Musei per bambini a Napoli: che sorpresa il Mann!

Isabella Colombo, autore di Family Go
Tempo necessario: 1 giorno
Età bambini:  4-12 anni13-18 anni

Tra i musei per bambini a Napoli, il Museo Archeologico Nazionale è una tappa immancabile. Con mostre interattive come quella sui gladiatori ed esposizioni originali, per esempio sui giocattoli dell’antica Roma, conquista grandi e piccoli. E c’è pure un videogioco per conoscere meglio le collezioni storiche. Pronti a imparare divertendosi?

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli è una delle più antiche e autorevoli istituzioni museali al mondo. Visto così potrebbe sembrare respingente per i più piccoli: un sontuoso e austero palazzo, grandi scalinate e un numero quasi infinito di opere d’arte e manufatti di interesse archeologico internazionale. Il Mann è anche considerato uno dei più importanti musei archeologici d’epoca romana ed è terzo al mondo per l’importanza della collezione egizia (dopo quelli di Torino e de Il Cairo).

Eppure, tra la Collezione Farnese e i preziosi reperti provenienti da Ercolano e  Pompei, si nasconde un’anima sbarazzina e divertente che piacerà ai più piccoli. Questo museo è infatti riuscito, con istallazioni, servizi e mostre dedicate, a rendere anche l’arte più austera a misura dei piccoli e di sorprendere le famiglie con bambini in viaggio a Napoli. Il risultato? Loro si divertono e mamma e papà si possono godere con calma le sale del museo. Attività e mostre for kids sono presenti tutto l’anno, qui vi segnaliamo quelle in programma per tutta la primavera che faranno esclamare “Wow” anche ai piccoli più annoiati e agli adolescenti più scettici.

A tu per tu con i gladiatori grazie alla realtà aumentata

Musei per bambini a Napoli, il Mann e la mostra Gladiatori     Musei per bambini a Napoli, il Mann, la mostra Gladiatori e i laboratori Gladiatorimania

La prima attrazione è la mostra che affianca passato e futuro, antichità e tecnologia, per raccontare il mito dei Gladiatori. Eroi antichi, idoli delle folle, al pari dei calciatori di oggi, la cui fama è riuscita a superare i confini degli stadi romani e del tempo. L’esposizione Gladiatori mostra ai visitatori più di 150 reperti, distribuiti lungo un percorso interattivo. I ragazzini possono indossare gli occhiali 3D e intraprendere una visita guidata che è una vera e propria esperienza immersiva nel passato.

Musei per bambini a Napoli: Mann Mostra Gladiatori   Al Mann, il Museo archeologico nazionale di Napoli per le attività for kids

Grazie alla realtà aumentata, garantita dal visore in 3D, ci si immerge direttamente nel mito e tra le arene romane più note, come Pompei, il Colosseo, gli anfiteatri di Pozzuoli e Santa Maria Capua Vetere. Avanzando lungo le sezioni espositive, si ha davvero l’impressione di “essere a tu per tu” con i gladiatori, di comprendere il valore sportivo e sociale che incarnavano, di conoscere il loro ambiente (le caserme in cui soggiornavano) e chi lo frequentava, di aver tra le mani i loro strumenti di lavoro (elmi, scudi, spallacci, lance, pugnali, spade), di assistere alle fasi preparatorie dei combattimenti: la dieta seguita, gli allenamenti svolti, gli strumenti usati per le cure mediche e chirurgiche. Tutto descritto oralmente ma anche rappresentato in forma di ologramma. E là dove nel reperto compaiano scritte e parole in latino, ecco la traduzione sul visore!

Tra le bamboline romane e le Barbie degli anni Settanta

Musei per bambini a Napoli, il Mann e la mostra "Giocare a regola d'arte"     Musei per bambini a Napoli, il Mann: visite guidate e laboratori

Teneri poppatoi e snodabili “Barbie” di 2500 anni fa, la minuscola biga con la quale avrà giocato un ragazzino di Pompei, il primo aquilone raffigurato su una ceramica attica, dadi e astragali. Sono oltre 50 i pezzi inediti selezionati dall’immenso patrimonio dei depositi del Museo Archeologico Nazionale di Napoli per la mostraGiocare a regola d’arte” , curata da Paolo Giulierini, direttore del MANN, ed Ermanno Tedeschi.

In cinque sale della sezione Affreschi il percorso fa incontrare i reperti antichi con giocattoli del ‘900, bambole da collezione e segni artistici contemporanei: filo conduttore è il confronto tra forme e modi del divertimento, dalla nascita alla fanciullezza, simili in tutte le epoche. La mostra si articola in sei sezioni, dai giocattoli dell’infanzia ai giochi che fanno diventare grandi. Per i piccoli è una scoperta che attraversa le epoche e che approda nel laboratorio collegato alla mostra: la costruzione di un giocattolo in terracotta da portare a casa.

Esplorare il museo con un videogioco 

Musei per bambini Napoli: Mann, giocare a nascondino  Musei per bambini a Napoli: scoprire il Mann attraverso il videogioco Father&Son

Il Mann riesce ad attrarre anche i ragazzini più recalcitranti e quelli che non si schiodano dallo smartphone. E lo fa con un videogioco interattivo, Father & Son, sviluppato da “Tuo Museo”. È un modo nuovo di raccontare l’istituzione, la sua storia e le sue collezioni.

Si scarica l’app e si comincia a giocare nell’ingresso del museo. Attraversando le sale e posizionandosi in determinati punti segnalati, è possibile sbloccare i contenuti dell’app e far progredire il gioco. La narrazione è coinvolgente (è la storia di un padre e di suo figlio che attraversano le epoche) e consente di esplorare le tante collezioni museali in maniera innovativa e coinvolgente.

A completare l’offerta per bambini ci sono i laboratori, come quello tecnologico collegato alla mostra Gladiatori (Gladiatorimania) nel braccio nuovo del museo e, ogni terza domenica del mese, e per tutto l’anno, gli incontri di Mann for kids dedicati a bambini e ragazzi tra i 6 ed i 12 anni: workshop didattici sulle collezioni, safari fotografici e itinerari a tema disegno, fumetto e cinema.

 

 

Copywright: FamilyGo. Foto: Museo archeologico Nazionale di Napoli, Valentina Cosentino, Mario Laporta/KONTROLAB

 

Pubblicato in