Legoland in Danimarca: a Billund il primo parco, e il più bello, compie 50 anni!

Letizia Dorinzi, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: Weekend

Età bambini:  1-3 anni4-12 anni13-18 anni

Legoland è tappa obbligata di un viaggio in Danimarca. Che sia itinerante o stanziale, lungo un weekend o più giorni, non ha importanza. Dal tempio dei mattoncini più famosi del mondo bisogna passare. E quest’anno si preannunciano novità importanti per un compleanno davvero speciale.

Legoland compie 50 anni, un traguardo di tutto rispetto per uno dei parchi tematici più amati in assoluto. Dai bambini di tutto il mondo ma non solo. Perché chi non ha mai giocato con i mattoncini Lego (e non continua a giocarci con i propri figli) alzi la mano.

Legoland Billund: il luogo in cui la magia ha avuto origine

Legoland in Danimarca, il parco di Billung, Legoredo town     Legoland in Danimarca, il parco di Billung, Legolaendere

La storia della nascita dei mattoncini Lego è molto affascinante. L’inventore, un certo Ole Kirk Kristiansen, falegname, si mise a costruire giocattoli nel lontano 1932 e nel ’34 coniò il termine LEGO, che deriva dall’espressione danese leg godt, ovvero “gioca bene”. I Lego sono, in effetti, giochi dal fascino immortale, amati da tutti i bambini che adorano assemblare, costruire e poi, ovviamente, rompere e disfare.
Billund è quindi la città in cui tutto è nato e il parco danese dedicato ai famosi mattoncini sorge proprio qui. Altri Legoland sono stati costruiti un po’ ovunque nel mondo. Non ho il raffronto con i Legoland d’Oltreoceano ma, per quanto riguarda l’Europa, il parco Legoland Billund è, per la sottoscritta, in assoluto il più bello.
Del resto che la Danimarca sia il paradiso dei bambini è ormai risaputo. E Legoland Billund ne è la conferma.

Legoland a Billund: le attrazioni del parco

Legoland in Danimarca, il parco di Billung, Duploland     Legoland in Danimarca, il parco di Billung, ninjago world

Il parco Legoland a Billund è enorme, visitarlo tutto in un giorno è un’impresa impossibile. L’ideale sarebbe soggiornare nei paraggi e dedicare a questo immenso mondo Lego almeno un paio di giorni. Sono tante le aree tematiche in cui bambini di diverse età (ragazzi e adulti compresi) possono trovare pane per i loro denti. Da Duplo Land, la sezione dedicata ai piccolissimi, a Knight’s Kingdom dove castelli e cavalieri la fanno da padroni. E poi Lego Ninjago World, Imagination Zone con l’acquario, Adventure Land, Pirate Land e Polar Land, con tanto di baia dei pinguini.

Legoland in Danimarca, il parco di Billung, Miniland     Legoland in Danimarca, il parco di Billung, knights kingdom

La meraviglia di Miniland, il cuore del parco, consente di fare un giro virtuale del mondo attraverso i suoi monumenti più famosi, tutti rigorosamente costruiti con migliaia di mattoncini colorati. E infine Legoredo Town, una delle zone più amate di tutto il parco. Dove il mondo Lego dà vita al selvaggio West, con le teste dei quattro presidenti del Monte Rushmore riprodotte interamente con i mattoncini. La perenne sfida tra indiani e cowboy vi occuperà tanta memoria nella macchina fotografica perché le curiosità sono davvero infinite. A distanza di anni i miei figli ricordano ancora il cane interamente in lego che fa la pipì vicino a una botte.

Il compleanno di Legoland: il parco si rifà il look

Legoland in Danimarca, il parco di Billung, Legoredo town     Legoland in Danimarca, il parco di Billung, Polarland

Nel 2018 si celebra il 50simo compleanno di Legoland e per l’occasione ci saranno importanti cambiamenti proprio nell’area dedicata a Legoredo Town. Una nuova attrazione, Den Flyvende Ørn (l’aquila volante), sarà la vera importante protagonista e regalerà grandi emozioni ai visitatori che avranno l’impressione di volare sulla schiena di un’aquila gigantesca. Anche l’ingresso del parco verrà sottoposto a qualche opera di restyling. Lo scopo, come precisato dal direttore stesso del parco, è quello di stupire subito il visitatore, di dare l’impressione che sia stato risucchiato in un mondo parallelo fatto tutto di mattoncini colorati. Per i bambini sarà come trovarsi di fronte ai lego delle loro camerette in formato gigante, una sorta di magia agli occhi dei più piccoli.
Il parco riapre i battenti il prossimo 24 marzo con tantissime novità. Anche se, come noi, ci siete già stati direi che vale proprio la pena tornarci. Per informazioni, potete visitare il sito ufficiale www.legoland.dk.

Come arrivare e info utili

A Billund c’è l’aeroporto servito da diversi voli low cost. Si può quindi organizzare anche solo un weekend a tema Lego se non si hanno tanti giorni a disposizione. Il parco è vicinissimo all’aeroporto e raggiungerlo è davvero comodo.
Si può scegliere un hotel all’interno del parco per usufruire di particolari convenzioni oppure soggiornare nelle vicinanze. Noi siamo rimasti per due notti nel resort Lalandia, un paradiso per le famiglie, a poche centinaia di metri dall’ingresso del parco (percorribili a piedi).
Per chi invece ha più giorni a disposizione e vuole scoprire quello che la Danimarca ha da offrire, ecco il nostro itinerario on the road che tocca le principali attrazioni del paese.

Per altre informazioni sulla Danimarca, consultate la sezione dedicata alle famiglie sul sito VisitDenmark.
www.visitdenmark.it/it/danimarca/attivita/vacanze-famiglia
www.lalandia.dk

 

Copyright: Familygo. Foto di legolandbillund

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi