Svizzera. Losanna e Montreux: racconto di Natale

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer-68
Heidi Busetti, autore di Family Go

Losanna e Montreux sono città vicine della Svizzera. Hanno anime simili, sebbene siano differenti: la prima è costruita su diversi livelli, che ti portano a salire e scendere per strade eleganti; la seconda invece è lineare, e comunque ricca di sorprese. Soprattutto a Natale! Il nostro viaggio magico attraversa le due città e continua sulla cremagliera che ci accompagna alla Casa di Babbo Natale a Montreux a 2000 metri e poi ridiscende fino al Villaggio di Natale, una foresta incantata immersa nella neve, dove siamo accolti dai folletti…

La splendida città di Losanna: centro moderno, cuore medioevale

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (4)Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (6)

Losanna è ricca di racconti. Mentre camminiamo per le sue vie, punteggiate da addobbi natalizi e grandi vetrine, veniamo accompagnati nella Cattedrale di Nostra Signora, dove i bimbi ascoltano rapiti la storia di alcuni personaggi, racchiusi tra i vetri del grande rosone del XIII secolo. Tra le immagini raffiguranti i segni zodiacali, le stagioni e gli elementi, ecco dunque comparire uno Sciàpode, l’essere con una sola gamba, ritratto di profilo mentre sdraiato a terra si ripara dal sole con il suo enorme piede, oppure Oculos, la bianca creatura con la faccia sul petto. Personaggi misteriosi che la fantasia dell’epoca riportava come reali, e che ancora oggi riescono ad affascinare grandi e piccini, che ascoltano con grande interesse immersi in un’atmosfera che profuma di antico e sacro. Posto in alto, come fosse un angelo dalle grandi ali, non manca uno degli organi più prestigiosi al mondo, composto da settemila canne e disegnato dal designer italiano Giugiaro. Ascoltarne la melodia, seguendo con gli occhi il profilo che tanto ricorda le ali di un essere etereo, è un vero privilegio che cattura anche i bambini, con il naso all’insù per osservare tanta bellezza.

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (11)Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (9)

Una poesia che continua anche fuori, nelle strade di Losanna, dove alcuni artisti hanno studiato decorazioni natalizie davvero singolari: così è per la decorazione “Over the Rainbow”, realizzata con cubi luminosi di tessuto appesi in fila, lungo la via, che si accendono e lasciano cadere una nota della famosa canzone, quando le persone vi camminano sotto. Musica anche in Place de la Palud dove una fontana con una grande statua assiste ogni giorno alla sfilata delle guardie di un grande carillon, le cui sagome sfilano lungo la parete di un’abitazione al rintocco di ogni ora. Un imponente albero di Natale, illuminato con migliaia di piccole lucine, dipinge un quadro fiabesco lasciando sullo sfondo un elegante edificio in pietra bianca, con cascate di fiori alle finestre e una luce rosa a vestirlo di poesia.

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (10)Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (12)

Appeso a fili leggeri, che attraversano la strada da un lato all’altro, c’è un volo di aironi simili ad origami, un’istallazione che conferisce ancor più bellezza ad un angolo di questa città. E poi ancora la cioccolata calda preparata in casa, i mercatini di Natale con pupazzi fatti a mano, il profumo avvolgente del vin brulè a scaldare l’atmosfera, un negozio di sigari che compie cento anni, la gente che passeggia su e giù per le vie del centro, la passeggiata lungo le sponde del Lago di Ginevra, le decorazioni “marine” nel quartiere del Flon che rievocano grandi meduse luminose appese ai maestosi archi di un antico acquedotto romano, e un video che trasmette le immagini di enormi pesciolini rossi su una fermata del metrò.
Poi arriva la sera, fredda e vivace e un ristorante dalle pareti di legno ti accoglie con il suo tepore e un caratteristico profumo di fonduta. Qui diventa un gioco assaggiare la Fondue Bourguignonne, insegnando ai bambini ad inforcare la carne per farla cuocere direttamente nell’olio!

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (15)Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (20)

Il giorno successivo, è l’ora del pattinaggio. Prima di partire per Montreux, scivoleremo sul ghiaccio del Patinoire de Montchoisi (www.restaurant-ppmontchoisi.ch) per gustarci l’inverno.
La sorpresa è che per la prima volta trovo delle piccole strutture rosse, simili a minuscole porte da calcio, per insegnare ai più piccoli l’arte del pattinaggio. È un’ottima idea perché grazie a questo supporto, Francesco riesce facilmente a restare in piedi sui piccoli pattini. Si sposta lentamente, con cautela, ma anche per me il gioco è più semplice potendolo aiutare con la struttura rossa. Se i vostri piccoli non hanno mai indossato un paio di pattini, è consigliabile approfittare di quest’idea per le prime lezioni…

Montreux Noël: la magia del Natale fino al 24 dicembre!

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (23)Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (34)

All’ora di pranzo dobbiamo lasciare i pattini per avviarci verso la stazione di Losanna e prendere il treno per Montreux, per visitare uno dei mercatini più belli di tutta Europa! Una grandissima struttura di legno che ospita decine di piccole casette. Stelle marine di plastica che dondolano placide sulle acque del lago, attendendo la notte per accendersi di luce. Una statua di Freddie Mercury, che qui viveva e registrava capolavori musicali. La bellezza di una candela di cera che i bambini potranno colorare a piacere, in uno dei laboratori dedicati al Natale.

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (33)Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (27)

Tra decorazioni in vetro soffiato, palle per l’albero dipinte a mano, divertenti funghetti in ceramica e altre meraviglie dedicate al Natale, si può anche fare un giro sulla ruota panoramica, che ridisegna il cielo di Montreux nella notte. La sensazione dall’alto è da togliere il fiato. Seduti in una cabina aperta, ci si lascia sfiorare dal vento freddo, mentre lo sguardo abbraccia il lago incastonato tra le montagne.

Il castello di Chillon

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (31)Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (29)

Anche Montreux ha il suo cuore medioevale: è il castello di Chillon, costruito su un isolotto roccioso del lago di Ginevra, intorno all’anno Mille. La posizione è splendida. Grazie infatti alle acque che lo circondano, la costruzione si riflette nel lago, che muta colore a seconda del giorno. L’effetto è fiabesco. Il castello ha in realtà un’anima meno romantica: al suo interno sono visitabili le antiche prigioni, dove i nemici venivano torturati a morte.
È divertente camminare lungo le stanze che comunicano attraverso strette scalette, passeggiare lungo il camminatoio in legno per ritrovarsi poi, chissà come, dall’altra parte del cortile interno. Interessante l’idea di trasmettere le ombre di chi una volta abitò il castello su una grande parete, facendo rivivere per un istante i personaggi dell’epoca.

Partenza per Rochers-de-Naye: visita alla casa di Babbo Natale

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (63)Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (57)

La mattina seguente ci attende un altro treno. Appartiene alla linea ferroviaria del Goldenpass ed è un viaggio magico, che con il treno a cremagliera ci porterà fino a 2000 metri, alla casa di Babbo Natale. Così saliamo curiosi su un vagone che ricorda i viaggi di metà Novecento. C’è una cartina che racconta i punti panoramici, e famiglie provenienti da tutta Europa. Quando il treno chiude le porte, inizia una lunga salita. Al finestrino, si alternano paesaggi superbi disegnati dal tempo. Gli abeti, alti e maestosi, hanno indossato cappotti di neve e sfilano lungo il percorso che ci porta sempre più in alto. I vetri si appannano per il gran freddo, anche se fuori il sole si è alzato illuminando il Dente di Jaman, una montagna azzurra che davvero ricorda un dente enorme. Il treno sale lungo la cremagliera, per almeno quaranta minuti. Infine arriviamo alla casa di Babbo Natale.

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (64) Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (65)

Dalla piccola stazione, percorriamo alcuni passi prima di immergerci in una singolare galleria, costellata di tante, piccole luci azzurre che ci accompagnano fino alla grande stanza dove Babbo Natale, seduto su un trono decorato, accoglie tra le braccia i bambini: una confidenza (parla ben cinque lingue!), un sorriso, una fotografia, poi la consegna di una pergamena, su cui un folletto appone il timbro con la data. C’è anche un piccolo dono per ogni bambino: una mela e un mandarino, accompagnati a qualche tipico dolcetto svizzero.

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (66) Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (67)

Informazioni utili: la Casa di Babbo Natale sarà aperta dal 23 novembre al 24 dicembre, ogni settimana da mercoledì a domenica. Il prezzo è di 19 franchi per i bambini e 39 franchi per gli adulti . La prenotazione del treno è obbligatoria. Per vendite e prenotazioni rivolgersi alle stazioni svizzere e al Rail Center MOB. (www.goldenpass.ch).

Il Villaggio di Natale: ovvero, quando il riciclo diventa musica!

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (81)Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (70)

Il treno a cremagliera scende in direzione di Caux, mostrandoci ancora un paesaggio fatto di abeti imbiancati e qualche piccola casa di legno. Oltre gli alberi, una nebbia densa abbraccia l’orizzonte nascondendo alla vista il lago di Ginevra.
La nostra meta ora è il Villaggio di Natale, una foresta incantata immersa nella neve, dove alcuni folletti accolgono i bambini per offrire loro divertenti spettacoli (come quello di Snick il pagliaccio) e insegnare giochi istruttivi. Indimenticabile la lunga passeggiata costellata di “strutture musicali”, nate dall’ingegno di Etienne Favre e basate interamente sull’arte del riciclo (www.structuresmusicales.com)! Così come indimenticabile è stata la vista sul lago, incoronato da montagne innevate, una volta dissoltasi la nebbia.

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (73) Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (76)

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (58)Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (32)

 

Dove Dormire

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (55) Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (48)

Mirabeau – Av. de la Gare 31, Losanna (www.mirabeau.ch) – l’Hotel è un quattro stelle che ha il grande vantaggio di trovarsi a poche decine di metri dalla stazione. Le camere dedicate alla famiglia sono composte da due vani, così da garantire una cameretta riservata ai bambini. Grand Hôtel Suisse Majestic, Avenue des Alpes 45, Montreux (www.suisse-majestic.com) – l’Hotel è davanti alla stazione di Montreux ed è quindi comodissimo per gli spostamenti in treno dedicati alla Casa di Babbo Natale e al Villaggio di Natale. Ottime le colazioni, da degustare guardando il lago di Ginevra.

Dove mangiare

Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (2)Viaggio_Losanna_Montreaux_Familygo_credits_Devid_Rotasperti_Photographer (3)

Café du Grütli – Rue Mercerie 4, Losanna (www.cafedugruetli.ch) – locale in cui è possibile degustare alcune specialità tipiche della Svizzera. Da provare la Fondue Bourguignonne, con carne di grande qualità.
Au Parc – Grand Rue 38, Montreux (www.au-parc.com) – situato a bordo del lago, nel centro della città, il ristorante offre piatti tipici della tradizione italiana e il personale parla italiano. Particolare attenzione è dedicata ai bambini, che vengo fatti accomodare su seggioline dedicate.

LEGGI ANCHE: Mercatini di Natale in Svizzera convenienti con il treno

Mappa dell’itinerario

http://bit.ly/1bmOPYs

Informazioni turistiche

Per Losanna: www.region-du-leman.ch
Per Montreux: www.montreuxriviera.com
Per Montreux Noel: www.montreuxnoel.com
Svizzera Turismo – www.myswitzerland.com

 

 

 

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi