A Cattolica con bambini tra spiaggia, squali, tartarughe e pipistrelli…

 Partecipare al rilascio delle tartarughe marine, oppure assistere al pasto degli squali. Vedere le dolcissime lontre giocare tra loro o accarezzare una manta. Correre sulla sabbia a perdifiato e fare enormi castelli, per poi tuffarsi in un mare tranquillo, privo di pericoli… esperienze straordinarie in quel di Cattolica con bambini. Ma anche l’entroterra riserva sorprese, come le antiche grotte di Onferno, dove incontrare colonie di pipistrelli. Infine, non dimentichiamoci una visita all’autodromo di Misano, meta ambita dagli appassionati del Moto GP.

Reportage di Laura Tenebrosi – Viaggio per bambini di tutte le età

La Romagna. Solo pronunciarne il nome evoca in noi pensieri legati a tradizioni culinarie, divertimento, mare, storia e cultura. Ci si reca in Romagna per sentirsi a casa, perché si cerca un luogo dove grandi e piccini riescano a soddisfare le loro esigenze. Le sue belle spiagge di sabbia fine, e il mare che degrada dolcemente, rispondono perfettamente ai bisogni di famiglie anche con bimbi piccolissimi. E se il sole non dovesse accompagnarvi, avrete comunque tante alternative. Infine, la calda ospitalità dei romagnoli, farà sentire tutti a proprio agio, con particolare attenzione ai bisogni dei piccoli ospiti.

L’Acquario di Cattolica

Partiamo subito con la visita della principale attrazione di Cattolica e cioè l’acquario. Gestito dalla Cooperativa Parco Le Navi, si colloca all’interno di edifici risalenti agli anni Trenta, le cui forme ricordano quelle di una flotta navale.
Con le oltre 100 vasche espositive, 3000 esemplari di 400 specie diverse, è il secondo acquario italiano dopo quello di Genova. I percorsi nel suo interno sono 4 ed i colori rappresentano le varie aree tematiche. Il più frequentato è sicuramente il percorso blu, con splendidi squali toro (la più grande è Brigitte, una femmina di 3 metri e 16 anni di età), cuccioli di squalo martello, meduse, la bellissima murena verde gigante, simpaticissimi pinguini e tartarughe marine.

Fantastica la riproduzione della barriera corallina con pesci chirurgo, pesci pappagallo, pesci napoleone e pesci pagliaccio. Questi ultimi sono davvero buffi, in simbiosi con il loro anemone, dal quale entrano ed escono costantemente. Inutile dire che li abbiamo soprannominati Nemo, mentre i pesci chirurgo blu erano tante Dori.
Ma ci sono due cose in particolare che rendono questo percorso più emozionante degli altri. La prima è la vasca tattile, con i trigoni che salgono verso la superficie per farsi accarezzare.
La seconda è un’esperienza a dir poco adrenalinica, ossia l’immersione con gli squali. Ciò avviene in massima sicurezza all’interno di gabbie di metallo ed assistiti da personale altamente specializzato. Questo “face to face” con gli squali è legato alla campagna di sensibilizzazione promossa dall’acquario per la tutela di questi animali e al sostegno di progetti educativi contro la pratica del finning, ossia le pesca degli squali finalizzata esclusivamente al taglio delle loro pinne. Questa particolare esperienza può essere fatta da chiunque a partire dai 12 anni di età. Non serve il brevetto sub e l’immersione avviene con particolari mute, mentre in testa si indossa una sfera trasparente con visibilità a 360°. Sembrerà di essere degli “astronauti sotto l’acqua”! Ultimo, ma non ultimo è l’obiettivo di far avvicinare l’uomo allo squalo, per testare da vicino quanto questo pesciolone possa essere tranquillo, ed arginare, almeno in parte, la paura atavica che ci incute. Noi, visto le tre file di denti di Brigitte, abbiamo pensato che non fosse il caso… Segnaliamo inoltre che, ad orari prestabiliti, è possibile assistere al pasto di squali, pinguini e trigoni.
Il percorso giallo invece è quello che vi farà incontrare le giocosissime lontre. Sono 3 sorelle, arrivate qui nel 2011, e sono davvero spassose. Ad orari prestabiliti è possibile assistere al loro pasto ed anche ai loro momenti di gioco. In questa area avrete la possibilità di incontrare anche gli ultimi attesi ospiti: due cuccioli di caimano dal passato un po’ burrascoso.  Questo è un passo davvero importante per la “mission” dell’acquario e cioè quella di contribuire attivamente a progetti per la conservazione di specie in pericolo di estinzione, e sia le lontre asiatiche che il caimano, purtroppo, sono tra queste.
Il percorso verde è legato all’esplorazione della natura, con la presenza di oltre 60 specie tra insetti e rettili, tra i quali spiccano il camaleonte, l’iguana, il boa costrictor e il pitone.
Infine il percorso viola. Si tratta di un percorso interattivo dove scoprirete i suoni del mondo sommerso. Pesci, crostacei e cetacei producono suoni in vari modi: con lo sfregamento delle parti dure del corpo, con il loro movimento, oppure con la loro vescica natatoria, che funge da cassa di risonanza. Ascolteremo così il canto delle balene, il suono prodotto dai gamberi sulla sabbia e i rumori emessi dagli squali. www.acquariodicattolica.it.

Un’esperienza senza fiato: il rilascio delle tartarughe

Un’altra entusiasmante esperienza che offre Cattolica riguarda il rilascio delle tartarughe marine.
La Queen Elisabeth è una motonave che, in collaborazione con la Fondazione Cetacea di Riccione, propone gite in compagnia di biologi marini, che parleranno delle abitudini di vita delle tartarughe caretta caretta. Tutti i bambini si entusiasmano: vengono coinvolti con racconti e domande e possono vedere da vicino il ritorno a casa degli animali.

La missione dalla Fondazione Cetacea è nobile ed ammirevole. Da Goro a San Benedetto del Tronto, soccorrono le tartarughe ferite o spiaggiate, per poi curarle e restituirle al mare non appena saranno completamente guarite.
Durante il periodo estivo, la fondazione apre le sue porte gratuitamente a tutti, ed possibile vedere da vicino questi bellissimi rettili. Ma ricordiamoci sempre di non disturbare gli animali. Gli orari sono indicativamente dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.
La motonave Queen Elisabeth opera su Cattolica, Misano Adriatico e Gabicce. Il costo della gita è di 10,00 euro a persona, mentre i bambini dai 4 anni pagano 8,00 euro.
Maggiori informazioni le potete trovare sul sito www.queenelisabeth.it
Di seguito anche il sito della fondazione cetacea: http://fondazionecetacea.org

Le grotte dei pipistrelli

Spostandoci nell’entroterra, molto interessante è la visita alle Grotte di Onferno. Si trovano nella riserva naturale omonima, a meno di 30 km da Cattolica. Tale riserva fa parte della “Rete Natura 2000”, una rete europea finalizzata alla conservazione della biodiversità in tutto il territorio dell’Unione. Le grotte sotterranee si sono create in milioni di anni grazie allo scorrimento delle acque, le quali hanno scavato le formazioni di gesso selenico. Qui vive la più numerosa colonia regionare di pipistrelli (chirotteri). Sono circa 7000 esemplari, facenti parte di sei specie differenti. L’escursione comprende il casco protettivo, la torcia ed anche un breve percorso nel bosco accompagnati da guide esperte. Le grotte sono aperte nei giorni di sabato e domenica fino a metà giugno e in autunno, mentre nel periodo estivo sono chiuse solo il lunedì. Per gruppi è possibile prenotare anche in giorni ed orari diversi da quelli esposti. L’ingresso è gratuito per i bimbi fino a un metro di altezza, mentre si spendono 6,00 euro fino a 12 anni. Il costo del biglietto intero invece è di 9,00 euro.
Tutte le informazioni sulle grotte di Onferno le trovate nel sito www.grotteonferno.it

Misano: per i papà e i bambini appassionati di motori

Ma Romagna è anche terra di motori. Il grande Valentino Rossi è nato in zona e anche  l’indimenticabile Simoncelli, Sic per gli amici. Quindi, visto la vicinanza è quasi d’obbligo un salto al Misano World Circuit, che anche quest’anno ospiterà il MotoGP, dal 14 al 16 settembre. Tutti i papà interessati potranno gareggiare sulla pista kart dell’autodromo e dare voce alle proprie doti di pilota in tutta sicurezza e tranquillità. Inoltre è anche possibile effettuare corsi di guida sportiva ed imparare a conoscere meglio la propria vettura, grazie all’aiuto della scuola di pilotaggio presente all’interno del circuito. E’ un suggerimento che ci sentiamo di dare a tutti gli appassionati di motori grandi e piccini, ma anche a coloro che vogliono vivere la Romagna con il cuore sportivo.
Tutte le informazioni sul sito www.misanocircuit.com

DOVE DORMIRE

Inutile dire che in Romagna trovate sistemazioni per tutte le esigenze e tutte le tasche. Familygo ne ha selezionati due.
Hotel Caravelle di Cattolica. Si tratta di un 4 stelle in prima linea sul mare. Tutte le camere sono provviste di balcone vista mare o piscina, si puo’ usufruire gratuitamente di biciclette munite di seggiolini per bambini. L’ottimo ristorante propone flessibilità negli orari del pasto e menù per bimbi. Animatrice presente dal 9 giugno, nutella party tutti i pomeriggi e castello gonfiabile a bordo piscina. Inoltre tante sono le iniziative per venire incontro alle famiglie, come la formula bimbo gratis o happy family.

Hotel Elite, un 3 stelle in ottima posizione, a soli 100 metri dalla spiaggia e nello stabilimento convenzionato c’è di tutto, piscina, palestra, animazione. L’hotel Elite ha anche la piscina con angolo giochi per bambini. Ottimo rapporto qualità-prezzo. Conveniente per chi ha figli grazie alla scontistica sui bambini, ottima la cucina, camere spaziose e lo staff veramente gentile.

 

DOVE MANGIARE

Le tradizioni culinarie della Romagna sono uno dei suoi numerosi fiori all’occhiello. Che siano piatti tipici come le lasagne verdi al ragù, o l’appettitosa piadina fatta in casa, si ha la certezza di assaporare qualcosa di squisito e genuino. Tra i vari ristoranti della tradizione, consigliamo il Ristorante-Osteria ‘La Sangiovesa, a Santarcangelo di Romagna. E’ ubicato in un palazzo storico nel centro della cittadina e offre piatti tradizionali utilizzando i prodotti della sua tenuta Saiano, sulle colline romagnole. Qui avrete la possibilità di ‘assaggiare’ la Romagna di un tempo, in un contesto lasciato per la maggior parte intatto nei secoli. Ci sentiamo di consigliarvi gli gnocchi di ricotta con crema di formaggio pecorino di fossa dop e gli strozzapreti al prosciutto, erbe aromatiche e ceci. Tra i secondi  spicca lo spiedone della Sangiovesa, con carni miste alla griglia. www.sangiovesa.it
Per chi cercasse un’ottima pizza, consigliamo il ristorante Pirata di Cattolica, dove, se avete l’occasione non perdetevi anche l’ottimo fritto misto di pesce. www.ristorantepiratacattolica.it

EVENTI

Anche quest’anno non mancherà La Notte Rosa, dal 6 all’8 luglio.
Tante iniziative nei ristoranti e pub che arricchiranno i loro menu con aperitivi a tema, concerti un po’ dappertutto e fuochi di mezzanotte.
Inoltre tenete sempre monitorata la pagina Facebook di Fondazione Cetacea, che settimana in settimana comunicherà gli eventuali rilasci di tartarughe, sempre in collaborazione con la motonave Queen Elisabeth. https://www.facebook.com/pages/Fondazione-Cetacea/37546112732
Un elenco aggiornato dei principali eventi in Cattolica lo potete trovare qui: www.visitcattolica.com

 

MAPPA DELL’ITINERARIO

Google map

INFO TURISTICHE

www.visitcattolica.com

Copyright Familygo. Foto di Acquario di Genova, VisitCattolica.com, L. Tenebrosi, Grotteonferno.it

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi