Taormina: 10 cose da vedere con i bambini (comprese le spiagge più belle)

Taormina: 10 cose da vedere con i bambini. I vicoli
Isabella Colombo, autore di Family Go
Tempo necessario: Weekend, 1 settimana
Età bambini:  4-12 anni

Taormina, la città cartolina che attira ogni estate tantissimi turisti di passaggio in Sicilia, è una meta sempre bella da vedere e scoprire, in ogni stagione. Abbiamo selezionato, per descrivere Taormina, 10 cose da vedere con i bambini, comprese le spiagge più affascinanti e comode per chi sceglie di andarci in vacanza questa estate. Ma al di là del mare, le attrazioni che conquisteranno grandi e piccoli sono tante, dalla Casa Cuseni con il suo sorprendente giardino, all’Isolabella, l’isola che si raggiunge a piedi. Sempre con la vista maestosa del vulcano Etna e del mare blu davanti agli occhi.

Taormina è il luogo più celebrato in Sicilia da sempre, è il paese cartolina per eccellenza, crocevia di culture, eventi e personaggi celebri. Ed è un luogo che piacerà tantissimo anche ai bambini perché oltre ai suoi panorami mozzafiato sul Mar Ionio e sull’Etna, custodisce monumenti e musei con tante curiosità tutte da scoprire. A partire dalle origini del suo nome. Lo sapevi che Taormina che deriva da Minotauro? È solo un’ipotesi. Così come quella che cerca invece le origini nei nomi di Taurus e Mena, i principi palestinesi che avrebbero fondato la città. Evocare miti e leggende sarà divertente e interessante mentre ci si rilassa su una delle panchine del belvedere di Piazza IX Aprile: con il suo pavimento a scacchiera e la vista strabiliante sull’Etna e il mare sarà una calamita per i bambini e una sosta relax impareggiabile per mamma e papà.

Il teatro greco romano con panorama mozzafiato

Taormina: 10 cose da vedere con i bambini. Il teatro greco

Secondo per storia e grandezza solo a quello di Siracusa, il teatro greco di Taormina ha un grande primato: il panorama sul mare che ne fa infatti la sede di eventi e spettacoli di importanza internazionale. I ruderi dei suoi colonnati incorniciano come fosse un quadro un panorama che spazia dalla costa calabra all’Etna.

La sua storia risale al III secolo avanti Cristo: il tour guidato permetterà ai bambini di conoscerne origine e curiosità. Un assaggio? Per costruire questo teatro fu necessario asportare (ovviamente a mano) oltre 100000 metri cubici di roccia dalla montagna. L’impianto del teatro fu poi ristrutturato ed ampliato dai romani, che inserirono colonne, statue e anche le ingegneristiche coperture delle quali sono rimaste solo tracce. Il teatro era nato per ospitare rappresentazioni teatrali e concerti, lo stesso uso che se ne fa oggi, ma in epoca romana fu anche sede dei giochi gladiatorii e delle battaglie navali.

Il belvedere, il duomo e i palazzi che parlano di storia 

Taormina: 10 cose da vedere con i bambini. Il belvedere

Piazza Vittorio Emanuele è il cuore della cittadina: da qui si parte alla scoperta di altri tesori passeggiando per le viuzze assolate e i vicoli silenziosi. Per esempio il magnifico belvedere di Piazza IX Aprile e gli edifici storici come Palazzo Corvaja con il suo torrione arabo (a proposito, qui c’è l’ufficio turistico, si possono prendere le guide e prenotare i tour). O il cortile dell’Hotel Timeo con il suo fascino gattopardiano.

Anche il Palazzo Duchi di Santo Stefano merita una visita perché è un capolavoro dell’arte gotica siciliana e ai bambini darà l’impressione di un castello delle saghe fantasy. Il Duomo, infine, è un affascinante esempio di arte medievale che vale una visita dentro e fuori.

Casa Cuseni e il suo giardino divertente

Taormina: 10 cose da vedere con i bambini. Casa CuseniCasa Cuseni è una splendida villa nata a fino Ottocento a ridosso di una scarpata selvaggia dalla caparbietà di un lord inglese, il pittore Robert Hawrthon Kitson, amico di Oscar Wilde, innamorato di quello che allora era solo un villaggio di pescatori. Nel primo dopoguerra fece di questo luogo il salotto più in voga di Taormina. Casa Cuseni non è solo una delle più belle dimore storiche della zona ma anche un simbolo di ciò che questa città rappresenta per la Sicilia e per il mondo intero.

Casa Cuseni, che oggi è pinacoteca e foresteria è stata nello scorso secolo meta e dimora di artisti da ogni parte del mondo. Agli interni lavorarono i decoratori di Tiffany e i maestri dell’Art Nouveau. Prima fu un salotto letterario (frequentato tra gli altri da Pablo Picasso ed Ezra Pound), poi una residenza per artisti e intellettuali, da Tennessee Williams a Greta Garbo. Se mamma e papà apprezzeranno la storia di questo luogo così elegante e raffinato, i bambini si innamoreranno del giardino che è un piccolo paradiso di piante esotiche e sculture bizzarre, con il cono fumante dell’Etna che si specchia proprio nella piscina.

Il Parco Duca di Cesarò e le “casette alveare”

Taormina: 10 cose da vedere con i bambini. Il parco Duca di Cesarò

È il giardino pubblico di Taormina ed è un’oasi verde unica nel suo genere, voluto dalla nobildonna inglese Florence Trevelyan come suo buen retiro alla fine dell’Ottocento. Alberi provenienti da tutto il mondo e particolari edifici a forma di alveare, i “victorian follies”, catapultano i bambini (e non solo) in un paesaggio da favola.

Queste casette – alveare hanno l’aspetto di antiche rovine e sembra che da un momento all’altra vengano fuori gli gnomi dei boschi. I piccoli ne saranno incantati (così come lo saranno dalle granite del bar davanti al parco).

Isolabella, l’isola che si raggiunge a piedi

Taormina: 10 cose da vedere con i bambini. Isolabella

Anche Isola Bella un tempo era di proprietà della nobildonna inglese Florence Trevelyan ma dagli anni Novanta è proprietà del Comune che ne ha fatto una riserva naturale. La cosa affascinante è che, pur essendo un’isola, si può raggiungere a piedi perché è collegata da una sottile striscia di sabbia che, durante la bassa marea, emerge.

Sembra di camminare sulle acque e la grande insenatura all’interno della quale si trova l’isolotto è una piscina naturale quindi perfetta per i bambini. Anche se è sempre bene attrezzarsi con le scarpe da scogli perché in queste zone i litorali sono spesso fatti di pietrisco e pietre aguzze.

Castelmola, la piccola Taormina

Taormina: 10 cose da vedere con i bambini. Castelmola

Castelmola si trova proprio alle spalle di Taormina ed è uno dei borghi più belli d’Italia. Costruito su un cocuzzolo, un grande masso che fa pensare a una mola (da qui il nome), il castello (quello che ne rimane, cioè i ruderi) domina il borgo e la vallata e si raggiunge salendo per un sentiero dalla piazza principale del paesino.

Nel borgo si possono visitare l’arco greco-romano, l’auditorium, i pozzetti romani di Myle (particolari e antichissime cisterne per l’acqua), la Porta dei Saraceni e la Chiesa Madre. È affascinante passeggiare per questi vicoli antichi e spesso deserti: tanto è conosciuta e affollata Taormina in estate, tanto è sconosciuto e silenzioso Castelmola.

Le spiagge più belle e comode

Taormina: 10 cose da fare con i bambini. Giardini Naxos

Per chi ha voglia di un tuffo al mare nello scenario da cartolina intorno a Taormina, la spiaggia più affascinante e vicina è Villagonia, un piccolo golfo di roccia e ghiaia vicino alla stazione ferroviaria. L’alternativa è spingersi a sud, verso Catania. La prima spiaggia che si incontra in questa direzione è Giardini Naxos. Insieme a quella di Recanati e Schisò. Sono grandi distese di sabbia che si affacciano sulla piccola baia protetta da verdi colline, fondali leggermente declinanti, sabbia fine e dorata e calette delimitate da rocce di origine lavica.

Spiagge e scorci suggestivi si trovano anche nel litorale successivo, quello di Giarre: nella spiaggia di Praiola, il tufo degli scogli a contatto con l’acqua azzurra crea uno scenario suggestivo. Torre Archirafi offre un affascinante percorso cicloturistico che termina nei pressi del fiume Alcantara ed è l’ideale per chi vuole scoprire in bici con i bambini questo tratto di costa. La spiaggia San Marco di Calatabiano, protetta da eucalipti e acacie, è quasi incontaminata e molto tranquilla.

La Riviera dei Ciclopi e la riserva dei faraglioni

Taormina: 10 cose da vedere con i bambini. La riviera dei Ciclopi

Una giornata può essere dedicata alla scoperta della Riviera dei Ciclopi che arriva da Taormina alle porte di Catania (circa 30 chilometri). È un tratto di costa molto affascinate perché dal lato apposto al mare c’è sempre il panorama dell’Etna, il maestoso vulcano che domina co la sua presenza ogni skyline nel raggio di chilometri. Da non perdere: Capomulini, un borgo delizioso con una delle spiagge più frequentate dai locali, Aci Castello, proprio all’ombra dello sperone di roccia su cui sorge il castello che risale all’XI secolo, e Aci Trezza con la Riserva naturale integrale Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi.

L’origine di questi scogli, che secondo la leggenda furono scagliati nel mare dal ciclope Polifemo contro Ulisse, è vulcanica, risale a circa 500 mila anni fa ed è in realtà il risultato alle prime eruzioni sottomarine dell’Etna. Le attività di snorkeling e immersione organizzate nella riserva permettono di ammirare la fauna marina locale, dalle ascidie rosse ai saraghi alle attinie variopinte.

Savoca e Calatabiano per la gita fuori porta

Taormina: 10 cose da fare con i bambini. Kontiland

Poco distante da Taormina c’è il castello arabo normanno di Calatabiano circondato dal caratteristico borgo. Custodisce un sito archeologico greco-romano, un kastron bizantino e una costruzione medievale con corte e cappella. Da su c’è un panorama mozzafiato: è divertente andare su con la funivia godendosi il panorama delle campagne intorno e dell’immancabile vulcano Etna.

Un’altra località molto interessante da visitare con i bambini qui nei dintorni è Savoca, il borghetto dove sono state girate le scene del celebre film Il Padrino di Francis Ford Coppola. Le atmosfere sono proprio quelle del film! E per i piccoli c’è un parco a tema Sicilia molto divertente. Si chiama Kontiland, è tutto immerso nel verde e riproduce l’isola in miniatura.

Gelati e granite: la sosta obbligatoria

Taormina: 10 cose da vedere con i bambini. Le granite del Bam Bar

Un tour alla scoperta dei sapori dell’isola, nella bella stagione, non può che partire dalle gelaterie. Il maestro gelataio dalla fama riconosciuta a Taormina è Placido Prestipino che nel suo shop, Gelatomania di Corso Umberto, propone gusti tradizionali e tipicamente isolani, come gelsi, fico, cassata siciliana e pistacchio. Da non perdere però anche i gusti esotici, come mango e passion fruit che provengono da coltivazioni locali alle pendici dell’Etna.

Per le granite, da assaggiare con l’immancabile “brioscia”, la tappa storica è Bam bar. I gusti, che ruotano a seconda delle stagioni, dei mesi e persino dell’ora del giorno, sono lavorati con le classiche macchine a pala verticale che rendono la granita meno densa e di grana più fine. Per la pausa pranzo veloce i must qui sono gli arancini di Cristina in via Strabone, il panificio più gettonato dalla gente del posto, e i rustici di StriFUD che, oltre a pizze e schiacciate, propone piatti caldi siciliani in versione take away, dalla norma alle verdure grigliate.

 

 

 

Copyright: FamilyGo. Foto FamilyGo, Casa Cuseni, Gam Bar

Pubblicato in