Capo Vaticano, Tropea: spiagge e borghi lungo la costa degli Dei

Tropea spiagge
Giulia Caputi, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: 1 settimana

Età bambini:  0-12 mesi1-3 anni4-12 anni13-18 anni

Lasciarvi accarezzare dal sole e dal mare: questa è la ricetta per godere di una vacanza in tutto relax sulla Costa degli Dei, o Costa bella, come viene chiamato l’arco litoraneo tirrenico della provincia di Vibo Valentia, in Calabria, che abbraccia località come Tropea e Capo Vaticano. Vi diamo alcune dritte di spiagge adatte ai bambini e di affascinanti escursioni.

La costa è chiamata così proprio per la sua bellezza, per le acque cristalline del suo mare, per i tramonti rosati e le ampie spiagge di sabbia finissima alcune delle quali intervallate da rocce frastagliate raggiungibili solo via mare: un piccolo paradiso. Mare, dicevamo, ma anche cultura e piccoli borghi: Pizzo Calabro, con il celebre tartufo e il castello Aragonese, la più turistica e conosciuta, Tropea, con il suggestivo Scoglio di Santa Maria dell’Isola, e Capo Vaticano, il promontorio affacciato sul mare dal quale osservare al tramonto le isole Eolie (se volete saperne di più sulle Eolie con bambini, leggete il nostro articolo).

Pizzo, Tropea, Capo Vaticano: spiagge per bambini ed escursioni via mare

Tropea, Capo Vaticano, spiagge     Tropea, Capo Vaticano, spiagge

Il primo ingrediente è senza dubbio il mare. Con circa 55 chilometri di costa, sono moltissime le località balneari della zona. Vediamo quelle più interessanti per chi va in vacanza con i bambini!
Pizzo Calabro: il litorale di Pizzo è in gran parte sabbioso. Due sono le spiagge consigliabili per le famiglie con bambini, la spiaggia di Calamaio, o dell’Angitola, spiaggia libera di sabbia fine con un’ampia pineta e alberi di eucalipto, e la Spiaggia di Marinella, con i lidi attrezzati (chiamata anche A’ Tunnara perché un tempo si svolgevano qui la pesca e la lavorazione del tonno). Non mancano spiaggette a ridosso del centro storico della cittadina come la Spiaggia di Bellamana sul lungomare.
Tropea. Detta anche Perla del Tirreno vanta un litorale sabbioso bianchissimo e due spiagge unite fra loro attraverso la grotta del Palombaro sotto l’isola di Santa Maria, l’isolotto oggi collegato alla terraferma quasi fosse un promontorio. Due le spiagge principali, la spiaggia della Rotonda e la spiaggia della Linguata sabbiose e con acque limpide e fondali ben visibili. La spiaggia della Linguata ha anche un lido ben attrezzato in cui noleggiare attrezzature da snorkeling, pedalò e canoe.
Capo Vaticano. Ricca di bellezze naturalistiche e sabbia bianca, la località si conferma Bandiera Verde dei Pediatri per il 2019. Una delle più belle e lunghe spiagge di sabbia è la Baia di Riaci. Altre spiagge sono più piccole, con arenili e piccole insenature dove in alcuni casi sono ubicati i resort. Alcune splendide calette, invece, come Praia i Focu e la spiaggia di Grotticelle, sono raggiungibili più facilmente via barca (si può prenotare un passaggio o affittare un proprio mezzo).

Tropea, Capo Vaticano, spiagge     Escursioni isole Eolie, Stromboli

La ricchezza della fauna e della flora marina ha reso il luogo molto attraente per chi pratica immersioni subacquee. A questo proposito vi segnaliamo il Tirrenian Diving center, dove far fare corsi di immersione anche ai bambini dagli 8 anni in su. Adatto a tutti è invece lo snorkeling: con maschera e pinne si possono avere molte soddisfazioni nella tonnara romana di Sant’Irene!
Da non perdere un’escursione in giornata a Stromboli. In solo un’ora di navigazione, si raggiunge infatti l’isola più vicina dell’Eolie, quella che più affascina per il suo vulcano attivo.

I borghi marinari: scrigni di storie

Calabria, vista di Tropea     Calabria, Pizzo Calabro

Il secondo ingrediente della nostra vacanza sono i piccoli borghi affacciati sul mare con la loro cultura millenaria.
Pizzo: sorge su una rupe di tufo a strapiombo sul tirreno, da qui il suo nome Pizzu – in dialetto locale. Nel pomeriggio la Piazza della Repubblica,una sorta di belvedere sul mare, si anima di turisti e bambini che passeggiano e curiosano in negozi e soprattutto in gelaterie. Pizzo è detta infatti la città del gelato! Da qui è possibile visitare il Castello Aragonese, celebre perché vi venne imprigionato e condannato Gioacchino Murat, re di Napoli e cognato di Napoleone Bonaparte, per aver tentato inutilmente di sollevare un moto popolare contro Ferdinando IV di Borbone.
Tropea: è la località calabrese turistica per eccellenza, con uno splendido centro medievale. La cittadina si divide in due parti, una zona superiore con l’abitato e una inferiore con il porto e la marina. Il suo centro storico a pianta circolare, con scorci suggestivi e piccole piazzette, caratterizza la bellezza di questa cittadina che è stata denominata “Perla del Tirreno”. Celebre è il Corso Vittorio Emanuele che culmina nella balconata da cui osservare il panorama mozzafiato del mare, del cielo e della costa. Interessante è anche la Cattedrale Maria Santissima di Romania, patrona del paese, di epoca normanna ma poi rimaneggiata dopo il terremoto del 1783.

Cosa mangiare: il cibo degli dei

Calabria, il peperoncino di Tropea     Calabria, la cipolla rossa di Tropea

Il terzo ingrediente è il cibo. La cucina Calabrese è semplice ma molto gustosa e la potrete assaggiare anche nelle numerose sagre estive che animano le serate nelle varie località.
La cipolla dolce rossa di Tropea, famosa in tutto il mondo, accompagna molti piatti tipici della cucina locale, dagli antipasti ai secondi. Immancabile e dal gusto sopraffino, gradito anche ai bambini, è il tartufo di Pizzo (gelato di cioccolato e nocciola). Come in tutta la costa è possibile poi assaporare la Nduja, caratteristico salame piccante spalmabile sul pane casereccio, il capicollo, il peperoncino rosso, companatico di tanti piatti locali, i vini rossi (il Ciro’) o bianchi (il Greco), i fichi d’india, la pasta fatta in casa, le olive e l’olio. Non manca poi il pesce: il tonno o il pesce spada ad esempio, vengono preparati in numerosi modi sia come piatti principali che come condimenti.

Come raggiungere la Costa degli Dei

In AUTOMOBILE: Autostrada A2 o Autostrada del Mediterrreaneo, uscita Vibo Valentia o Pizzo Calabro.
In TRENO: le stazioni ferroviarie più vicine sono quelle di Lametia Terme e Vibo –Pizzo.
In AEREO: aeroporto di Lametia Terme (circa 40 km) o di Reggio Calabria (poco più di 100 km)

DOVE DORMIRE

SCOPRI I FAMILY HOTEL E VILLAGGI A TROPEA – CAPO VATICANO SU FAMILYGO

Informazioni turistiche

www.turiscalabria.it

 

Copyright: Familygo. Foto di F. Voglino; Pixabay; Flickr/ Massimo Frasson/ simo0082/ tutincommon

Pubblicato in