Alsazia. Mulhouse, dalla Bugatti al Piccolo Principe, una città ricca di colori

Heidi Busetti, autore di Family Go

Autore:

Età bambini:  4-12 anni

Il parco zoologico e botanico, la Città dell’Automobile, la Città del Treno, e ancora il Parco divertimenti del Piccolo Principe. Ecco alcune attività che potrete vivere in famiglia recandovi a Mulhouse, una città aperta al mondo da sempre!

Il suo programma per l’estate è ricco di eventi per grandi e piccini, raccolti in una guida interamente dedicata ai “family events”, come “le festival Automobile”, il cinema en plain air al Parco Salvator e il Foire Kermesse, uno dei più grandi festival di Francia con corse da brivido, treni fantasma, stands di peluches e moltissime attrazioni studiate per grandi e piccini! Dunque siete pronti? Non vi resta che partire!

Cosa vedere a Mulhouse, città dalle mille sfaccettature

Ve lo consigliamo di cuore. Una mattina, presto, quando è appena sbocciato il sole, dovete recarvi al mercato di Mulhouse. Rapanelli, asparagi bianchi, rape… e poi il ristorantino, con quei fragranti croissant che ti vien da cantare la Marsigliese non appena ne metti in bocca un pezzetto.

Mulhouse-la-giostra-in-piazza-a-mulhouse Mulhouse-la-piazza-di-mulhouse-photo-devid-rotasperti(1)

La città è ricca di colori: dai murales dipinti su grandi palazzi, ai volti che appartengono a 130 nazionalità diverse, con caratteri, etnie, religioni differenti tra loro eppure integrate. Viaggiare a Mulhouse significa conoscere il più grande museo di automobili al mondo, con la più importante collezione di Bugatti, dove scopri che il primo viaggio in auto tra due città lo compì una donna, con a bordo i due figli adolescenti, senza che il marito (inventore dell’auto stessa) lo sapesse.
Ecco a cosa serve partire per Mulhouse: serve a salire su un treno dell’Ottocento, carico di vecchie valigie che custodivano speranze. E a conoscere un “Greeter”, ovvero un pensionato che ha deciso di offrirsi volontario per raccontarti la sua città, di cui è perdutamente innamorato.

La Cité de l’Automobile e la Cité du Train

Mulhouse-automobile-photo-devid-rotasperti(2) Mulhouse-automobile-photo-devid-rotasperti(4)

Con oltre 400 vetture d’epoca di 97 marchi, questo museo costituisce una delle collezioni più belle del mondo. La Cité de l’Automobile sorge in un’ex filatura di lana del XIX secolo, acquistata dai fratelli Schlumpf nel 1957 per essere trasformata, pochi anni più tardi, in un vero e proprio tesoro dedicato alle Quattro Ruote. Grazie a divertenti audioguide che raccontano non solo la storia dell’automobile, ma anche aneddoti e curiosità, i bambini vengono coinvolti in un mondo fatto di carrozze, auto sperimentali, e automobili di lusso, come le Bugatti Royales, dedicate a principi e re.

Mulhouse-automobile-photo-devid-rotaspertiMulhouse-photo-devid-rotasperti(5)

Una vera e propria immersione culturale, durante la quale scoprire, per esempio, che fu Carl Benz l’inventore della prima macchina col motore a scoppio, e del velocipede, una macchina a tre ruote che viaggiava a 15 chilometri orari. Un bel giorno, nel 1888, sua moglie Berta e i due figli presero la macchina e percorsero 180 chilometri. Fu la pima volta nella storia che una macchina a petrolio collegò due città, con a bordo due adolescenti e una donna, all’insaputa dell’inventore stesso!

Mulhouse-museo-nazionale-della-ferrovia-photo-devid-rotasperti (5) Mulhouse-museo-nazionale-della-ferrovia-photo-devid-rotasperti (6)

Per gli amanti dei mezzi di trasporto, non è finita qui! A Mulhouse esiste anche un Museo Nazionale della Ferrovia, che mette in scena locomotive che sono veri e propri capolavori, perfetti per dar vita ad un viaggio nel tempo!

Mulhouse-museo-nazionale-della-ferrovia-photo-devid-rotasperti (4) Mulhouse-museo-nazionale-della-ferrovia-photo-devid-rotasperti (3)

Una trentina di treni sistemati in grandi padiglioni per raccontare la storia della ferrovia, dalle origini fino ai giorni nostri, con vagoni arredati ed abitati da personaggi vestiti secondo la moda del tempo. Impossibile non restare ad occhi aperti, affascinati da tanta bellezza!

