Baby’s Hills: 10 cose da fare con i bambini nelle colline piemontesi Unesco

Valentina Dirindin, autore di Family Go
Tempo necessario: Weekend
Età bambini:  1-3 anni4-12 anni13-18 anni

Langhe, Roero e Monferrato: il Piemonte delle colline Patrimonio Unesco, dei vigneti del Barolo (ci credereste, che il vino può essere spiegato ai bambini?), della nocciola Tonda Gentile. Novara: la seconda città piemontese, città di grande storia, gemellata con Torino grazie alla straordinaria cupola di Alessandro Antonelli, che tanto ricorda la Mole. Per costruire un itinerario family attraverso i posti più belli del Piemonte, ci si può rivolgere al portale Baby’s Hills, e seguire i nostri consigli.

Il Piemonte non è solo grandi città come Torino. È terra di campagna, ma soprattutto di colline: spazi dove vivere un po’ di esperienze all’aria aperta, dove i genitori possono assaggiare alcuni dei vini più buoni e rinomati del mondo, e i bambini imparare come si lavora l’uva. Territori dove trovare un’enogastronomia ricca e unica al mondo (dal tartufo, alla nocciola Tonda Gentile, dal Barolo al cioccolato), dove fare lunghe passeggiate alla scoperta della natura, dove ammirare un’architettura interessante e misteriosa (come spesso accade quando ci si trova al cospetto del genio di Alessandro Antonelli, che a Novara ha costruito la cupola di 121 metri della Basilica di San Gaudenzio).

È questo che immaginiamo di fare quando io e Matilda, la mia bimba di quattro anni, partiamo alla scoperta del progetto Baby’s Hills, le colline dei bambini. Un portale-contenitore che riunisce tutte le strutture ricettive e le attività che i bambini e i loro genitori possono fare in diverse zone del Piemonte, e in particolare nelle province di Novara, Asti, Alessandria e Cuneo. Per noi che arriviamo da Torino (ma anche per chi arriva da Milano, o dalla Liguria), è un’interessante scoperta a un passo da casa: l’idea di avere un elenco di posti adatti alle esigenze dei più piccoli, in effetti, è piuttosto utile quando si organizza una gita fuori porta. Per questo carichiamo in macchina un po’ di vestiti (non troppo eleganti: in fondo stiamo andando alla scoperta della vita di campagna!) e partiamo per un lungo weekend tra ragazze, lasciando a casa i maschietti di famiglia. Ecco quindi dieci cose carine da fare con i bambini in Piemonte, che abbiamo scoperto grazie ai suggerimenti trovati sul sito di Baby’s Hills, zona dopo zona.

1. La Chiesa dei Giochi, Alba

Ad Alba, cuore pulsante delle Langhe, siamo andati alla scoperta giocosa della Chiesa di San Giuseppe e della storia della città, attraverso il “gioco della città”. Un percorso che assomiglia un po’ a una caccia al tesoro e che si articola in due momenti: il primo è “La chiesa dei giochi”, con la visita ai resti archeologici sotterranei dell’antica città di Alba e la riscoperta dei giochi dei bambini d’un tempo. La seconda parte è “Caccia all’indizio”, un percorso d’indagine da fare in giro per la città di Alba, risolvendo indovinelli e andando alla ricerca di indizi aiutati dalla realtà aumentata dell’app Tabui (in piemontese, il cane da tartufo). La quota di partecipazione è di 5 euro per gli adulti, 3 euro per i ragazzi tra i 10 e i 17 anni e gratis per gli under 10.

2. WiMu, Barolo

Un museo del vino può essere adatto ai bambini? Assolutamente sì, a giudicare dallo splendido lavoro che fa il WiMu per proporsi alle famiglie, con la proposta di visite guidate e animate che possano coinvolgere tutta la famiglia alla scoperta del territorio e dei suoi prodotti. L’idea alla base è che il racconto del vino possa essere anche ludico, grazie ad esempio alla presenza di un percorso multisensoriale, che coinvolge attivamente i visitatori. A disposizione delle famiglie c’è anche il kit “esplora museo”, con giochi, oggetti da cercare e dettagli da individuare (4 euro), e ogni prima domenica del mese ci sono visite guidate per i bambini e laboratori di diverso tipo. L’ingresso costa 8 euro a persona, 3 euro per i bambini dai 6 ai 14 anni, gratis per gli under 6.

3. Parco Didattico “Le colline di Giuca”, Baldissero d’Alba

Qui, Matilda ha scoperto che le more nascono nel bosco, e sono molto più buone di quelle che si comprano al supermercato. Che meraviglia, tornare a sentire le mani sporche di terra, l’erba sotto i piedi, cogliere i frutti dall’albero e correre nel verde proprio come quando eravamo bambini. Tutto questo si può fare nel Parco Didattico “Le colline di Giuca”, che unisce l’esperienza di vita all’aperto con i giochi semplici tipici di un tempo (per esempio, la cucina di fango). Ci sono anche i bellissimi giocattoli in legno, tematizzati con i prodotti del territorio, creati da Renato, l’ideatore di tutto questo percorso per la campagna alla ricerca del monello Giuca. Un posto dove trascorrere un’intera, bellissima giornata. I prezzi variano a seconda delle proposte didattiche, che sono molte.

4. Azienda Agricola Bajaj, Monteu Roero

La frutta, raccolta direttamente dall’albero, ha tutto un altro sapore. Credo che sia questa la cosa più bella che ha imparato Matilda in questo weekend tutto piemontese, in cui ci siamo sporcate mani e piedi con la terra e abbiamo imparato a distinguere foglie, frutti e piante varie. Tra queste le diverse varietà di albicocche, che ci sono state raccontate (e fatte assaggiare) direttamente dall’albero dell’Azienda Agricola Bajaj, una bellissima attività di famiglia. Il giovane Adriano ci ha portato in gita nei campi, mentre la sua mamma è rimasta in cucina a prepararci un’ottima crostata. Che non abbiamo mangiato prima di aver spiegato ai bambini come si impasta, facendoli giocare un po’ con acqua e farina.

5. Visita guidata a Palazzo Mazzetti, Asti

Una visita guidata per famiglie alla scoperta dei nobili che un tempo abitavano le sontuose sale di Palazzo Mazzetti: è una delle proposte didattiche dell’Estate al Museo di Asti. Un modo diverso di utilizzare un palazzo storico, permettendo ai bambini di giocare al suo interno (nell’assoluto rispetto della storicità del luogo dove si è, ovviamente). La visita si conclude infatti con un bel lavoro di decoupage e la creazione di un piccolo quadro da portare a casa e appendere in cameretta. L’attività avviene in lingua inglese, ma possono partecipare tutti i bambini (e così imparare anche qualche parola straniera!). 10 euro a bambino.  Informazioni e programmi For kids sul sito di Palazzo Mazzetti.

6. Museo Paleontologico, Asti

L’effetto che hanno i dinosauri sui bambini è noto a ogni genitore: grandissimi, spaventosi, incredibilmente affascinanti. Così come è stata la nostra visita guidata al Museo Paleontologico di Asti, che custodisce – tra le altre cose – due olotipi fossili trovati da queste parti e mai più ritrovati altrove: la Balena Tersilla (che prende il nome dalla signora che la ritrovò scavando nel suo vigneto) e il Delfino di Settime D’Asti. Entrambi sono la migliore testimonianza del fatto che un tempo qui ci fosse il mare, motivo per cui nel museo è custodito anche un acquario che prova a immaginare l’ambiente marino della zona milioni di anni fa.

7. Nordic Walking, Morsasco

Non basta camminare, bisogna farlo in una certa maniera: postura corretta, passi dritti, pancia in dentro e via, alla scoperta della natura che circonda l’Agriturismo Podere La Rossa, dove la famiglia Priarone propone la Farm Experience: una serie di attività per conoscere la campagna più da vicino, anche attraverso le camminate per i sentieri, con avvistamento dei diversi castelli del Monferrato che si vedono da questo podere. Tante le attività proposte, dai laboratori di cucina alla vendemmia collettiva, e una manciata di stanze dall’aspetto rustico ma curato.

8. Astrobioparco Oasi di Felizzano

Che bella scoperta, lo spazio verde dedicato alle famiglie dell’Astrobioparco Oasi di Felizzano. Da qui, io e Matilda ci siamo portate a casa tutta la tenerezza di Nanda, il piccolo struzzo che – insieme a tantissimi altri animali – gira libero nel verde dei giardini, e si lascia coccolare dai visitatori. Oche, galline, pavoni, lama, scoiattoli e coniglietti che, nella maggior parte dei casi, dimostrano di non aver paura dell’uomo e ci vengono vicino reclamando la loro dose di attenzioni. Si possono prenotare i tavoli da pic nic, e perfino le aree barbecue, per passare un po’ di tempo nella natura, magari accanto al laghetto dove nuotano pesci giganteschi (che si possono anche provare a pescare, per poi però ributtarli in acqua). Qui si possono fare tantissime attività: la caccia al tesoro, la pittura con i colori naturali (fatti dai bambini, utilizzando le piante e i fiori), e perfino l’osservazione astronomica, grazie ai macchinari presenti nell’apposita area di astronomia e astrofotografia.

9. Blue Adventure Park, Bellinzago Novarese

Un percorso avventuroso attraverso gli alberi più alti del bosco, totalmente in sicurezza grazie alle imbragature e ai caschetti protettivi. Ci va comunque una buona dose di coraggio per tentare i percorsi  del parco avventura Blue Adventure Park, tra ponti di corda sospesi e notevoli scalate in verticale. C’è anche un percorso più in basso, dedicato ai piccolini, e una bella piscina dove rinfrescarsi dopo il percorso, magari mangiando qualcosa di buono nel ristorante – bar a bordo vasca. Biglietti per i percorsi junior a partire da 10 euro.

10. Tour per bambini di Novara

Quello che abbiamo fatto a Novara è stato un viaggio attraverso la sua storia e i suoi monumenti assolutamente originale: ad attenderci c’era infatti la Marchesa Maria Elisabetta Torriani detta Marchesa Colombi, che si è improvvisamente e inspiegabilmente ritrovata nella nostra epoca, in cui è arrivata dal 1800. Ci ha quindi portato alla scoperta della città, per vedere come era cambiata rispetto a quella che conosceva lei, illustrata da una serie di stampe che sono state consegnate ai bambini prima di questa divertente visita guidata teatralizzata. Per le informazioni e le prenotazioni del tour, è possibile contattare direttamente l’ATL di Novara.

Per Informazioni

www.babyshills.it
www.langheroero.it
www.alexala.it
www.turismonovara.it

 

Copyright: Familygo. Foto di V. Dirindin; WiMu

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi