Vacanza al Lago di Garda tra natura, cultura e adrenalina

Silvia Baldisserotto, autore di Family Go

Autore:

Età bambini:  0-12 mesi1-3 anni4-12 anni

Se siete indecisi tra mare e montagna, questo articolo non fa per voi. Eh no, perché la scelta di andare al lago non è un compromesso tra due alternative, ma una meta vera e propria che offre paesaggi, divertimenti ed esperienze tutte sue, compresa l’emozione di stare a testa in giù sull’ottovolante più famoso d’Italia. Se parliamo del Lago di Garda, infatti, la vacanza con i bambini raggiunge il top grazie ai parchi divertimenti, uno su tutti Gardaland.

silviareportage di Silvia Baldisserotto – vacanze per bambini da 0 anni

lago-garda-andrea copiaQuest’anno abbiamo aperto la stagione delle vacanze con un soggiorno al Lago di Garda, località Moniga del Garda sulla costa bresciana, tra Desenzano e Salò, entrambe a 10 minuti di strada. L’idea era quella di riposarci e ricaricare le batterie dopo un anno di lavoro e contemporaneamente di far divertire i nostri bambini di 9 e 11 anni. Un’impresa, sulla carta. Invece, è bastato scegliere bene l’alloggio per far felici tutti. Al Falkensteiner Lake Garda Resort, abbiamo goduto dei servizi dell’albergo, come la piscina, l’animazione per i bambini e le cene, ma mantenendo piena libertà di movimento grazie alla formula residence.

Cosa si fa al lago

lago-di-garda-con-bambini2lago-di-garda-con-bambini4

Vabbé riposare, ma qui è troppo bello per non approfittare di visitare il lago. Mio marito esagera e addirittura lo visita in profondità e pesca qualche bel pescione. Io per visitare, intendo passeggiare ad esempio per il centro dell’elegante cittadina di Desenzano, guardando un po’ il paesaggio da cartolina e un po’ le mille vetrine di negozi e negozietti… anzi, esagero anch’io e opto per la serata dello shopping notturno. E i bambini? I bambini restano al Falkyland a giocare e a fare nuove amicizie. Perfetto.

A Salò, invece, portiamo anche loro, li facciamo passeggiare sul lungo lago tra papere e cigni e promettendo un gelato, non fanno un lamento. Anzi, si divertono ad avvistare i pesci, grazie ad un’acqua veramente trasparente, e a guardare le bancarelle di libri per bambini lungo il percorso. Stiamo talmente bene che decidiamo di mangiare la pizza nel piccolo porto di Portese, di fronte a Salò, a pochi metri dall’acqua. E la serata si conclude con il lancio di sassi piatti sul lago cercando di farli rimbalzare.

lago-di-garda-con-bambini3lago-di-garda-con-bambini 6

 

Per i bambini uno dei momenti più belli è stato il bagno nel lago con pinne, maschere e boccagli. Hanno nuotato nell’acqua abbastanza limpida e calda tra pesci persico e qualche trota, hanno circumnavigato un canneto pieno di vita e trovato reperti, molluschi e conchiglie. Mentre i miei cari erano a mollo, io ho fatto una passeggiata lungo il lago su una stradina percorsa ogni giorno da persone di tutte le età, che fanno jogging e si mantengono in forma. Questa sì che è vita.

Come concludere una vacanza al lago: Gardaland

lago-di-garda-gardaland lago-di-garda-gardaland2

Ritemprati dal dolce far nulla distribuito un po’ in piscina, un po’ al lago, un po’ nei pittoreschi centri storici, un po’ al ristorante del resort Lake Garda (esperienza vivamente consigliata per la creatività del cuoco, che riesce a trasformare ingredienti semplici in piatti stellati e a prezzi molto contenuti), siamo pronti per il finale col botto. Una giornata intera a Gardaland, il parco giochi più grande d’Italia che festeggia i suoi 40 anni di vita. Dopo aver mangiato le solite 100 brioches della colazione e salutato la gentilissima receptionist del resort, che ci ha prenotato i biglietti a 30,50 euro l’uno invece di 38,50, siamo pronti per l’avventura. Poco più di mezz’ora di strada e arriviamo al parco, giusto alle 10.00, orario di apertura. I biglietti stampati in albergo hanno il codice a barre e quindi saltiamo la coda ed entriamo direttamente, guadagnando tempo. Consigliamo di iniziare dalle attrazioni più lontane ed infatti a Fuga da Atlantide, l’attesa è breve e il divertimento garantito. I bambini sono già su di giri e non fa ancora caldissimo. Accanto, approfittiamo subito della scritta “5 minuti” di attesa per le Jungle Rapids e ci rinfreschiamo con gli schizzi d’acqua lungo il percorso.

Divertente, ma Laura ed Alberto vogliono le montagne russe, qui Magic Mountains, ed è subito adrenalina a mille. Doppio giro e bambini al settimo cielo! Io, alla mia veneranda età, mi accontento di ripensare a quando, ventenne, collezionavo giri su giri su questo stesso roller coaster, che adesso mi dà le vertigini solo a guardarlo. Pazienza. Però sul Colorado Boat sì che ci salgo, e a quel paese anche le paure dell’età! Che bello e che discese ripide sull’acqua! Un trucco per evitare lunghe code è mangiare un po’ prima di mezzogiorno e poi quando gli altri si fermano per il pranzo, approfittare delle attrazioni meno affollate. Infatti, il Mammuth, che prima presentava 40 minuti di attesa, adesso lo facciamo 2 volte con soli 5 minuti di coda. Fantastico! L’Era glaciale in 4 D merita di essere vista, è proprio impressionante; il Galeone dei Corsari nel villaggio inglese del 600 è un capolavoro e i bambini fanno il bis, mentre ne Il risveglio di Ramses ci vanno addirittura 3 volte. L’orologio segna le 16.30, ci sembra davvero abbastanza. Non tutti siamo d’accordo, ma si va e si conclude la vacanza al lago in maniera che più trionfante non si può. www.gardaland.it

Dove dormire

colazione-resprt-lake-garda Resort-lake-garda

Il gruppo Falkensteiner è sbarcato anche al lago di Garda con un elegante resort, formula residence, abbinato ai servizi di ristorazione e di animazione, tipici dell’ospitalità della nota catena alberghiera. Qualche giorno qui tra gli ulivi, la buona cucina e i giochi in piscina e siamo tornati a casa come nuovi.

lago-di-garda-piscina-lake-garda-resort lago-di-garda-piscina-lake-garda-resort2

Al Falkensteiner Lake Garda Resort, fresco di inaugurazione, l’ambiente è elegante e rispettoso del verde, gli appartamenti moderni e super accessoriati con piccolo giardino o terrazza che danno sulla piscina, posta al centro del villaggio. I ragazzi del Falkyland accudiscono i bambini più piccoli facendoli giocare in una playground interna al fresco e organizzano giochi ed attività sportive per i più grandi. Non mancano ping-pong e calcio Balilla per le ore più calde.

Il Resort dà la massima libertà d’azione, perché è improntato sulla formula residence, perciò ci si gestisce con i pasti come è più pratico. Da non sottovalutare però le ricche colazioni sulla terrazza dell’albergo e cene da ristorante stellato a prezzi super convenienti (circa 30 euro per una cena con piatti ricercati e di ottima qualità, vino escluso).
www.falkensteiner.com/it/hotel/lake-garda

Per informazioni turistiche

www.lagodigarda.it/

Copyright: Familygo. Foto di Silvia Baldisserotto e Andrea Rizzo

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi