Andiamo a Gradara: va in scena il medioevo con visite guidate ad hoc per i bambini #italiaspecialeperbambini

Letizia Dorinzi, autore di Family Go
Tempo necessario: Weekend, 1 giorno, 1 settimana
Età bambini:  4-12 anni

“Oh che bel castello!”, è proprio il caso di dirlo quando si parla di Gradara. La rocca e il castello sono mete irrinunciabili per bambini appassionati di Medioevo. Ma in realtà un po’ per tutti perché è impossibile resistere al fascino di questo splendido borgo, uno dei più belli d’Italia, già incoronato borgo dei borghi nel 2018. E nell’anno 2021, dedicato a Dante, l’omaggio al sommo poeta è d’obbligo.

Siamo in quella terra di confine tra Marche ed Emilia Romagna, in collina ma a un passo dal mare. Per chi ha scelto come meta delle proprie vacanze la Riviera Romagnola o le Marche, una visita a Gradara è sempre una buona idea. Per abbandonare, anche solo per un giorno, paletta e secchiello e fare il pieno di torri, castelli, dame e cavalieri. Con un pizzico di Harry Potter che qui si è ambientato benissimo. Ve ne accorgerete gironzolando tra le viuzze di questo splendido borgo che riapre alle visite il 27 aprile.

Nel borgo di Gradara va in scena il Medioevo

Borgo di Gradara    Borgo di Gradara

Può capitare una giornata di cielo nuvoloso al mare. O può capitare che, dopo qualche giorno trascorso tra giochi sulla sabbia e tuffi, si abbia voglia di esplorare un po’ l’entroterra e vedere che cosa ha da offrire il luogo che abbiamo scelto per trascorrere le nostre vacanze. Chi si trova in questa zona ha una fortuna immensa. Perché lo splendido borgo di Gradara se ne sta lì, a un tiro di schioppo. Pronto ad accogliere e ad ammaliare i visitatori.

Camminamento di ronda Gradara con bambiniSi varca il portone di ingresso del borgo e si entra in un mondo davvero incantato, che trasuda Medioevo da tutti i pori. Mura perfettamente conservate, con tanto di camminamento di ronda che, oltre a fare la gioia dei più piccoli, regala una splendida vista sul paesaggio circostante. Viuzze in pietra che invitano all’esplorazione e un museo delle torture da cui i bambini non vorranno più uscire. E poi, in cima alla via principale, la Rocca di Gradara con all’interno un bellissimo castello.

Quello stesso castello a cui Dante ha voluto dedicare un pezzettino della sua Divina Commedia. Il canto V dell’Inferno, infatti, fa da sfondo a tutto il borgo: tra pannelli esplicativi, citazioni, murales e nomi di ristoranti, impossibile non ripensare alla storia d’amore tra Paolo e Francesca. Che si è realmente consumata tra le mura di questo borgo ed è suggestivo ripercorrerla anche con i bambini.

Gradara con bambini: una visita guidata speciale

Gradara con bambini visita guidata    Visita alla rocca di Gradara con bambini

Il modo migliore per esplorare Gradara con i bambini è prendere parte a una visita guidata. La Pro Loco di Gradara è molto attiva e organizza tanti eventi su prenotazione tra cui anche una visita guidata speciale pensata appositamente per le famiglie. “Il Giullare e il Castello” è un itinerario divertente per i bambini, indicato a partire dai 3 anni. Un giullare dispettoso anima la visita del borgo raccontando segreti e facendo scherzi che faranno ridere i più piccoli.

Questa visita non comprende l’ingresso al castello che merita sicuramente di essere esplorato. All’interno potete ammirare diverse sale, compresa la camera di Francesca con tanto di leggio che rimanda al celebre verso “Galeotto fu quel libro” che portò lei e Paolo a lasciarsi travolgere dal loro amore.

Potrete visitare l’interno del castello in maniera autonoma oppure concedervi un’altra visita guidata, comprensiva del biglietto di ingresso alla Rocca. Per scoprire aneddoti e segreti di Malatesta, Sforza e Della Rovere, le celebri e potenti famiglie che fecero la storia di Gradara.

Gli eventi per i bambini a Gradara

Gradara Magic Festival    Gradara con bambini

Gradara ha da sempre un’attenzione speciale per i più piccoli. E infatti a loro dedica ogni anno all’inizio di agosto l’imperdibile evento The Magic Castle. In occasione di quella che è a tutti gli effetti una gigantesca festa, il borgo viene invaso letteralmente da artisti di ogni genere e diventa un vero e proprio paese delle fiabe. Ai più piccoli viene offerto ogni genere di intrattenimento: spettacoli teatrali, burattini, sfilate, giochi, bolle di sapone giganti, mimi, balletti e molto altro. Ogni anno cambia il tema dell’edizione ma la meraviglia è garantita per cinque serate in cui fate, maghi e folletti si impossessano del borgo.

Anche Halloween e Natale sono due occasioni in cui Gradara si trasforma. Ad Halloween troverete allestimenti da brivido, zucche ovunque e visite guidate all’insegna dei misteri del castello. A Natale invece ci pensano Elfino, l’elfo birichino e Babbo Natale a portare una dose massiccia di magia in una cornice davvero fiabesca.

Cosa vedere nei dintorni di Gradara

Gradara si trova proprio in una zona di confine tra due splendide regioni che offrono tanto ai turisti sia dal punto naturalistico che gastronomico. Nei dintorni ci sono bellissime città come Pesaro e Urbino e tante località balneari particolarmente adatte per le famiglie con bambini. Qui c’è solo l’imbarazzo della scelta tra tantissimi family hotel dove soggiornare in Romagna e sulla costa marchigiana, per trascorrere una vacanza indimenticabile.

Il Parco Naturale Regionale del Monte San Bartolo è a pochi chilometri dal borgo ed è tutto da esplorare tra spiagge, viste mozzafiato e natura che fa da padrona. E se amate le vacanze attive, le piste ciclabili o i percorsi cicloturistici sono sempre più a misura di famiglia, con e-bike anche per i bambini e tracciati adatti a loro.

Per lasciarvi ispirare, leggete i nostri itinerari in Emilia Romagna e nelle Marche.

E per tutte le informazioni relative a Gradara e al suo territorio, visitate il sito ufficiale.

Copyright: Familygo. Foto: L. Dorinzi, Canva.

Pubblicato in