A spasso con il Greeter!

Mulhouse-nel-municipio-di-mulhouse-con-il-greeter-photo-devid-rotasperti(1) Mulhouse-nel-municipio-di-mulhouse-con-il-greeter-photo-devid-rotasperti(2)

Per chi ama invece scoprire il cuore di Mulhouse è indispensabile prenotare un greeter, ovvero un abitante che si offre di mostrarvi la sua città, semplicemente per amore della stessa. Studenti, pensionati, appassionati non importa, i greeters vi conducono alla scoperta di Mulhouse con un attaccamento davvero ammirevole.

Mulhouse-nel-municipio-di-mulhouse-con-il-greeter-photo-devid-rotasperti(4) Mulhouse-nel-municipio-di-mulhouse-con-il-greeter-photo-devid-rotasperti(3)

Raccontano le vicende umane della città, ma anche il futuro visto in prospettiva di chi sa affrontare i cambiamenti. D’altronde non è certo la prima volta che Mulhouse si mostra all’altezza della storia. Inizialmente svizzera – nella piazza centrale ancora oggi c’è un edificio con la statua di Guglielmo Tell ed una via a lui dedicata, e sulla facciata del Municipio sono affrescati i simboli degli antichi cantoni svizzeri – la città passo poi alla Germania, per divenire, dopo la Seconda Guerra Mondiale, francese. Il suo simbolo è la ruota di un Mulino (da cui la parola tedesca Mulhouse: “la casa presso il mulino”) ed oggi è un vero e proprio esempio di come sia possibile riconvertire il patrimonio industriale.

Mulhouse-la-piazza-di-mulhouse-photo-devid-rotasperti(2) Mulhouse-mulhouse-photo-devid-rotasperti (2)

Le fabbriche dismesse, infatti, sono ora luoghi nevralgici di movimenti artistici e punto d’incontro tra generazioni. Un bellissimo gesto? Quello del Comune di Mulhouse che, da 15 anni, acquista ogni anno la scultura di un artista, trasformando così la città in un museo a cielo aperto.

L’Ecomuseo e il Parco del Piccolo Principe

Mulhouse-ecomuseo-alsace-photo-devid-rotasperti(2) Mulhouse-ecomuseo-alsace-photo-devid-rotasperti(8)

Un’esperienza indimenticabile per tutta la famiglia è sicuramente la visita all’Écomusée d’Alsace, un villaggio vivente con case a graticcio, dove grandi cicogne alsaziane tracciano grandi cerchi nel cielo, mentre nelle casette rivivono antichi mestieri: dal falegname alla cuoca di erbe, dal fabbro al panettiere, fino al barbiere, quest’ultimo a disposizione per chi voglia provare una rasatura con crema da barba e lametta… gratis!

Mulhouse-ecomuseo-alsace-photo-devid-rotasperti(3) Mulhouse-ecomuseo-alsace-photo-devid-rotasperti(1)

Proprio così. Bruno, che ha un negozio in città ma nel fine settimana si impegna gratuitamente al villaggio, vi coccolerà con grande cortesia, radendo la barba ai papà che vogliono provare un’esperienza insolita, a base di lametta, una pietra di sale (per chiudere le piccole ferite) e un asciugamano caldo (per aprire i pori). Una sorpresa? Il barbiere parla italiano, così come il greeter e altre persone di Mulhouse!

Mulhouse-ecomuseo-alsace-photo-devid-rotasperti(7) Mulhouse-ecomuseo-alsace-photo-devid-rotasperti(4)

Arrivati in fondo al villaggio, troverete ad attendervi un calesse pronto a portarvi in un altro luogo magico: il Parco del Piccolo Principe.

Mulhouse-parco-del-piccolo-principe-photo-devid-rotasperti(1) Mulhouse-parco-del-piccolo-principe-photo-devid-rotasperti(3)

Un vero paradiso a misura di bambino, per un divertimento sano e ricco di poesia! Tra le attrazioni, anche una grande mongolfiera, un labirinto, le sedie volanti ed il gioco nel padiglione 5, “Courrier Sud”, dove sperimentare le conoscenze dei piccoli divertendosi in famiglia!

Il parco zoologico e botanico

Mulhouse-parco-zoologico-e-botanico-mulhouse-photo-devid-rotasperti(4) Mulhouse-parco-zoologico-e-botanico-mulhouse-photo-devid-rotasperti(5)

Infine, impossibile non visitare uno dei più antichi zoo di Francia, con gli animali del Grande Nord – come i maestosi orsi polari o i lupi – e la zona dedicata all’Australia dove figura un delizioso canguro rosso. Qui i bimbi possono vedere coccodrilli, cicogne, zebre, lemuri, restare colpiti dalla bellezza di leoni e tigri, e assistere al “feeding time”, dove gli operatori nutrono otarie, pellicani, lupi, orsi e simpatici pinguini.

Mulhouse-parco-zoologico-e-botanico-mulhouse-photo-devid-rotasperti(3) Mulhouse-parco-zoologico-e-botanico-mulhouse-photo-devid-rotasperti(2)

Insomma, molti sono i motivi per visitare questa città e le sue attrazioni. Potete costeggiare il Nouveau Bassin per un pic-nic fra le opere contemporanee che popolano il parco, gustare una choucroute di crauti in una Winstub, passeggiare per la Vie des Fleurs guardando, incantati, le vetrine di romantici negozi di fiori, oppure tornare bambini e rivivere le avventure sull’asteroide B612 del Piccolo Principe. L’essenziale è che non dimentichiate di guardare in alto, per ammirare le cicogne ed il loro volo leggero, che traccia le rotte di un’esperienza emozionale indimenticabile!

INFO UTILI

Per la famiglia che voglia far visita nella città alsaziana, consigliamo l’acquisto del Mulhouse City Pass, un carnet che dà diritto a sconti e agevolazioni, nonché alla possibilità di viaggiare con i mezzi di trasporto della città senza alcuna spesa aggiuntiva. Il costo è di 15 euro ed è valido tre giorni. Si può scegliere tra un’entrata gratuita nei musei della cittadina alsaziana, la riduzione del 10% per il Parco del Piccolo Principe, o sconti per il noleggio di auto e biciclette.
Il Mulhouse City Pass può essere richiesto all’Ufficio del Turismo, 1 Avenue Robert Schuman. Per info www.tourisme-mulhouse.com.

DOVE DORMIRE

Mulhouse-appart-city-hotel-photo-devid-rotasperti(1) Mulhouse-appart-city-hotel-photo-devid-rotasperti(2)

Appart City Hotel – 86 Avenue Robert Schuman, Mulhouse – Soluzione ideale per tutta la famiglia, questo residence si compone di appartamenti con cucina e anche una piccola lavastoviglie. Perfetti per chi desidera godersi la città – sono in una posizione strategica – permettono di alternare cene in ristoranti a pranzi cucinati in appartamento. Consigliatissimo!

DOVE MANGIARE

Mulhouse-le-gambrinus-tartes-flambees-photo-devid-rotasperti Mulhouse-le-gambrinus-photo-devid-rotasperti

Le Gambrinus – 5, Rue des Franciscains, Mulhouse, +33 (0)389369675 – Un pub per famiglie! Qui è possibile ordinare le tipiche tartes flambées, una sfoglia sottilissima guarnita con ingredienti a piacere: dall’insalata ai funghi, dal formaggio di capra abbinato con il miele. C’è anche una sala dedicata ai bambini, con calcetto, freccette e playstation per divertirsi, mangiando!

L’Entrecôte – 42, avenue Robert Schuman, Mulhouse, +33 (0)389454270 – Come recita il nome stesso, questo locale è famoso per l’entrecote e per le specialità alsaziane. Da provare il Kir della casa, un cocktail di tipo aperitivo davvero delizioso, e i piatti che seguono la stagionalità. Il locale ricorda molto un ristorante della Parigi di inizio Novecento, con le grandi vetrate e i tavoli vicini. Ecco perché a noi è piaciuto tanto.

Creperie Crampous Mad – 14/16 Rue des Tondeurs, Mulhouse – Davvero singolare, questa creperie custodita in una casa a graticcio è un luogo che non potete perdere. La titolare è metà bretone e metà alsaziana, e in onore della Bretagna ha fatto installare una barca sul soffitto, al primo piano dell’edificio. Le crepe sono davvero ottime, e il luogo nei toni dell’azzurro e del bianco è l’ideale per una merenda in famiglia!

Info turistiche

www.tourisme-mulhouse.com
www.famille-mulhouse.com
it.france.fr

 

Copyright: Familygo. Foto di Devid Rotasperti Photographer

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi