Reggio Calabria, spiagge, archeologia e montagna: un unicum in punta di stivale

Giulia Caputi, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: 1 settimana

Età bambini:  0-12 mesi1-3 anni4-12 anni13-18 anni

Reggio Calabria, punta del nostro stivale, sorprende le famiglie con il suo patrimonio culturale oltre che per le acque limpide delle sue spiagge, affacciate su due mari. Ma se fa troppo caldo, c’è anche la possibilità di una bella escursione in montagna.

Questo mare è pieno di voci e questo cielo è pieno di visioni (…). Questo è un luogo sacro dove le onde greche vengono a cercare le latine” (Giovanni Pascoli, su Reggio). Voci e visioni, onde e racconti… così è Reggio Calabria, tuffata in un mare cristallino e affacciata sullo Stretto di Messina: punta estrema della penisola, città vivace e per certi aspetti sorprendente. Culla di millenarie civiltà, Reggio vanta uno dei Musei Archeologici più importanti d’Italia, dove sono conservati i famosi Bronzi di Riace, i due guerrieri greci che incantano per la loro bellezza e perfezione. Il “chilometro più bello d’Italia”, come si dice che Gabriele D’Annunzio abbia definito il lungomare cittadino, non vi deluderà con i suoi tramonti, la luce intensa, la via ciclabile e i numerosi lidi. E forse non tutti sanno che da Reggio si può fare un tuffo su due mari: che sia lo Jonio o il Tirreno, comunque vi immergerete in acque limpide su coste poco affollate, sempre pulite e con piccoli lidi ben organizzati.

Reggio Calabria, il chilometro più bello d’Italia

Reggio Calabria, gelateria Cesare     Reggio Calabria, lungomare

Il benvenuto a Reggio Calabria ce lo dà un chiosco verde posto all’inizio del bellissimo lungomare, sempre gremito di gente: è la gelateria Cesare, storico luogo diventato “istituzione” della città per la prelibatezza del suo gelato, davvero unico. Raccomandiamo di cominciare da qui la passeggiata, naturalmente con un cono in mano. Il centro storico si percorre volentieri a piedi passeggiando sul lungomare che è strutturato su tre livelli: uno parallelo al mare con pista ciclabile e accesso ai lidi estivi e all’Arena dello Stretto (sede di numerose manifestazioni estive); un secondo livello che si apre su un ampio marciapiede di marmo bianco affiancato da una ringhiera liberty e da una serie di aiuole e panchine da dove osservare il panorama dello Stretto con l’imponente figura dell’Etna sullo sfondo; infine, due livelli stradali divisi da aiuole e splendidi Ficus Magnolioides secolari, tra i quali i bambini si divertono a giocare a nascondino, per poi fare una pausa insieme al resto della famiglia nei vari bar e gazebo. E’ possibile anche affittare le biciclette o i risciò e far diventare la passeggiata un piacevole gioco per grandi e piccoli.

Reggio Calabria, lungomare     Reggio Calabria, lungomare

Sempre sul lungomare si possono ammirare le Terme Romane e le Mura greche della città. La passeggiata può proseguire, parallelamente, sul Corso Garibaldi, la principale arteria commerciale cittadina sulla quale si affacciano numerosi palazzi liberty. Piccoli tesori sono il Castello Aragonese e la Chiesa degli Ottimati di epoca Bizantina-Normanna.

COSA VEDERE CON I BAMBINI

Un tuffo nella storia: faccia a faccia con i Bronzi di Riace

Reggio Calabria, Museo Archeologico     Reggio Calabria, Museo Archeologico, Bronzi di Riace

Casa dei celebri Bronzi di Riace, recentemente rinnovato e riorganizzato, il Museo Archeologico MArRC si presenta oggi come un vero e proprio tesoro da scoprire. Luminosi sono gli allestimenti e interessanti le tavole descrittive, utili a ricostruire un vero e proprio percorso nella Magna Grecia. L’antica città di Reghion, infatti, faceva parte della Magna Grecia e fu fondata dai Calcidesi nel 720 a.C.
I Bronzi, i due splendidi guerrieri ritrovati 45 anni fa nel mare di Riace, sulla costa jonica reggina, sono esposti in tutta la loro bellezza in una sala dedicata, a cui si accede dopo aver visto un video che racconta le ipotesi sulla loro origine e la cronaca del loro ritrovamento. La perfezione e la maestosità di queste due statue, simbolo vero e proprio dell’ideale di bellezza dell’epoca Classica, colpiscono sia gli adulti che i ragazzi che spesso vi chiederanno di rivederli, quasi come fossero irretiti da tanto splendore. Il Museo realizza anche serate a tema nella terrazza affacciata sullo Stretto e laboratori per bambini.

Ecolandia, viaggio tra i 4 elementi

Reggio Calabria, Ecolandia     Reggio Calabria, Ecolandia

Ecolandia è un bellissimo parco ludico tecnologico e ambientale in cui osservare i fenomeni della natura, a partire dai 4 elementi, aria, acqua, fuoco, terra. Un luogo dove i bambini si divertiranno a correre appesi ad una carrucola, a suonare con l’aria, ad attraversare un fossato con una zattera o a perdersi in un vero labirinto. Sono presenti anche attività a tema e laboratori dedicati. Il parco è situato sul sito di un antico fortino, il Forte Gulli, di epoca ottocentesca, ad Arghillà, quartiere nord di Reggio. E’ gestito da un consorzio di imprese locali ed è diventato un luogo di svago adatto a tutta la famiglia perché ospita anche concerti, perfomance di artisti, rassegne jazz. Da non perdere!

Le spiagge per i bambini e il mare: Jonio o Tirreno?

Reggio Calabria spiagge, Scilla     Reggio Calabria spiagge, Jonio

Sia lo Jonio che il Tirreno sono vicini e facilmente raggiungibili in macchina o con i treni locali: la scelta migliore è quindi quella di andare un giorno su una costa e il giorno dopo sull’altra! Ed è quello che abbiamo fatto noi con i nostri bambini. La costa Jonica è generalmente caratterizzata da ampie spiagge e acque calde; la costa Tirrenica, detta anche Costa Viola, è caratterizzata da scogliere, piccole baie e borghi pittoreschi come Scilla.

Reggio Calabria spiagge, Scilla     Reggio Calabria spiagge, Stretto di Messina

Scriveva Platone nel IV secolo a.C.: “ogni cosa si tinge con le diverse tonalità del colore viola, dando vita ogni sera, con i suoi spettacolari riflessi, ad una visione sempre nuova“. La Costa Viola si raggiunge da Reggio in circa 15 minuti (percorrendo l’Autostrada del Mediterraneo verso Nord, direzione Salerno): consigliamo l’uscita di Santa Trada, anche se diretti a Scilla, per godere dell’incomparabile spettacolo dello Stretto di Messina. La zona è famosa anche per la pesca del pesce spada a Bagnara Calabra. Lungo la strada che collega Santa Trada a Scilla ci sono anche due lidi che guardano lo Stretto, ben organizzati e lontani dal traffico e dalla confusione: il Lido Onda Azzurra e il Cala Sangrioli. In entrambi troverete parcheggio interno, ombrelloni e lettini, ristorante di pesce, piccole insenature e scogliere. Arrivati a Scilla scoprirete che la città ha un’ampia spiaggia libera, la Marina Grande (detta anche Spiaggia delle Sirene), affiancata da diversi lidi privati dove è possibile noleggiare ombrelloni e lettini, giocare a beach volley o trovare giostre e scivoli per i più piccoli. Il panorama è davvero mozzafiato perché la spiaggia, sormontata dal Castello Ruffo, si affaccia proprio all’imbocco dello Stretto. Suggestivo e spettacolare è anche Chianalea, il vecchio quartiere dei pescatori, costituito da case strette e alte che danno su piccole spiagge. Con un’apecar è possibile fare il giro del paese e raggiungere il Castello.

Reggio Calabria spiagge, Scilla     Reggio Calabria spiagge, Scilla

Alla Costa Jonica si arriva da Reggio lungo la Statale 106 in direzione Taranto, attraversando cittadine storiche, alcune delle quali ormai abbandonate sulle colline, e paesi più moderni costruiti sulla costa negli anni ‘60. Inoltre, questa è la zona del “Grecanico” perché alcuni centri mantengono un’identità greca nelle denominazioni dei luoghi e nelle tradizioni popolari. Qui ogni località ha un piccolo lungomare e una serie di spiagge libere o di lidi organizzati, oltre a diversi campeggi e residence turistici. Tra le più belle segnaliamo Annà di Melito Porto Salvo, con piccolo lungomare, spiagge libere e lidi organizzati con ristoranti e servizi (ombrelloni, sdraio, docce, wc). Sulla collina alle spalle del mare c’è il caratteristico borgo di Pentadattilo (che in greco vuol dire “cinque dita”) che prende il suo nome dalla roccia sovrastante, i cui pinnacoli e guglie ricordano appunto le cinque dita di una mano. Il paese è ormai abbandonato ma è diventato negli ultimi 20 anni luogo di performance di artisti, attività e campus estivi, grazie all’Associazione Pro pentedattilo. Altra località da visitare è Ferruzzano con la sua spiaggia bianca caratterizzata da un paesaggio brullo e selvaggio, adatto soprattutto a chi ama i luoghi incontaminati (non vi sono lidi attrezzati, quindi portatevi tutto il necessario).  Molto scenografica è poi la lunghissima spiaggia di Roccella Jonica, Bandiera blu 2014-2015-2017. Nel mese di agosto il paesino e la rocca sono inoltre protagonisti del Roccella Jazz Festival, conosciuto da tutti gli amanti del genere.

Tra i boschi dell’Aspromonte

Aspromonte, Aspropark     Aspromonte, Aspropark

Reggio non ha solo “due” mari, ma anche “una” montagna, l’Aspromonte, che con i suoi 1.400 metri d’altezza sul livello del mare permette ampie passeggiate estive. La località turistica più conosciuta è Gambarie – tra l’altro stazione sciistica in inverno – raggiungibile con la strada SS183 (circa 32 km). Il percorso è molto affascinante perché man mano che ci si allontana dal mare e dal panorama dello stretto, più brullo ed aspro, si aprono paesaggi verdeggianti tra freschi boschi con una enorme varietà di fauna e flora e numerosi sentieri naturalistici adatti anche alle famiglie. A pochi km da Gambarie, in località Forge, si trova l’Aspropark, un nuovo parco avventura, perfetto per una giornata diversa da passare in famiglia.  Accanto a una bella area pic-nic con barbecue inclusi, è possibile provare diversi percorsi passeggiando tra gli alberi, sia per bambini che per adulti. Sarà poi divertente, così come abbiamo fatto noi, osservare i grilli che numerosi saltellano tra le felci e gli alberi. Ci sono anche una piccola area giochi con scivoli ed altalene, un pony che susciterà la curiosità dei più piccoli e un sentiero adatto anche ai portatori di handicap con piante di diverso tipo.

INFORMAZIONI UTILI

Come arrivare

In aereo: lo scalo di Reggio è collegato con Roma Fiumicino e Milano Linate.
In treno: con Trenitalia dalle principali stazioni fino a Reggio di Calabria Centrale.
In auto: Autostrada A2 Salerno Reggio Calabria (l’autostrada del Mediterrane), rinnovata e a tratti, con paesaggi spettacolari.

Vi consigliamo, in caso di arrivo in treno o aereo, di noleggiare un auto per poter raggiungere zone incontaminate difficilmente visitabili in altro modo.

Dove Dormire

A Reggio in centro città sono presenti numerosi B&B e alcuni alberghi. Tra i B&B vi segnaliamo Chateaux , vicino al Castello Aragonese; La Peonia, con ampie camere anche per famiglie; Casa Canale che dispone anche di una casa vacanze sulla costa jonica. Tra gli alberghi c’è il Grand Hotel Excelsior mentre se preferite la vacanza in agriturismo a Roccella Jonica trovate l’Agriclub Le Giare.

 

Copyright: Familygo. Foto di G. Caputi

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi