Belgio. Un Natale speciale a Mons, capitale europea della cultura 2015

Letizia Dorinzi, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: Weekend

Età bambini:  4-12 anni

Capitale europea della cultura per il 2015, Mons è una delle città più affascinanti della Vallonia, nonché la sua capitale culturale. E in Avvento, tra luci e addobbi, si prepara a mostrarsi ancora di più in tutto il suo splendore.i

Siamo in una regione del Belgio, la Vallonia, che vanta un patrimonio naturalistico unico tanto da essere considerata un vero e proprio polmone verde per tutto il paese. Qui, come in tutta l’Europa del Nord, la tradizione del Natale si fa sentire in modo particolare. Ogni città si addobba e si mostra in uno scenario inconfondibile di luci, suoni, bancarelle, colori, profumi e sapori. Mons non fa eccezione. Ed è proprio questa la meta più indicata per il prossimo avvento. Perché Mons è stata eletta capitale europea della cultura per il 2015. Visitarla nell’anno in cui i riflettori sono puntati su di lei è sicuramente un’esperienza unica. La città, bella come non mai, si prepara ad accogliere i turisti con un programma culturale eccezionale fitto di eventi e mostre. E con una meravigliosa atmosfera natalizia.

Mons, Capitale europea della cultura

Belfry of Mons in Belgium. Belgio-Mons-GrandPlace

E’ sicuramente il centro storico, un vero e proprio gioiello di arte e storia, ad aver contribuito alla nomina di Mons come capitale della cultura europea.

Troneggia l’imponente Beffroi, una torre campanaria alta 87 metri risalente al XVII secolo, unica in stile barocco in tutto il Belgio, diventata ormai simbolo della città oltre che Patrimonio mondiale Unesco. Proprio in occasione di quest’anno importante, è stato inaugurato un nuovo museo multimediale. E grazie a un ascensore in vetro sarà possibile raggiungere la cima della torre per godere di una vista impareggiabile sulla città.
Fontaine du RopieurJardin du Mayeur

Il cuore pulsante della città vecchia è la Grand-Place, la spettacolare e gigantesca piazza dove ha sede il municipio. Nel palazzo è possibile visitare i saloni arredati con mobili d’epoca, il Gabinetto del Borgomastro con gioielli e arazzi offerti alla città da re Luigi XIV di Francia. E ancora il cortile interno, il “Jardin du Mayeur” in cui troneggia la statua del monello della città, “Ropieur”. E poi una curiosità che affascinerà soprattutto i più piccoli: la statua di una piccola scimmia in ferro battuto, la Singe du Grand Garde. Secondo la leggenda porta fortuna a chi le accarezza la testa con la mano sinistra. Tentar non nuoce.
« Pralines aromatisées » : Fruits rouges et poivre rose, Cannel Mons - Singe du Grand Garde

Per un ultimo tuffo nel passato, la Collegiata di Sainte Waudru affascina i visitatori con le collezioni di oreficeria antica e statue di alabastro, mentre un’altra chicca da non perdere, che piacerà molto ai bambini, è la visita al Museo di Storia Naturale (ad ingresso gratuito).
Fatto quindi il pieno di storia e cultura, se il freddo si fa sentire, niente di meglio che una bella cioccolata fumante per riscaldarsi. Dopo tutto siamo in Belgio, la patria del cioccolato.

La magia dell’Avvento

Marché de Noël « Mons Cœur en Neige 2010 » Marché de Noël « Mons Cœur en Neige 2010 » 

L’atmosfera natalizia è molto suggestiva in Blegio, e Mons con il suo mercatino dell’Avvento gode ormai di una certa fama nel Nord Europa. Quest’edizione si aprirà il 5 dicembre per chiudersi il 3 gennaio 2016 e si preannuncia ancora più spettacolare delle precedenti. Un enorme abete illuminato abbellirà la piazza già di per sé molto scenografica. E la pista di pattinaggio di 900 m2, accessibile anche a persone con mobilità ridotta, garantirà il divertimento di grandi e piccini. E poi il villaggio di Natale con circa 50 chalet in legno in cui sarà possibile acquistare prodotti gastronomici e di artigianato. Per il divertimento esclusivo dei bambini ci saranno giocolieri, trampolieri luminosi, mangiafuoco e artisti di strada. E ovviamente Babbo e Mamma Natale in calesse oltre a una pista di pattinaggio dedicata solo ai più piccoli sulla Place du Marché-aux-Herbes. Un programma ricco per vivere al meglio il periodo più magico dell’anno.

Informazioni utili

Mons è ben collegata con l’aeroporto Charleroi da cui dista soltanto 35 chilometri. Qui atterrano i voli low cost ed è quindi possibile pianificare il viaggio con un occhio al portafoglio. Anche l’aeroporto di Bruxelles è collegato ottimamente via treno con la città. Il tragitto dura poco più di un’ora e ci sono treni ogni ora e mezza.
Per informazioni sui collegamenti ferroviari: www.belgianrail.be/

 

Per informazioni turistiche

www.belgioturismo.it

www.mons.be

www.mons2015.eu

 

 

Copyright: Familygo.  Foto di Belgio Turismo WBT: Joseph Jeanmart, Emmanuel Mathez, Anibal Trejo, J.P. Remy; Visitmons: Gregory Mathelot

 

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi