Copenhagen con i bambini. Un viaggio da fiaba nella città della Sirenetta

Laura Tenebrosi, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: 1 settimana, Weekend

Età bambini:  4-12 anni

Colori accesi che contrastano con cieli burrascosi, grandi spazi verdi, viali pedonali e biciclette gratuite. Due parchi divertimento, uno zoo, un acquario, ma anche musei ricchi di storia e scienza, come il Viking Ship Museum e l’Experimentarium. I caratteristici canali, dove è d’obbligo un giro in battello. Ed ancora castelli fiabeschi e passeggiate sul mare. Tutto questo è Copenhagen, una città dove la cordialità è di casa, dove non manca mai il sorriso e la disponibilità nelle persone.

Nonostante il cielo a volte sia plumbeo, si percepisce il carattere solare di questa capitale nordica, dove i nostri figli non avranno un minuto per annoiarsi, e dove la Sirenetta (Little Mermaid), simbolo della città e protagonista di una delle più belle fiabe di Andersen, ci accompagnerà in una vacanza ricca di fascino ed emozione. Copenhagen è infatti una città che sa incantare grandi e piccini, certo per la presenza della Sirenetta adagiata placidamente su uno scoglio vicina a riva, ma anche per il Tivoli Gardens, lo splendido parco divertimenti nato nel lontano 1843, che propone attrazioni per bambini di ogni età. E poi lo zoo, dove, oltre ai tanti animali presenti, è possibile visitare un’area dedicata esclusivamente agli elefanti; l’acquario, alle porte della città, dove poter toccare con mano alcune creature marine, tra cui dei simpatici ed innocui baby squalo. Anche il Museo all’aria aperta, dove rivivere l’atmosfera contadina dei secoli scorsi, e il parco dei daini Dyrehaven vi aspettano a pochi chilometri dalla città, così come anche alcuni castelli fiabeschi.
Ma c’è tanto da fare anche quando piove! Il Museo Nazionale Danese propone un’area dedicata ai più piccoli, dove potranno cimentarsi come cavalieri e dare largo sfogo alla loro curiosità. E poi l’Experimentarium, con postazioni interattive dove i bambini possono fare dei veri esperimenti scientifici. E che dire del Viking Ship Museum di Roskilde, a mezz’ora di treno dalla capitale? E non perdetevi il cambio della guardia davanti al castello di Amalienborg!
Quante cose offre questa meravigliosa città, adagiata sul mare del Nord che ne mitiga il clima, ed attraversata da romantici canali, dove è d’obbligo un giro in battello fra le case colorate del famoso Nyhavn… ma attenti alla testa… i ponti sono molto bassi!

COSA VEDERE CON I BAMBINI

Copenhagen bambini, sirenetta      Copenhagen bambini, canali

Il nostro viaggio ci porta principalmente nella città di Copenhagen, capitale della Danimarca, con l’aggiunta di qualche gita fuori porta, come quella al Museo Vichingo di Roskilde, al magnifico castello di Frederiksborg a Hillerod e quello di Kronborg a Helsingor. Tempo di percorrenza massima di 30-40 minuti in treno.

Cominciamo subito la visita con la passeggiata sulla Langelinie per raggiungere la Sirenetta, dai danesi chiamata “Little Mermaid”. Siamo curiosi di vedere questa statua, simbolo della città, una statua in bronzo, di piccole dimensioni, adagiata su uno scoglio all’ingresso del porto. Subito quasi non la si vede. Poi, seguendo il gruppo di turisti che l’assedia costantemente, ne troverete la collocazione. La statua ha i lineamenti eleganti come quelli della bella sirena descritta da Hans Christian Andersen in una delle fiabe più rappresentative del suo genio letterario. Essa è presente qui già dai primi del Novecento, il suo sguardo è verso il mare, ma assente, forse sta ancora pensando al suo bel principe. La salutiamo, e ci avviamo verso un altro simbolo di storia danese, verso il castello della Regina, sempre restando in tema di principi e principesse.

Raggiungiamo a piedi il Castello Reale di Amalienborg, residenza ufficiale della Regina e della sua famiglia. Un’esperienza davvero emozionante è assistere al cambio della guardia, che si svolge tutti i giorni rigorosamente alle ore 12.00.

Tornando verso il centro città, ci dirigiamo verso il famoso Nyhavn, il viale pedonale sul canale più caratteristico di Copenhagen, dove decine di ristorantini invitano a sedersi per un brunch a base di Smorrebrod e ottima birra danese. Le case sono tutte coloratissime e, sia che il cielo sia azzurro o grigio, il contrasto è fantastico. Al termine del viale, andando verso il centro, potete provare il Canal Tour, un’affascinante gita per i canali della città con partenza da Nyhavn o Gammel Strand (con la Copenhagen Card la gita è gratuita ma solo per partenze da Gammel Strand) ed è un ottimo modo per vedere le meraviglie turistiche e architettoniche della città. Le imbarcazioni che vengono utilizzate sono basse e larghe, per consentire alle stesse di passare sotto i ponti anche con l’alta marea. E’ molto divertente per i nostri bambini, soprattutto quando si passa sotto i ponti: bisogna abbassare la testa e prestare molta attenzione.

Continuiamo il nostro giro per la città entrando nel centro storico attraverso lo Stroget. E’ un lungo e ampio viale, che attraversa la città da est a ovest, su cui si affacciamo negozi e centri commerciali (con enormi scaffali carichi di giochi), ristoranti e caffetterie. Artisti di strada, come pattinatori, cantanti improvvisati e burattinai intratterranno tutta la famiglia. Al termine del viale, nella zona ovest della città, proseguendo oltre la grande piazza del Municipio (fate caso al grande barometro in un angolo di un palazzo: oltre a segnare la temperatura mostra due piccole statue dorate che indicano la probabilità di pioggia) arriviamo allo splendido Parco divertimenti Tivoli. E’ il più antico d’Europa dopo il Bakken, l’altro parco alle porte di Copenhagen.

 I Tivoli Gardens

Copenhagen bambini, Tivoli Gardens     Copenhagen bambini, Tivoli Gardens

L’assetto originario dei Tivoli Gardens è rimasto invariato dal 1843. L’antico ingresso ha ancora un magico splendore, così come i giardini davvero meravigliosi. Si ha la sensazione di tornare indietro nel tempo, impressione data anche dalla ruota panoramica e le mongolfiere che salgono leggere nel cielo. I bambini sono attratti dai colori e i profumi di zucchero filato mentre gli adulti rimangono inebriati della bellezza del luogo. Andarci di sera, poi, con le luminarie accese, è ancora più suggestivo. All’interno troverete, oltre a giostre per bimbi (e genitori) di tutte le età, anche molti ristoranti tipici e non, negozi, stuzzicherie e caramellerie.

Per rimanere ancora all’aria aperta, fino a quando il tempo lo permette, vi proponiamo un giro allo Zoo. Si trova leggermente decentrato rispetto al centro città, vicino al grande parco del Frederiksberg. E’ molto interessante e ben tenuto, con grandi spazi verdi ed aree giochi per bambini. Degna di nota è La Casa degli Elefanti (Elephant House). Oltre al recinto dei pachidermi, davvero bello e grande, vi è anche un’area interattiva ed una mostra permanente sulla vita e le abitudini di questi animali. Nel 2013 lo zoo ha aperto l’Arctic Ring, per avvicinarsi a orsi polari, uccelli del Nord Atlantico e alle foche. Un’altra zona interessante è il Children’s Zoo, dove i bimbi possono cavalcare un pony, accarezzare le caprette o vedere una mucca mentre viene munta. Ci si può addirittura avvicinare ai serpenti… ma sarete tanto coraggiosi? Per i possessori della Copenhagen Card l’entrata è gratuita. Lo zoo è aperto tutto l’anno.

Se la giornata fosse particolarmente calda e soleggiata, perché non fare un pic-nic nel bel parco dei daini Dyrehaven, a pochi chilometri a nord della città? Precisamente si trova a Klampenborg, vicino al Bakken (S-Train linea E). E’ una zona faunistica di notevole interesse dove vivono daini e cervi in gran quantità. Per la maggior parte è costituita da bosco, proprio per salvaguardare l’habitat di questi animali, che qui vivono protetti.

Copenhagen è una città molto verde. Tra tutti i parchi, molto grazioso è quello di Rosenborg, con grandi spazi ed aree gioco attrezzate. Per le fanciulle più grandicelle consigliamo una visita al Museo del Castello omonimo, dove possono ammirare i gioielli della Corona. Entrata gratuita per i possessori della Copenhagen Card.

Copenhagen bambini, castelli      Copenhagen bambini

Bene, finora abbiamo parlato di ciò che questa bella città può offrire con la bella stagione. Ma cosa fare se piove o c’è troppo freddo? Se anche a Copenhagen il tempo è imprevedibile, vi sono attrazioni così diverse e interessanti che meritano tutto l’anno.
Uno dei motivi per venirci anche in inverno è l’Experimentarium. Si tratta di un museo della scienza con ben 300 postazioni interattive, dove i nostri bambini fanno esperimenti e giocano, usando tutti i cinque sensi. Entriamo per esempio nella Sala degli Specchi. Qui si può combinare la propria immagine nello specchio con quella di altri, oppure cambiare parti del proprio corpo. Altrimenti si possono fare bolle di sapone quadrate o triangolari, ma anche provare il brivido di essere protagonisti di un forte terremoto, o entrare nella galleria del vento. Per i più piccoli (3-6 anni) c’è il Kids’ Pavillon, un’area luminosa e colorata, pensata solo per loro: tutto è creato in modo da stuzzicare la fantasia dei più piccini e fargli vivere la scienza come un gioco. Quanto saranno felici a costruirsi una casa con una grande gru, o vedere i propri piedini appoggiati sulla testa, grazie al gioco degli specchi!
L’Experimentarium si trova alle porte di Copenhagen, a Hellerup. Ci si arriva con gli S-Train, partendo dalla stazione Norreport, Osterport o dalla stazione centrale, ed è aperto tutti i giorni.

Copenhagen bambini, Museo nazionale  Copenhagen bambini, Acquario

Altrettanto interessante è il Museo Nazionale Danese. Anche se il nome è altisonante, all’interno potrete trovare un’area dedicata completamente ai bambini: il ‘Children’s Museum‘ (per bimbi fino a 12 anni). Qui potranno trasformarsi in vichinghi e salpare su una nave dell’epoca, oppure indossare calzature medievali ed impersonare cavalieri, con tanto di cotta di maglia ed elmo. Le bimbe si vestiranno da principesse oppure con i vestiti che usavano tanto tempo fa le loro bisnonne. Vi è anche la ricostruzione di un’aula di scuola, come era in Danimarca attorno agli anni ’20. I bambini potranno giocare a fare gli insegnanti (una volta tanto!) e capire come poteva essere l’ambiente dove studiavano i loro bisnonni. Il museo si trova in città ed è aperto dal martedì alla domenica. L’ingresso è gratuito.

Estensione di questo museo è Il Museo all’aria aperta, situato a Lyngby (ci si arriva con gli S-Train B o E, poi autobus 182, 183 o 194), in una vasta area di campagna. Qui sono presenti ben 50 fattorie e case dell’epoca che vanno dal 1650 al 1950, provenienti da vari punti della Danimarca, Isole Faer Oer ed ex province danesi ora svedesi. E’ davvero possibile rivivere i secoli passati, tramite la ri-scoperta di antichi mestieri, mulini ad acqua e carretti trainati da cavalli. Sono presenti anche animali da fattoria, quali oche e pecore. E’ uno dei musei ‘Open Air’ piu’ vasti al mondo ed è aperto da aprile a fine ottobre. L’ingresso è gratuito.

Se i vostri figli sono particolarmente amanti delle creature marine, non potete mancare una visita all’Akvarium. Non è molto grande, ma ospita comunque una gran varietà di pesci, da quelli tropicali ai piranha, dagli squali alle piovre e alle tartarughe marine. Vi è anche una piccola vasca dove, sotto la supervisione di personale qualificato, è possibile toccare con mano piccoli animali, quali stelle marine, paguri e addirittura alcuni baby squalo! L’acquario si trova a Charlottenlung (S-Train linea C, poi seguire le indicazioni). L’entrata è gratuita per i possessori della Copenhagen Card.

GITE FUORI PORTA

La Danimarca dei Vichinghi

Copenhagen bambini, Museo Vichingo

I danesi sono famosi per essere stati un popolo di navigatori. Ma non navigatori qualunque, bensì vichinghi. I vichinghi vissero tra la Danimarca, Svezia e Norvegia intorno agli anni 700 – 1000 d.C. Erano guerrieri, ma anche esploratori, commercianti e pescatori.
A Roskilde (treno regionale in partenza dalla stazione centrale, percorrenza 30 minuti) c’è il famoso Viking Ship Museum, il museo delle navi vichinghe. Infatti, proprio nel fiordo di Roskilde sono state rinvenute ben 5 navi che dimostrano la grande abilità di questo popolo nel campo delle costruzioni navali. Alcune sono navi da pesca, altre da trasporto. E’ incredibile come siano giunte fino a noi, ben 1000 anni dopo! Nella parte esterna del museo sono esposte alcune ricostruzioni che, durante la bella stagione, portano i turisti a navigare all’interno del fiordo. Inoltre vi è un’area dedicata ai più piccoli, dove possono costruirsi scudo e spada da veri guerrieri vichinghi, oppure semplicemente colorare. All’interno del museo viene proiettato un film sulla vita di questo popolo, della durata di 20 minuti. E’ possibile ascoltarlo anche in italiano.

Il castello del principe Amleto

Copenhagen bambini, Castello Kronborg di Amleto

Il Castello di Kronborg a Helsingor (da Hillerod, prendere il treno locale, oppure prendere il treno regionale da Copenhagen) è uno tra i più importanti del rinascimento e il più visitato di Danimarca. Non solo per la bellezza delle sue architettura, anche per la leggenda che lo identifica come il castello del principe Amleto, figura mitica che ispirò il capolavoro teatrale di Shakespeare.
Tutto intorno alle mura vi è una bella passeggiata sul mare dove si può sostare sulla spiaggia di ciotoli e ammirare il paesaggio che vede di fronte la Svezia, nel punto più prossimo alla Danimarca. Per chi ha tempo, consigliamo anche una passeggiata per le vie di questo grazioso paese.

Vi sono nei dintorni di Copenhagen altri castelli bellissimi. Tra questi ci è piaciuto particolarmente il Castello Frederiksborg a Hillerod (S-Train linea E) con splendidi giardini, dove passeggiare ed ammirare romantiche geometrie.

COME MUOVERSI A COPENHAGEN

La Copenhagen Card

Copenhagen bambini, bicicletta      Copenhagen bambini

Il modo piu’ conveniente per visitare Copenhagen è acquistare la Copenhagen Card. E’ disponibile da 24, 48, 72 e 120 ore e permette di accedere a tutti i mezzi pubblici, compresi gli S-Train ed i treni regionali, oltre a garantire ingressi gratuiti o ridotti in tantissime attrazioni. Si acquista anche online.

In bicicletta…

Per gli amanti delle due ruote, Copenhagen è la città giusta. Centinaia di chilometri di piste ciclabili ed una politica votata a promuovere tale mezzo piuttosto che l’auto. Ci sono diversi punti dove poter noleggiare gratuitamente biciclette. Basta pagare una cauzione.

DOVE DORMIRE

Dagli ostelli agli hotel extra lusso, Copenhagen offre una vasta gamma di strutture in grado di ospitare tutte le tipologie di clientela. Per risparmiare, con la comodità di essere in posizione centrale, potete scegliere il Generator Hostel. Fa parte di una catena presente in altre capitali europee ed è dotato di camere da 2 a 4 letti con servizi privati. Wi-fi gratuito in tutta la struttura. La posizione è ottima: in pochi minuti a piedi potrete trovarvi sul Nyhavn oppure sullo Stroget. Le camere sono molto semplici, e i servizi offerti sono di base. Per questo motivo lo troviamo adatto a famiglie con bambini già grandi e abbastanza autonomi.
Per chi è maggiormente esigente, invece proponiamo il Tivoli Hotel. E’ leggermente decentrato, con camere e suite per coppie e famiglie numerose. E’ un hotel con sala conferenze, centro fitness e piscina, molto rinomato ed elegante, ma i bambini sono benvenuti. Sono a disposizione seggioloni, lettini con sponde e fasciatoi. E’ presente una playroom interna con muro/arrampicata, piscina di palline, ping-pong e giochi per PC, ed un giardino esterno con parco giochi. Anche il ristorante interno pensa ai suoi piccoli ospiti con un menù appositamente studiato per loro. Ottima la colazione, assortita per ogni gusto ed abitudine. In tutto l’hotel troverete Wi-fi gratuito ed è a disposizione uno shuttle che, ogni 20 minuti, vi accompagnerà al Tivoli Gardens.

DOVE MANGIARE

I piatti tipici danesi non sono tanti, ma sono decisamente appetitosi. Spaziano dalla carne al pesce. Per non parlare poi delle meravigliose pasticcerie che incontrerete… sarà difficile resistervi!
Per il pranzo noi consigliamo di fermarvi in uno dei tanti chioschetti ambulanti ed assaggiare i “polser”. Sono hot dog danesi, i wurstel sono di tantissimi tipi, davvero molto stuzzicanti e decisamente economici.
Altra soluzione (sempre per il pranzo), sono i ristorantini che propongono gli Smorrebrod. Sono tartine di pane nero farcite con burro salato e quello che uno vuole, dal pesce alle verdure, dalla carne ai paté. Vi consigliamo in questo caso il Nyhavns Faergekro sul Nyhavn.
Un altro ristorante carino per i bimbi è lo Sporvejen. Fanno hamburger giganti e piatti internazionali ed il locale è davvero simpatico, in quanto sembra di trovarsi all’interno di un tram! Molto particolare.
La catena Jensens Bofhus è dedicata particolarmente alle famiglie, con menù per bimbi e prezzi convenienti.
Non mancate di assaggiare un altro piatto tipico: le aringhe. Le troverete anche come ingrediente degli Smorrebrod e sarete proprio voi a crearvi la vostra tartina come meglio credete.
Per i più golosi consigliamo una sosta alla Pasticceria La Glace, la più antica di tutta la Danimarca. Ottima la cioccolata e dolci superbi per gli occhi e il palato.
E ricordate che a Copenhagen vi è la fabbrica della Carlsberg (nonché Tuborg), quindi il culto della birra è molto diffuso. Sparsi per la città (e anche davanti al Tivoli) troverete diversi birrifici artigianali, dove gustare una birra unica e dissetante. Naturalmente solo per mamma e papà!

EVENTI: UN NATALE DA FIABA

      

Copenaghen è la città del Natale, non solo perché la Groenlandia (parte della Danimarca) è il paese di Babbo Natale e la Danimarca è la patria del francobollo natalizio, ma perché è la festa natalizia più attesa da tutti i danesi, che continuano a tramandarsi la gioia e la ricca tradizione del Natale da una generazione all’altra.
Il Natale inzia il 27 novembre, giorno dell’accensione dell’albero di Natale. Vietato non esserci! E per tutto il periodo natalizio ogni angolo della città vi offrirà un ricordo indimenticabile.

COME ARRIVARE

Tra le compagnie low cost propongono voli diretti per Copenaghen a prezzi convenienti ci sono Easy Jet, con voli da Milano Malpensa e Veneziam, Vueling, con volo diretto da Firenze e Roma Fiumicino e Ryanair, con voli da Roma Ciampino, Milano Bergamo, Bologna.
In alternativa potete rivolgervi a SAS, la compagnia di bandiera. I prezzi sono di gran lunga meno convenienti, a meno che non si trovi un’offerta.

INFORMAZIONI TURISTICHE

www.visitdenmark.com
www.visitcopenhagen.com
www.wonderfulcopenhagen.dk

MAPPA DELL’ITINERARIO

Google map

 

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi