Magia d’inverno sul Renon per una vacanza family ecosostenibile… in treno

Inverno sul Renon con i bambini, il trenino d'epoca
Stefania Foti, autore di Family Go
Tempo necessario: 1 settimana, Weekend
Età bambini:  0-12 mesi1-3 anni4-12 anni13-18 anni

La posizione strategica di questo territorio permette facilmente di essere raggiunto senza l’automobile. Funivia, trenino e bus collegano sapientemente tutta l’area così da rendere a portata di tutti lo splendido scenario delle dolomiti altoatesine!

Nel meraviglioso altopiano del Renon, a pochi chilometri da Bolzano, i primi freddi e l’inverno sono la stagione ideale per trascorrere una vacanza ecosostenibile all’insegna del relax ma anche del divertimento. Vedute mozzafiato abbracciano questo territorio e la natura si svela in tutta la sua potenza. Nelle giornate più limpide dal Corno del Renon si riescono a percepire tutte le vette delle Dolomiti, Patrimonio Mondiale dell’Unesco dal 2009, per emozioni visive veramente indimenticabili.

Un piccolo universo ecosostenibile dove i treni sono protagonisti

Inverno sul Renon con i bambini, la funivia     Inverno sul Renon con i bambini, il trenino

Bandita l’auto, non solo per contrastare l’inquinamento ambientale ma anche per evitare lo stress da guida, questo angolo di Alto Adige è agevolmente raggiungibile sia da Milano che da molte città del nord italiano e persino da Roma: in treno, con 4 ore e 34 minuti, si arriva a Bolzano. Viaggiare in treno è sempre una meravigliosa esperienza e ha tanti pregi: permette di rilassarsi leggendo un libro o facendo un sonnellino, sgranchire le gambe e godere di meravigliosi paesaggi che corrono lungo i finestrini. E poi no ad attese o traffico snervante, per non parlare del tempo di percorrenza che spesso è inferiore rispetto a quello in auto. Insomma per chi viaggia con bambini è un’ottima soluzione.

Dalla stazione di Bolzano, poi, l’efficientissimo trasporto altoatesino permette velocemente di raggiungere l’area di SopraBolzano. Infatti, bastano pochi metri per giungere alla funivia, in servizio dal lontano 1966. L’impianto di risalita trifune, rinnovato nel 2009, in soli 12 minuti porta in quota con delle comode e spaziose cabine panoramiche. Le partenze sono ogni 4 minuti e praticamente non c’è attesa (costo 10 euro, andata e ritorno).

Inverno sul Renon con i bambini, panorama     Inverno sul Renon con i bambini, panorama

La maggior parte degli alberghi sono dislocati vicino la funivia, e inoltre l’area è collegata tutto l’anno da un trenino che giunge fino a Collalbo in 18 minuti, con partenze ogni mezz’ora. Il tragitto è suggestivo e panoramico, paesaggi rurali e vette dolomitiche si susseguono incantando lo spettatore. Molti albergatori, all’insegna di una vera vacanza ecosostenibile, offrono ai loro ospiti, grandi e piccini, la Ritten Card per il periodo del soggiorno, che consente di spostarsi gratuitamente con funivia, trenino ed eventuali bus in tutta la zona e fino a Bolzano! Il sistema di trasporto è così efficiente anche perché i locali vogliono ridurre al massimo l’utilizzo dei mezzi inquinanti.

Altopiano del Renon d’inverno: cosa fare con i bambini

Inverno sul Renon con i bambini, vista sul Corno     Inverno sul Renon con i bambini, passeggiata invernale

L’area offre diversi tipi di escursioni e occasioni di divertimento: dalle magiche e avventurose Piramidi di terra risalenti all’era glaciale al Corno del Renon e alle Alpi Sarentine, per uno sguardo a 360° gradi delle vette dolomitiche; dalle piste di pattinaggio agli innumerevoli sentieri in cui una incantevole natura si svela in tutto il suo splendore (sono veramente tante le passeggiate indicate ai più piccoli e a mamme con passeggini). Da non perdere il Sentiero Selvaggio delle meraviglie con tanti animali che vivono nel loro habitat naturale per custodire l’equilibrio dell’ecosistema; lungo le otto stazioni di questo divertente percorso per famiglie vi sono inoltre numerosi giochi didattici per conoscere meglio le caratteristiche di ogni animale. Invece per mamma e papà super sportivi si consiglia il Premium panorama tour, primo sentiero invernale certificato d’Italia. Si tratta di un itinerario che dalla Cima Lago Nero porta al punto più alto del Corno del Renon regalando un panorama mozzafiato sulle Dolomiti.

Inverno sul Renon con i bambini, sci     Inverno sul Renon con i bambini, slittino

Per chi ama sciare godendo al contempo di un panorama eccezionale e con la certezza che i propri figli non si possano perdere, questo è il luogo ideale. Il comprensorio sciistico del Corno del Renon, seppur piccolo, è ben curato ed ha a disposizione anche una pista di slittino lunga 2,5 km. Qui è possibile partecipare a corsi di sci o cimentarsi con lo snowboard.

Per chi non scia, basta indossare delle ciaspole e inoltrarsi per sentieri meravigliosi. Ma il divertimento non finisce qui perché ci sono anche diverse possibilità di cimentarsi nel pattinaggio sul ghiaccio. Primo fra tutti il famoso Anello di Ghiaccio del Renon, la pista di pattinaggio all’aperto più veloce del mondo. E’ infatti conosciuto per le gare mondiali di pattinaggio di velocità. L’anello, lungo 400 metri, si trova a Collalbo ed è aperto al pubblico ogni domenica dalle ore 14.00 alle 16.30. Sempre a Collalbo è sito il palaghiaccio dell’Arena Ritten con libero accesso il sabato, e da metà febbraio aperto anche la domenica dalle ore 14.00 alle 16.00. Ma potrete pattinare anche sul Lago di Costalovara (se le condizioni meteorologiche lo permettono), e al campo di ghiaccio naturale a Soprabolzano, per un’immersione totale nella natura. La Ritten Card consente libero accesso a questi campi di pattinaggio.

Tra gli altri sport invernali praticabili qui c’è persino lo snowkiting, in cui si usano degli aquiloni da trazione per farsi trainare su superfici innevate come altopiani, pendii montuosi o laghi ghiacciati.

DOVE DORMIRE

Inverno sul Renon, Parkhotel Holzner     Inverno sul Renon, Parkhotel Holzner

Come abbiamo già detto diverse sono le strutture dislocate vicino la funivia ma una, in particolare, eccelle per servizi, comodità e accoglienza, e stiamo parlando del Parkhotel Holzner ****S di Soprabolzano (Via del Paese 18, Soprabolzano, tel. +39 0471 345 231, info@parkhotel-holzner.com). La posizione è veramente strategica, a pochi passi dal capolinea della funivia e di fronte al capolinea della storica ferrovia risalente alla Belle Époque, il trenino del Renon che permette di scoprire tutta l’area immergendosi nella splendida scenografia delle dolomiti altoatesine. Sempre nelle vicinanze sono dislocati l’ufficio turistico, varie attività, e innumerevoli passeggiate e sentieri fra cui la famosa passeggiata Freud.

Certo è che proprio l’inverno è la stagione ideale per soggiornare in questo incantevole albergo, sembra proprio di entrare in una fiaba, quasi quasi vien voglia di non uscire più. Sarà l’anima liberty dell’hotel, saranno il color acquamarina e i mobili d’epoca, risalenti al 1908, anno della sua fondazione, saranno le maestose lampade, gli affreschi alle pareti, le meravigliose vetrate con vista sull’altopiano e tutte le decorazioni del periodo invernale che rendono questo albergo magico ed estremamente elegante. La guida dell’albergo è da sempre in mano alla famiglia Holzner e con orgoglio Wolfgang Holzner, attualmente alla direzione e presidente dell’associazione Familienhotels Südtirol, che unisce strutture alberghiere certificate a misura di bambino, dichiara: “Allo stile liberty alpino, tutte le stanze sono arredate con mobili dell’epoca, abbiamo abbinato grande modernità con la ricostruzione della torre Holzner, in cui è sito il museo sulla storia dell’hotel, e l’ala Bergmeister con parcheggio sotterraneo, le suite Eden e la nuova area termale”.

Tradizione e modernità si fondono sapientemente per dare maggiore confort a tutte le famiglie ospitate. Infatti tutte le camere sono estremamente accoglienti e in più c’è la possibilità di soggiornare in suite con vista panoramica e immerse nella natura, dove pace e tranquillità regnano sovrane. Dalle suite e dalle camere in un colpo di baleno ci si ritrova in un’area con assistenza dedicata ai più piccoli con svariate stanze gioco con arrampicata, ping pong, hockey da tavolo e altro ancora, e sempre a due passi anche saune e piscine riservate. Il divertimento continua con il tendone da circo di Holzi il Drago con ricco programma di attività per bambini, Circus Express e angolo del bricolage a partire da 1 anno e mezzo.

Insomma grazie a programmi di animazione, campi esplora natura, ristorazione adatta ai più piccoli con prodotti di prima qualità e menù speciali (qui si servono prima i piccoli ospiti e dopo gli adulti), vicinanza ai mezzi pubblici e tutti gli altri servizi, lo rendono il top per una vacanza a misura di bambino. “Per noi ospitalità vuole dire offrire un ambiente confortevole e di qualità, tanti servizi e una speciale organizzazione per gli spostamenti e le attività quotidiane in totale sicurezza! E i bambini sono sempre al primo posto, sono loro i veri protagonisti di un family hotel come il nostro” specifica Wolfgang Holzner.

Per informazioni

Associazione Turistica Renon, Tel. 0471 356 100

Parkhotel Holzner****S, Via del Paese 18, 39054 Soprabolzano, Renon (BZ) – tel. 0471.345231

 

LEGGI ANCHE:

Il Trenino del Renon e le meraviglie del suo altipiano, per una gita autunnale in Alto Adige

Alto Adige. Il Renon per i bambini: l’altopiano dove le passeggiate hanno il sapore dell’infanzia

 

Copyright: Familygo. Foto di Associazione Turistica Renon; Parkhotel Holzner/ Hannes Niederkofler;

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi