Il Salone del Libro di Torino amico dei bambini: spazio ai piccoli lettori!

Salone del libro di Torino
Valentina Dirindin, autore di Family Go
Tempo necessario: 1 giorno
Età bambini:  1-3 anni4-12 anni13-18 anni

Al Salone Internazionale del Libro di Torino, dal 14 al 18 maggio 2020 al Lingotto, sono tantissime le iniziative, i laboratori e gli appuntamenti dedicati ai bambini e ai ragazzi. Un modo unico e straordinario per avvicinare i più piccoli alla lettura.

Come sempre, anche la trentatressima edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino si rivolge anche e soprattutto alle generazioni dei più piccoli, i lettori di domani. L’immagine portante di questa edizione, dedicata da “Altre forme di vita” è infatti un piccolo lettore alieno. Sarà dunque interessante anche per le famiglie questa edizione della manifestazione la lettura al centro di Torino, in programma dal 14 al 18 maggio negli spazi del Lingotto Fiere. Non c’è dubbio che la lettura sia una delle attività che ogni genitore sogna di veder fare più spesso ai propri figli. Spegnere la televisione, abbandonare videogiochi e cellulari, e aprire invece un bel libro. Non è sempre semplice abituare i bambini alla lettura, ma leggere è un’attività importantissima e formativa e, in realtà, tutto sta nel trovare la chiave adatta per interessarli. Il Salone del Libro di Torino è indubbiamente uno scenario giusto per far approcciare i più piccoli con la lettura. Oltre alla presenza di numerose case editrici che pubblicano libri per bambini interessantissimi (e che magari non si trovano in tutte le librerie), il Salone del Libro dedica diversi spazi ai bambini, favorendo l’avvicinamento delle nuove generazioni alla lettura tramite giochi, incontri, progetti educativi.

Bookstock Village

Salone del libro di Torino     Salone del libro di Torino

Ai bambini da zero anni in su è dedicata un’intera area del Salone Internazionale del Libro, che ospita incontri, mostre, attività e laboratori incentrati sul rapporto tra bambini/ragazzi e la lettura. È il Bookstock Village, uno spazio che punta a dialogare con i più piccoli non solo attraverso il libro ma tramite la contaminazione artistica, sperimentando i linguaggi del digitale, la poesia, il fumetto, la scienza, l’illustrazione, la lettura, il cinema e l’arte. Ovviamente, anche al Bookstock Village i protagonisti principali saranno i libri: qui, nei giorni del Salone, arriveranno autori nazionali e internazionali.

Per le scuole

Salone del libro di Torino    Salone del libro di Torino

Una grandissima parte del pubblico del Salone del Libro è composta dai ragazzi delle scuole, torinesi e non solo. Per loro c’è un programma dedicato, in qualche modo parallelo a quello del pubblico adulto. Tanti gli appuntamenti con scrittori, intellettuali pensatori, con cui i giovani studenti potranno approfondire temi importanti, come la storia al femminile: libri di storie di donne, libri scritti da donne, libri illustrati e pubblicati da donne
Il Salone poi, come ogni anno, è anche la sede di restituzione del progetto per le scuoleadotta uno scrittore”, in cui gli studenti hanno potuto conoscere più da vicino un autore, lavorando sulla letteratura e sui suoi significati.

Le case editrici per bambini e ragazzi

Salone del libro di Torino     Salone del libro di Torino

Sono tantissime le case editrici che al Salone del Libro si focalizzano sui libri per bambini o per ragazzi. Se state cercando qualche titolo nuovo da acquistare, non avete che l’imbarazzo della scelta. Non mancano ovviamente i libri più amati dal pubblico, che ormai – seppur giovani – sono diventati dei veri classici della letteratura per i più piccoli. Per esempio, Harry Potter, edito da Salani, che l’anno scorso ha celebrato i vent’anni dalla sua prima, storica, edizione italiana.
Da non perdere anche lo spazio della casa editrice torinese EDT, con la sua sezione di libri per bambini e ragazzi Giralangolo: particolarmente interessanti sono, ad esempio, i libri per bambini che affrontano e sconvolgono gli stereotipi di genere (come “Una bambola per Alberto” o “La principessa e il drago”) e i libri che affrontano grandi e importanti temi, come “I conflitti globali”, “La povertà e la fame”, “Il razzismo e l’intolleranza”, “I rifugiati e i migranti”.
Poi, quest’anno, all’interno del Salone sorgerà un vero e proprio bosco realizzato in piena sostenibilità con alberi, cespugli, manti erbosi: uno spazio pensato per immergersi nella natura e partecipare a incontri, letture, presentazioni, dibattiti sui temi dell’ecologia e della letteratura. Un’esperienza multisensoriale unica, che regalerà al pubblico atmosfere suggestive e nuove. È il Bosco degli scrittori, progetto di Aboca Edizioni in collaborazione con il Salone del Libro. La casa editrice è nata in linea con l’attività di ricerca sul rapporto tra uomo e natura che Aboca, healthcare company specializzata in prodotti 100% naturali che rispettano l’organismo e l’ambiente, porta avanti da sempre.

Informazioni Utili

Salone Internazionale del Libro di Torino, Lingotto Fiere (via Nizza 280), 14-18 maggio 2018. Tutti i giorni dalle 10 alle 20. Il Salone del Libro è facilmente raggiungibile con la linea 1 della metropolitana, direzione Lingotto, fermata Lingotto. O con le linee 1, 18 e 35 degli autobus, fermata Lingotto.
I biglietti per il Salone possono essere acquistati online (con 1 euro di diritto di prevendita), in modo da non dover fare la coda per l’ingresso. Il biglietto intero costa 10 euro, il ridotto per i ragazzi e giovani dai 7 ai 26 anni costa 8 euro. I bambini dai 3 ai 6 anni pagano 2,50 euro, così come i bambini dai 7 ai 10 anni che vanno al Salone in gita scolastica.

 

Copyright: Familygo. Foto di Salone Internazionale del Libro di Torino/ M. D’Ottavio

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi