Gli Alti Tauri: lassù dove volano le aquile

Redazione, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: 1 settimana, Weekend

Età bambini:  4-12 anni

Cieli di un azzurro intenso, decine di cime oltre i 3000 metri, boschi a perdita d’occhio, cascate maestose e animali liberi, pochissime tracce dell’uomo: questo è il biglietto da visita del Parco Nazionale degli Alti Tauri, un paradiso naturale protetto che copre un’area vasta delle Alpi austriache a ridosso del confine Italiano.

Reportage di Luca Xodo – Vacanze per bambini da 4 anni

Abbiamo percorso a piedi, assieme a Bruno Zanzottera esperto foto-reporter, tre valli di questo immenso Parco naturalistico nel versante del Tirolo Orientale (Osttirol), dedicandoci ad un’osservazione attenta di alcuni ambienti e delle loro variazioni di luce e colori. Un maestro della fotografia che ci ha insegnato come leggere la natura attraverso un obiettivo. Vi presentiamo dunque alcune pennellate fotografiche di questo straordinario paesaggio alpino e i consigli per escursioni in famiglia.

Pennellate d’acqua lungo il sentiero delle cascate

osttirol-alti-tauri-umbal-panoramica-cascata1 osttirol-alti-tauri-umball-panoramica-cascate

Partiti da Matrei, piccolo paese dell’Osttirol, punto di partenza di diverse escursioni nel Parco, abbiamo imboccato il sentiero per Umball dove il paesaggio di un verde intenso, costellato da cascate d’acqua di diversa lunghezza e portata e l’ambiente naturale senza segni tangibili della presenza umana ricorda un’atmosfera primordiale da Jurassic Park.
L’intensità del paesaggio si coglie appieno dalle piattaforme a strapiombo sulle rapide, punti panoramici privilegiati, posizionati lungo i sentieri che costeggiano la discesa impetuosa dell’acqua che corre verso valle.

Il sentiero dell’aquila

osttirol-alti-tauri-panorama-grossvenedig-.3osttirol-alti-tauri- valle-mattino

Altra tappa entusiasmante sotto il profilo paesaggistico è il percorso verso il Grossvenediger (tradotto in italiano Grande Veneziano), un monte perennemente innevato di 3674 m. Le valli che conducono al grande gruppo del Veneziano accolgono la luce del sole alle prime ore del mattino con i mille riflessi della rugiada sull’erba, trasformando i prati in un lenzuolo di gocce di cristallo.  osttirol-alti-tauri-villaggioosttirol-alti-tauri-ester-beve-fonte  osttirol-alti-tauri-guida- con fiori1 osttirol-alti-tauri-guida-
Lungo il cammino, la guida del parco ci ha illustrato alcuni aspetti particolari della flora, indicandoci erbe medicamentose e fiori commestibili e aiutandoci ad osservare in modo approfondito il paesaggio e la tavolozza di luce e colore degli alti Tauri.
La ricchezza del parco risveglia i sensi dal torpore metropolitano: profumi di pascoli, maestosi silenzi in spazi smisurati, sguardi puntuali per cercare di catturare la presenza di marmotte e camosci tra la vegetazione, o di afferrare il volo della famosa aquila reale o il maestoso gipeto, l’avvoltoio dal collare la cui apertura alare può misurare sino a quasi 3 metri.

osttirol-alti-tauri-mucca osttirol-alti-tauri-panorama- valle-con-mucche

Il sentiero dell’aquila è un itinerario che dura più giorni e i cento chilometri di cammino si sviluppano oltre i 2000 metri tra le vette degli Alti Tauri con la possibilità di alloggiare in una serie di affascinanti rifugi. Noi abbiamo percorso un breve tratto del sentiero accanto al ruscello del ghiacciaio che percorre la valle Innergschlöss.

osttirol-alti-tauri-chiesa in pietra osttirol-alti-tauri-contadino-latte-1

Siamo partiti dal villaggio Aussergschlöss, abbiamo raggiunto una pittoresca chiesetta nella roccia e poi un gruppo di case tipiche degli alpeggi che formano un piccolo villaggio chiamato Venedigerhaus. Da qui inizia il sentiero didattico che conduce al suggestivo ghiacciaio del Grossvenediger, oppure si prende un’altra diramazione e si inizia una delle tappe del sentiero dell’aquila.
Oltre a imboccare questo affascinante percorso che ci porta a diretto contatto con la maestosità della natura, molte famiglie sostano nel vicino parco avventura del Grossvenediger nel comune di Prägraten/Hinterbichl dove i bambini posso vestire i panni degli alpinisti e misurarsi con moschettoni e corde in un percorso sospeso tra gli alberi.

La vetta più alta dell’Austria: il Grossglockner

osttirol-alti-tauri-glossglockner-panoramica osttirol-alti-tauri-glossglockner-sentiero-famiglia

Nel Parco degli Alti Tauri svetta maestosa la cima più alta dell’Austria: il Grossglockner. Si trova nella parte nordorientale del parco e la sua forma a campana si staglia tra le valli rendendolo visibile anche da lontano e da diverse angolazioni, tanto da essere un punto di riferimento geografico.

osttirol-alti-tauri-glossglockner-indicaz-escursionistiosttirol-alti-tauri-glossglockner-panoramica-torrente3

osttirol-alti-tauri-glossglockner-sentiero-famiglia2osttirol-alti-tauri-glossglockner-indicazione
IL Grossglockner è meta di molti alpinisti. La strada “Kalser Glocknerstrasse” conduce al punto di partenza per escursioni verso il gruppo delle montagne del gruppo del Glockner. Lungo i sentieri si trovano punti informativi per gli escursionisti. Diverse tabelle illustrano la flora e la fauna delle valli. Con percorso facile tra torrenti e pascoli si raggiunge un rifugio, la Lucknerhütte, situato in punto panoramico da dove si può osservare la maestosità del massiccio del Glockner.

Altri percorsi escursionistici per le famiglie

osttirol-alti-tauri-escursione- famigliaosttirol-alti-tauri-bambina-casa1

Le tre passeggiate panoramiche, di cui abbiamo parlato sopra, sono facilmente realizzabili con i bambini, sia se camminano sia sullo zaino, perché non ci sono particolari pendenze.

Inoltre, tutta la famiglia può fare interessanti passeggiate su altri sentieri didattici che, con le loro speciali attrazioni, piacciono in particolare ai bambini. Oltre al Parco avventura Grossvenediger di cui abbiamo già parlato, da non perdere ci sono i percorsi con i ranger del Parco che si svolgono un giorno alla settimana fisso fino al 28 agosto, durano circa 4 ore e vanno prenotati o alla Casa del Parco di Matrei (Tel. +43 (0) 4875 5161-10 o all’Ufficio informazioni del Parco Nazionale a Kals (Tel. +43 (0) 4876 8370).

osttirol-alti-tauri-glossglockner-yoga-boscoosttirol-alti-tauri-glossglockner-foresta-l

Vi è anche un sentiero facile di 3 ore per bambini e genitori che parte da Kals-Grossdorf e termina a Taurer, dove incontrerete fantastiche figure di legno che invitano la gioco e alla scoperta, oppure, partendo da Matrei, un sentiero didattico nel bosco “Paradiso di Zadlach” vi porta in 2-3 ore dentro una foresta dove ci sono i larici più antichi del Tirolo con spiegazioni didattiche sull’habitat della foresta.

Per una vacanza nel Tirolo Orientale, vi possono essere utili anche alcuni articoli pubblicati da FamilyGo, uno dedicato all’esperienza unica di soggiornare nei rifugi lungo le Vie degli antichi Alpeggi, e un altro invece dove si parla a 360° di attività e giochi organizzati per le famiglie in Osttirol, regione che è senza dubbio un vero paradiso per i bambini.

Dove dormire

Un’ampia scelta di sistemazioni sul Parco Nazionale degli Alti Tauri a Matrei o Kals la trovate nel sito ufficiale dell’Osttirol: http://www.osttirol.com/it/osttirol-e-le-sue-regioni/parco-nazionale/alloggi/ricerca-di-camere.html

GUARDA LE FOTO DEL VIAGGIO

Info turistiche

www.tirolo.com
www.osttirol-nationalpark.at

 

Copyright: Familygo. Foto di Luca Xodo

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi