Villa San Michele: un sogno a occhi aperti sulle colline di Fiesole

C’era una volta sulle colline di Fiesole, a pochi passi da Firenze, nascosto tra limoni, roseti e alberi secolari un antico Monastero. Oggi quel gioiello considerato monumento nazionale, la cui facciata risale al XV secolo ed è stata attribuita a Michelangelo, grazie a Orient Express è diventato “accessibile” a chi, assieme ai propri figli, vuole regalarsi una vacanza di estremo relax in un luogo che non ha eguali per fascino e bellezza.

L’arrivo è stato di quelli che lasciano il segno: la prima impressione quella di trovarci di fronte all’ingresso di una Chiesa. Una volta entrati abbiamo capito che era proprio così e mentre stavamo accennando il segno della croce ci è venuto incontro, il responsabile della Reception.
In quell’istante ha avuto inizio il nostro weekend da fiaba, all’interno del quale realtà e fantasia si sono miscelate in un quid unicum.

Villa-san-michele-esternoVilla-san-michele

Villa San Michele quest’anno ha inaugurato il servizio di Kid’s Concierge, primo esempio in Italia: dunque il check in si è trasformato, per il mio piccolo di 4 anni, in qualcosa di speciale. Con un foglio colorato pieno di illustrazioni gli è stato chiesto di esprimere le sue preferenze riguardo ai giochi, ai colori, agli animali e al cibo: quindi, mentre noi adulti eravamo ancora incantati ad ammirare quello che ci circondava, il piccolo discuteva le sue preferenze ed era a suo perfetto agio, perché al centro dell’attenzione. In camera abbiamo trovato Rory, il piccolo leoncino mascotte dello Smile Club, che è subito diventato il peluches da tenere vicino a se anche di notte. Ma le sorprese, in quella collina incantata, erano destinate a non finire. Il mio piccolo, incuriosito dalle tante informazioni del suo concierge, decise che era ora di fare visita allo Smile Club, che ci dicevano essere sopra il giardino all’italiana terrazzato che ospitava le suite.

Villa-san-michele-smile-clubVilla San Michele corsi di cucina

Salendo scorgiamo una piccola Cappella con delle minuscole sedie e tavoli colorati all’esterno. Non c’erano indicazioni ma un certo vociare ci ha fatto capire di essere sulla giusta via. Aperta la porticina ci si è schiusa una stanza tutta colorata dove ci ha accolto Juliana, la Kids Club Supervisor. Ci ha illustrato un programma di attività diverse ogni giorno, che prevedeva la decorazione di scatole, la preparazione di gioielli, la caccia al tesoro, la merenda nel Bosco, la realizzazione di biscotti e di pizza…ce n’era non solo per tutti i gusti ma anche per tutte le età.

Per i bimbi dai 4 ai 7 anni era prevista anche la possibilità di escursioni esterne: al Giardino Botanico, ai Giardini di Boboli e al Parco di Pinocchio. Così anche per quelli dagli 8 agli 11 e dai 12 ai 15. Tra le attività più stravaganti proposte assieme ai genitori c’era il Rafting sull’Arno per poter visitare monumenti e luoghi di interesse divertendosi, ma anche la Caccia al Tesoro nei Musei di Firenze. Addirittura come proposta dai 6 ai 14 anni c’era una Young Chef Academy, per far scoprire fin in tenera età l’arte e il gusto per la cucina.

Villa-san-michele-terrazzaVilla-san-michele-piscina

Da ogni angolo dei giardini profumati e odorosi di Villa San Michele potevamo ammirare la splendida Firenze, ci sembrava di averla ai nostri piedi, eppure abbiamo fatto difficoltà ad uscire da quel contesto che ci rapiva per fascino e bellezza.
Il ristorante, un lunghissimo loggiato a strapiombo sulla collina, ci ha tenuti incollati alle sedie sia per le prelibatezze che ci ha proposto, che per la straordinaria vista che ci regalava soprattutto all’ora del tramonto. Nessuna preoccupazione per il piccolo, ad attenderlo il Kids Menù. Un delizioso acquerello, con tratteggiato un giardino all’italiana e un leoncino a spasso, invitava a scegliere pietanze gustose e saporite adatte anche ai palati più esigenti.

Villa-san-michele-ristoranteVilla-san-michele-kids-menu

Il mio bambino si è sentito per tutto il soggiorno un piccolo lord al punto da adeguare il suo atteggiamento all’atmosfera calma e tranquilla del luogo, quasi ne fosse contagiato. Come sempre la cosa più difficile è stata quella di uscire dal sogno, riprendere la macchina e tornare alla normalità.

PER INFORMAZIONI

www.villasanmichele.com

 

 

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi