Zoomarine, una giornata a bocca aperta in compagnia dei delfini

Mamma, ti ricordi Zoomarine? Questa è la domanda che mi rivolgono i miei figli da una settimana a questa parte, cioè esattamente da quando abbiamo visitato il parco acquatico di Zoomarine a Torvaianica, a circa un’ora da Roma, che riapre il 23 marzo.

Visitare Zoomarine è un’esperienza totalizzante, rispetto ai parchi abitati da cartoni, questo è popolato da delfini, foche, leoni marini e pappagalli multicolori in carne ed ossa. Certo, anche qui occorre innanzitutto pianificare la visita! Cosa intendo? Prima di tutto vi consiglio di portare tutto l’occorrente: costumi, asciugamani, cappelli, ciabattine, braccioli per i più piccini e un piccolo zaino. All’interno del parco – s’intende – troverete tutto: bar e caffetterie dislocate un po’ ovunque con menù bambini (7,90 euro) comprensivo di contenitore per la merenda a forma di delfino, negozi e servizi e la possibilità di affittare un armadietto (5 euro) dove riporre i propri effetti personali durante il bagno in piscina. Il parco è infatti dotato di 2 grandi piscine con scivoli e docce da cui sarà difficile portarli via. Durante la giornata si susseguono gli spettacoli nelle varie aree dedicate ai delfini, ai pinnipedi, ai pirati e ai pappagalli. Ogni spettacolo dura circa un’ora e tra uno e l’altro la pausa è di circa mezz’ora quindi il mio consiglio è: non esagerate correndo da una parte all’altra del parco ma selezionatene alcuni, soprattutto se avete con voi bambini piccoli.

All’ingresso del parco un pirata ci invita ad entrare nel Galeone. Impossibile distogliere lo sguardo da questa straordinaria performance tra piroette e sketch! Dopo un avventuroso giro sulla Giostra del polpo con il papà, geneticamente più “coraggioso” della sottoscritta, è la volta della visita alla Baia dei pinnipedi. Le arene dove questi animali si esibiscono sono tutte molto grandi e quindi il più delle volte è sufficiente arrivare un quarto d’ora prima dell’inizio dello spettacolo.  Qui, il furto di una sacca piena di pesci commesso da un misterioso ladro è l’occasione per presentare i pinnipedi sospetti: foche californiane e leoni marini si cimentano così in vari esercizi sotto la sapiente guida degli addestratori travestiti da investigatori e poliziotti. Nonostante il parco si trovi a poca distanza dal mare la calura si fa sentire e decidiamo quindi di fare una sosta nella piscina dell’Aquapark. Sono giunte le 15 ed è finalmente ora di assistere allo spettacolo più emozionante e atteso nella Baia dei delfini! Questi meravigliosi cetacei, guidati dagli istruttori, volteggiano nell’aria a tempo di musica come se fossero magici aquiloni. I delfini giocano a palla, si rincorrono, trasportano i loro istruttori sopra e sotto la vasca mentre una voce fuori campo illustra abitudini e caratteristiche di ciascuna specie. Al termine di ogni spettacolo è possibile farsi fotografare con gli animali ma è indispensabile armarsi di molta pazienza! Decidiamo quindi di optare per l’Era dei dinosauri. Entriamo nella foresta preistorica e, tra piante tropicali, scorgiamo  i dinosauri a grandezza naturale. Queste magnifiche opere tecnologiche, oltre ad emettere versi e a mostrare i loro bei dentoni ai bambini estasiati, spruzzano anche del finto veleno sui visitatori più audaci. Il nostro viaggio è finito e dopo un pieno di emozioni che ci hanno lasciati a bocca aperta ci dirigiamo esausti verso l’uscita… naturalmente travestiti da pirati!

Per ulteriori info: www.zoomarine.it

 

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi