Il rilascio delle tartarughe in mare al Conero: un’emozione incredibile!

Letizia Dorinzi, autore di Family Go
Tempo necessario: 1 giorno
Età bambini:  4-12 anni

Vedere un animale che torna in libertà nel proprio habitat naturale è sempre un momento di grande emozione. Viverlo nella cornice di quella che potremmo definire la spiaggia più bella delle Marche è ancora più suggestivo. Un momento magico da vivere con i bambini.

Il Tartaday, si chiama così la giornata dedicata al rilascio delle tartarughe nel mare Adriatico, è un evento imperdibile per le famiglie che trascorrono le vacanze nelle Marche. Ed è perfetto per prendere i cosiddetti due piccioni con una fava: ammirare uno spettacolo naturale unico e fare il bagno alle Due Sorelle.

Il rilascio delle tartarughe in mare al Conero

Tartarughe Conero    Tartaday Conero

Se ve lo state chiedendo, sì il Mar Adriatico è una delle aree di alimentazione più importanti del Mediterraneo per le tartarughe della specie Caretta caretta. Ed è di loro che si prende cura la Fondazione Cetacea. L’ospedale delle tartarughe è a Riccione, ma i rilasci degli esemplari in mare avvengono in diverse località lungo la costa adriatica.
In estate il rilascio delle tartarughe avviene anche nella spiaggia delle Due Sorelle, un luogo davvero speciale nel Parco del Conero. Perché qui si può arrivare solo via mare (il sentiero via terra al momento è chiuso ed è comunque sconsigliato con i bambini). La spiaggia delle Due Sorelle è una striscia di ciottoli bianchi con alle spalle la montagna e di fronte il mare. Un luogo selvaggio, senza fronzoli. Niente ombrelloni o servizi. Solo la bellezza della natura. Ed è quindi la location perfetta per celebrare il momento di ritorno nella natura per le tartarughe, soccorse e curate dalla Fondazione Cetacea.

Conero con bambini    Spiaggia Due sorelle

Si raggiunge la spiaggia in barca e a bordo le guide spiegano tantissime informazioni curiose sul mondo delle Caretta Caretta. Una volta sbarcati, ci si prepara alla magia del rilascio delle tartarughe al Conero. Tutti in cerchio, con gli occhi fissi sull’animale che sta per rituffarsi in mare. Il silenzio è d’obbligo ma non c’è forse nemmeno bisogno di specificarlo. Perché l’emozione è grandissima e si ha la sensazione di vivere un momento solenne, unico per davvero. La tartaruga si avvicina al mare fino a gettarsi in acqua e a nuotare via veloce, verso la libertà. A noi non resta che seguirla con lo sguardo e cercare di imitarla.

Tuffarsi poi nelle acque della Spiaggia delle Due Sorelle e godersi questo angolo di paradiso è la degna conclusione di una giornata speciale, quasi poetica.

Info utili

Rilascio tartarughe ConeroIl rilascio delle tartarughe al Conero è un’esperienza molto gettonata perciò conviene tenere d’occhio il sito dei Traghettatori del Conero, per prenotare non appena vengono confermate le date dei Tartaday. L’esperienza del rilascio delle tartarughe al Conero prevede il trasporto in barca, con partenza dal porto di Numana alle ore 16 e rientro verso le 18.

Solitamente l’escursione viene organizzata a luglio, mai ad agosto a ridosso delle settimane centrali di alta stagione, quando le imbarcazioni private e i gommoni sono molto più numerosi e rischierebbero di disturbare gli animali.

Per lasciarvi ispirare per le vostre vacanze, leggete i nostri reportage di viaggio nelle Marche. E scoprite i family hotel e le strutture dove dormire con i bambini. 

Copyright: Familygo. Foto: L. Dorinzi, Canva

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi