Baviera. Neuschwanstein, il castello delle fiabe che fa sognare

Letizia Dorinzi, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: Weekend

Età bambini:  4-12 anni13-18 anni

Il castello delle fiabe per eccellenza, quello che da sempre fa sognare generazioni di principesse in erba. Immerso nel meraviglioso foliage autunnale, il castello dà il meglio di sé e incanta i visitatori di ogni età.

Neuschwanstein, un nome che sembra impronunciabile ma che, se si mastica un pochino di tedesco, in realtà ha un suono quasi dolce.
La prima volta che ho ammirato questo castello è stato il secolo, anzi il millennio scorso, fa più vissuto dire così, uno dei vantaggi della nostra generazione.
E ricordo il silenzio, l’assenza totale di turisti, niente carrozze, niente coda in biglietteria, niente negozi di souvenir.

baviera-castello-neuschwanstein-ph-dorinzi4Neuschwanstein Castle
Non me ne vogliano i turisti di oggi ma dove approdano l’atmosfera si fa… pittoresca, diciamo così. Li vedi con quei bastoni lunghi, gli aggeggi per i selfie, che occupano posto su Marienbrücke per immortalarsi con quella meraviglia sulle spalle. E non si schiodano finché non hanno realizzato un tot di scatti, non importa quanta gente ci sia in coda ad aspettare. Li guardi e non puoi fare a meno di ripensare alle ultime volontà di Re Ludwig che implorava che il rifugio a cui teneva così tanto non venisse profanato dai visitatori dopo la sua morte. E, nel tuo piccolo, ricordi con nostalgia quando su quel ponte un po’ traballante scattavi una foto veloce, al massimo un paio perché il rullino era da 36 e le cose da vedere erano tante.
E poi, in silenzio quasi religioso, ti lasciavi semplicemente suggestionare dalla magia di quel luogo.
E’ cambiato tutto da allora. Ma una cosa è rimasta immutata. Ed è proprio la magia.
Una magia che, nonostante la ressa, Neuschwanstein ha saputo conservare.
Perché il castello è quasi troppo bello per essere vero.
E se fa questo effetto sugli adulti, immaginatevi sui bambini.

Un castello che fa sognare…

baviera-castello-Neuschwanstein-ph-german-tourist-board-kertzscher-Moritz-6566baviera-castello-Neuschwanstein-ph-german-tourist-board-Ernst-Wrba3434

Il castello delle fiabe, quello della Bella Addormentata nel bosco, di Cenerentola, di Biancaneve. Quello che ha ispirato Walt Disney per i suoi cartoni animati.
Da lontano sembra quasi incastonato nella roccia. Di colore bianco, spicca tra le foglie verdi, rosse, gialle e arancioni che fanno da cornice.
Un incendio di colori che caratterizzano questo foliage di fine ottobre che ci emoziona.

baviera-castello-neuschwanstein-ph-dorinzi5 baviera-castello-neuschwanstein-ph-dorinzi6

Iniziamo la nostra salita verso il castello in carrozza. Dopo tutto siamo o non siamo in una fiaba?
Attraversiamo un bosco fitto dove il giallo la fa da padrone e quasi non vediamo l’ora che arrivi il momento di scendere a piedi e di divertirci a schiacciare le foglie.
Arriviamo all’ingresso del castello, pronti per la nostra visita guidata.
Entriamo nel castello, ammiriamo le sale dorate ispirate alle opere di Richard Wagner, una stanza con l’aspetto di una grotta con tanto di stalattiti e stalagmiti, soffitti dipinti, mobili antichi, tutti gli ingredienti per affascinare anche i più piccoli.

baviera-castello-neuschwanstein-ph-dorinzi3baviera-castello-neuschwanstein-ph-dorinzi7

Usciti dal castello partiamo per la grande avventura. Una breve passeggiata nel bosco fino ad arrivare a un ponte che pare sospeso. Il famoso Marienbrücke da cui si gode una vista impareggiabile su tutta la vallata e sul castello. Un piede dietro l’altro sulle assi traballanti, sotto di noi una cascata… un pizzico di paura ma arriviamo fino in fondo.
E poi la discesa in mezzo al bosco fino ad arrivare a valle e un’ultima corsa verso il laghetto Alpsee. Paesaggio bucolico, paperelle, un bellissimo prato verde dove correre e giocare tranquillamente mentre i grandi sorseggiano una birra nella vicina caffetteria.
Un degno finale da fiaba per tutta la famiglia.
Difficile sognare una fuga autunnale più affascinante.

CONSIGLI UTILI

baviera-castello-Neuschwanstein-winter-german-tourist-board-Merten-Hans-Peter1637La visita al castello di Neuschwanstein e al vicino castello giallo di Hohenschwangau, sicuramente meno suggestivo e unico ma comunque affascinante, è rigorosamente guidata. Alla biglietteria viene dato un orario di visita e un numero a cui fare riferimento. L’orario è di una precisione tedesca, ovviamente, e non sono ammessi ritardi. Chi non è puntuale non può entrare nel castello e il biglietto non viene rimborsato.

Chi compra il biglietto cumulativo per i due castelli, come abbiamo fatto noi, inizierà la visita dal castello di Hohenschwangau per poi concludere con Neuschwanstein. Per chi viaggia con i bambini è utile chiedere orari distanziati per avere il tempo di ammirare le cose con calma e di spostarsi da un castello all’altro senza ansie. Noi, per esempio, avevamo la prima visita fissata per le 9.50 e la seconda per le 12.25.
Prezzi: il biglietto cumulativo è di 23 euro a persona per gli adulti, gratis per i bambini.
La visita guidata è veloce e non pesante per i bambini già grandicelli, nonostante la difficoltà linguistica. Per i più piccoli il discorso cambia. Se dovessi tornare credo che la bambina di due anni non la farei entrare.
La salita al castello di Neuschwanstein non è brevissima. Si può scegliere comunque di farla a piedi ma con bambini piccoli al seguito è necessario il passeggino. Altrimenti si può optare per la carrozza, 6 euro per gli adulti e 4 euro per i bambini dai 5-6 anni in su.
Apertura: Il castello è aperto tutti i giorni dell’anno tranne il 24, 25 e 31 dicembre e il 01 gennaio. Anche ammirarlo con la neve dev’essere un vero spettacolo.

DOVE DORMIRE

Consigliatissimi gli appartamenti Hechenbergerhof a Bichlbach, in Austria, a meno di mezz’ora di distanza dai castelli. Seggioloni e lettini a disposizione.
www.hechenbergerhof.at/

COME ARRIVARE

In auto. Il Castello di Neuschwanstein si trova in Baviera (Germania), vicino al confine con l’Austria. Noi siamo passati dall’Engadina perchè ci è più comodo, ma altrimenti si passa dal Brennero ed è a circa un’ora da Innsbruck.
In treno. Si può raggiungere anche in treno con le ferrovie tedesche DB Bahn.

PER INFORMAZIONI

www.neuschwanstein.de/ital/tourist/index.htm

 

 

Copyright: Familygo. Foto di Letizia Dorinzi; German National Tourist Board ph. Jim McDonald, Hans Peter Merten, Ernst Wrba.

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi