le materie prime e tutto l’amore che il titolare, Roberto Francia, mette nel suo gelato che va dai gusti più classici a quelli più raffinati e a tratti orientali. A distanza di settimane abbiamo ancora ben impresso il sapore del gelato allo zafferano di cui abbiamo sentito ogni singolo pistillo. Roberto è un uomo spettacolare e la sua storia inizia in Emilia. Ha una dote incredibile: una “biblioteca” di sapori in testa, grazie alla quale riesce a cogliere gli abbinamenti perfetti e a sentirne il sapore in bocca prima della loro creazione. Se andate a Nizza, la gelateria Arlequin è una tappa obbligata. Ma siete avvisati: poi non vi accontenterete più del solito gelato. Strepitoso, da stella Michelin!

DOVE DORMIRE

Dormire a Nizza, Mercure Hotel Nice Centre Notre DameMercure Hotels Nice Centre Notre Dame – avenue Notre Dame, 28 – Hotel costruito in una posizione strategica, è ideale per tutta la famiglia. A due passi dalla fermata del tram che collega la città all’aeroporto, propone una colazione a buffet abbondante e gode di una piscina sul tetto con vista suggestiva su Nizza.

Ha un parcheggio convenzionato proprio di fianco all’entrata, perfetto per dimenticarsi l’auto e godersi la città!

Per Informazioni

www.nicetourisme.com
www.france.fr

 

Copyright: FamilyGO. Foto di Devid Rotasperti.

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi