Le case vacanza Vrbo raccontate da un papà in viaggio con la sua famiglia

Case vacanza vrbo, intervista a Gualberto Scaletta
Redazione, autore di Family Go
Autore:
Tempo necessario: 1 settimana
Età bambini:  0-12 mesi1-3 anni4-12 anni13-18 anni

Gualberto Scaletta racconta a FamilyGO in occasione della BIT l’esperienza Vrbo per le famiglie a partire dalla sua personale avventura di papà alle prese con la scelta di case vacanza. I must per trovare quella perfetta? Condivisione della scelta, informazioni chiare e dialogo con i proprietari.

Prendete un papà che decide di affittare una casa vacanze e si ritrova con moglie, due figli e suocera al seguito in un appartamento normalmente abitato dai proprietari, con armadi pieni di vestiti, scarpe nell’ingresso e avanzi nel frigo…

Case vacanza vrbo, intervista a Gualberto ScalettaSembra un brutto sogno in cui si è sbagliato indirizzo, e invece è quello che è successo realmente a Gualberto Scaletta, Country Manager Italia Vrbo, portale leader negli affitti turistici e sempre più family oriented. “Quella era una prima casa occasionalmente lasciata libera e messa in affitto dal proprietario” ci racconta. “Una cosa che non vogliamo accada ai nostri clienti. Che sono principalmente famiglie. Per questo a Vrbo selezioniamo seconde case adibite alla sola ricezione turistica”. Per garantire uno spazio accogliente, da vivere in totale libertà e senza brutte sorprese.

“Anche perché, rispetto a hotel e villaggi”, prosegue “dove necessariamente le famiglie condividono alcuni spazi – ristorante, piscina, sala relax – con altri ospiti, la casa è uno spazio personale, intimo, dove potersi davvero rilassare”.

Appartamenti family friendly

Case vacanza vrbo, intervista a Gualberto Scaletta     Case vacanza vrbo, intervista a Gualberto Scaletta

Una delle operazioni che Vrbo ha portato avanti negli ultimi anni è stata quella di sensibilizzare i proprietari, gli host, a rendere i propri alloggi sempre più family friendly. Se ci sono giochi, un seggiolone, un passeggino, uno scalda biberon, o altre dotazioni fondamentali per chi viaggia in famiglia, come ad esempio la lavatrice o la lavastoviglie, ai proprietari viene chiesto di inserirli nella galleria fotografica e di specificarne bene i dettagli nella descrizione, in modo da dare alle famiglie il maggior numero di informazioni utili per la scelta.

Allo stesso modo, analizzando i servizi esterni più ricercati (come supermercati, farmacie e ospedali), si è pensato di inserirli come filtri e si è consentito ai proprietari di indicarne anche la distanza.

Servizi a portata di mano. Casa accogliente. Vacanza felice.

Condivisione, la parola d’ordine per trovare la casa che piace proprio a tutti

Case vacanza vrbo, intervista a Gualberto Scaletta

Oltre a fornire una serie di info utili – come abbiamo appena visto – sulle dotazioni di ogni alloggio, la piattaforma Vrbo collabora con le famiglie in modo attivo, incoraggiando la condivisione. Chi decide quale sia la casa giusta? Chi si prende la responsabilità del buon esito dell’intera vacanza? Per rendere la scelta davvero family il portale ha deciso di creare una bacheca virtuale Tripboard, la “Bacheca dei viaggi”. Significa che si può creare un’utenza e selezionare con un cuore le case preferite creando una wish list da condividere con gli altri membri della famiglia; tutti possono commentare le case, aggiungere o rimuovere, finché si arriva alla decisione finale. E niente più recriminazioni!

Una risorsa preziosa: il rapporto con l’host

Case vacanza vrbo, intervista a Gualberto ScalettaUn altro servizio offerto da Vrbo particolarmente apprezzato dai viaggiatori è il rapporto personale con il proprietario. Sulla piattaforma è possibile non solo prenotare, ma anche fare una domanda all’host prima di fissare l’alloggio. Poi, “una volta che la prenotazione è confermata, io viaggiatore ricevo tutti i contatti del proprietario e viceversa”, ci spiega Gualberto Scaletta, una garanzia di trasparenza e di tranquillità per qualsiasi dubbio venga in mente alla famiglia prima dell’inizio del viaggio (e sappiamo che in vacanza con i bimbi di dubbi ne vengono tanti, anche last minute!).

Inoltre l’host accoglie la famiglia al suo arrivo, la indirizza su quali sono le attività più belle nella zona e fornisce dritte e consigli utili che sono il frutto della sua conoscenza del territorio e quindi una risorsa preziosa e in qualche modo unica.

In aggiunta, Vrbo fornisce un supporto tramite mail o telefono h24. Per garantire in caso di bisogno un’assistenza puntuale ed efficace sia alla famiglia che è in vacanza, sia ai proprietari.

Infine, una volta tornati a casa, c’è la recensione. “La nota di gradimento di una famiglia è fondamentale perché dà credibilità alla struttura. E anche le critiche, se costruttive, forniscono suggerimenti per migliorare alcuni servizi”, conclude Scaletta.

Per Informazioni

Per provare tutte le nuove funzionalità basta cliccare sul link vrbo.com/it e creare un proprio account e il gioco è fatto.

Qui trovate invece l’Osservatorio sulle vacanze in Famiglia

 

Copyright: Familygo. Foto di vrbo.com

 

 

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi