La Puglia dei trulli: i borghi più belli e le esperienze imperdibili

Letizia Dorinzi, autore di Family Go
Tempo necessario: 1 settimana, Weekend
Età bambini:  4-12 anni

La Puglia dei trulli ha un fascino irresistibile che richiama visitatori da tutto il mondo. Le tipiche costruzioni in pietra impreziosiscono borghi e campagne della Valle d’Itria rendendo questo paesaggio uno dei più suggestivi e inconfondibili del Belpaese.

“Non solo Alberobello” potrebbe essere lo slogan che rappresenta quest’angolo di Puglia. Perché i trulli, che nel borgo famoso in tutto il mondo sono sicuramente grandi protagonisti, sono disseminati un po’ ovunque nella campagna della Valle d’Itria. Ammirarli da lontano, visitarli o soggiornare al loro interno sono esperienze uniche da vivere in un viaggio in Puglia con i bambini.

Alberobello: il regno dei trulli

Alberobello    Trulli di Alberobello

I trulli, le tipiche case bianche con le cupole più scure, sono costruzioni in pietra calcarea, un materiale che da sempre abbonda in questa zona. I primissimi trulli erano edifici semplici, molto facili da smantellare e ridurre in un cumulo di sassi e quindi perfetti per eludere le tasse sulle nuove costruzioni introdotte nel Regno di Napoli.

Rione Monti trulli

I trulli di Alberobello sono Patrimonio dell’Umanità Unesco e sono tra le 10 attrazioni da non perdere in un viaggio in Puglia in famiglia. E non è difficile capirne il motivo: il colpo d’occhio della distesa di trulli del Rione Monti è qualcosa che non si dimentica. Questo è senza ombra di dubbio uno dei luoghi più incredibili di tutta la Puglia, con una concentrazione altissima di trulli, più di mille distribuiti lungo otto strade.

Preparatevi a fotografare ogni singolo angolo lungo i vicoli più suggestivi dove sorgono anche laboratori artigianali, negozi tipici, ristoranti ma anche alloggi speciali in cui soggiornare.

Da ammirare i diversi simboli divini e propiziatori disegnati sui tetti di alcuni trulli. E non mancate di visitare il Trullo Siamese e il Trullo Sovrano, il più grande di Alberobello che oggi ospita un museo (biglietto d’ingresso 2 euro, ridotto 1,50 euro).

I borghi più belli della Valle d’Itria

Trulli Puglia    Tetti trulli

Se i trulli di Alberobello sono tappa fissa e irrinunciabile per chiunque si trovi in vacanza in Puglia, ci sono borghi che tolgono il fiato tanto quanto il famoso paese dei trulli. Senza contare che i trulli si trovano in altissima concentrazione in tutta la Valle d’Itria.

Ma veniamo ai borghi. Percorrendo la strada che da Ceglie Messapica arriva a Locorotondo, si ha un colpo d’occhio speciale sul borgo, circondato da terrazzamenti spettacolari. Il nome sta per “luogo rotondo” perché le case nel centro storico sorgono tutte su cerchi concentrici.

Perdetevi lungo i vicoli che si snodano tra edifici dalle pareti bianchissime e scale adornate di vasi e fiori. Locorotondo è il paese delle cummerse, abitazioni rettangolari con i tetti spioventi. E qui ogni anno si svolge il concorso per premiare il balcone fiorito più bello. Ecco perché il borgo appare particolarmente curato e magnifico. Del resto, non a caso, è uno dei borghi più belli d’Italia.

Locorotondo    Locorotondo

Anche Cisternino fa parte del circuito dei borghi più belli d’Italia oltre a essere incluso tra le Bandiere Arancioni del Touring. Dal belvedere dei giardini pubblici, si può ammirare la campagna con vigneti, ulivi, masserie e tantissimi trulli, un paesaggio che è un po’ l’essenza della Puglia.

Le case addossate le une alle altre e il dedalo di viuzze richiamano molto l’atmosfera delle città mediorientali. E sentirete per tutto il tempo il profumo della carne cotta alla brace direttamente dalle macellerie. Cisternino, per l’estate 2021, è il borgo che dondola, con tante altalene disseminate per tutto il paese.

Ostuni città bianca    Ceglie Messapica

Ostuni non ha bisogno di grandi presentazioni, essendo uno dei centri più conosciuti e visitati di tutta la Puglia. Arrivarci al tramonto, quando il sole tinge di rosa e arancione la facciata della cattedrale è uno spettacolo quasi commovente. Ostuni è definita la città bianca, qui la calce veniva usata per le facciate di tutte le case come disinfettante naturale contro la peste nel Medioevo. Il contrasto con il blu del mare sullo sfondo che compare all’improvviso tra i vicoli è di quelli che non si dimenticano. Oltre a tanti angolini scenografici e decisamente instagrammabili. E potete scoprire Ostuni con una visita guidata pensata ad hoc per i bambini.

Ceglie Messapica è stata la grande sorpresa del nostro viaggio in Puglia. Avevo sempre sentito parlare degli altri borghi ma non di questo che invece è stupendo. Anche in questo caso, il bianco delle case è in assoluto il grande protagonista. Gironzolate tra i vicoli adornati di lucine dove sorgono un po’ ovunque locali e ristoranti. Anche qui c’è una bellissima terrazza con un belvedere (con tanto di pizzeria, perfetta per una cena con bambini) da cui lo sguardo si apre su ulivi, masserie e trulli che rendono così speciale e scenografica la campagna pugliese.  

Dormire in un trullo con i bambini

Dormire in un trullo    Puglia dei trulli

Solitamente chi si reca in Puglia in vacanza sogna di dormire in una masseria, magari con piscina. Oppure in un trullo. Soggiornare in un trullo è sicuramente una delle esperienze più indimenticabili, si ha proprio la sensazione di entrare nella storia. Un po’ come quando si dorme in un castello in Scozia, per rendere l’idea.

I trulli dove soggiornare sono di tutti i tipi. Dai più spartani e minuscoli a veri e propri complessi formati da più trulli, perfetti per gruppi numerosi di più famiglie.

Ad Alberobello avrete solo l’imbarazzo della scelta, tantissimi trulli sono stati convertiti in b&b. Se invece cercate strutture con piscina dovete spostarvi in campagna.

Per cercare il trullo che fa al caso vostro potete consultare i portali come Airbnb o Booking oppure rivolgervi ad agenzie specializzate che sapranno realizzare il vostro sogno.

Info utili

Se siete in Puglia in vacanza o state per partire, potete consultare la nostra sezione dedicata a questa splendida regione e leggere i nostri reportage.

Per organizzare il viaggio potete scoprire  tutte le strutture family dove soggiornare in Puglia con i bambini.

Per altre informazioni, consultate il sito ufficiale della regione viaggiareinpuglia.it

 

Copyright: FamilyGO. Foto: L. Dorinzi

Pubblicato in