Vienna, il girotondo dei musei nella città della principessa Sissi

Erika Fasan, autore di Family Go

Autore:

Età bambini:  4-12 anni

Ripensare alle vacanze nelle capitali europee in funzione dei bambini? A Vienna ci dimostrano che è possibile! Sì, perché nella città di Sissi e dei più importanti musicisti della storia europea, in quella che fu la capitale dell’ultimo grande impero del continente e che ancora oggi raccoglie alcune tra le più significative testimonianze della produzione artistica mondiale, l’offerta culturale per i bambini è sempre più ampia e intelligentemente concepita. Senza dimenticare che in molti musei viennesi l’ingresso è gratuito fino al diciannovesimo anno di età (e in alcuni casi l‘entrata libera vale per tutta la famiglia) Insomma, più di un ottimo motivo per preparare le valigie e partire alla volta della capitale austriaca.

Cultura, ma non solo. Anche un contesto naturalistico e ambientale di primo livello: la città è circondata, fin dalla prima periferia, dalla verdeggiante Selva Viennese e il Danubio, il bel Danubio Blu, che la attraversa nella parte orientale, accoglie un’isola artificiale sistemata a parco e utilizzata dagli abitanti e dai turisti per praticare sport e rilassarsi sotto il sole. Da non perdere, ogni anno verso la fine di giugno, i tre giorni del Donauinselfest, la festa dell’isola del Danubio.

Ma torniamo all’offerta dei molti musei della città, un’offerta davvero per tutti i gusti: dai workshop di pittura alle visite guidate pensate esclusivamente per i più piccoli, dai giochi a tema alle esperienze sensoriali a 360°. Come quelle proposte dal ZOOM Museo per Bambini al Wiener MuseumsQuartier: qui i giovani visitatori potranno aggirarsi indisturbati, toccare, scoprire e trovare risposta a tutte le loro curiosità. Ma anche sperimentare insieme agli artisti del Museo e creare i loro personalissimi film nella sezione dedicata ai cartoni animati. E per i più piccoli, a partire dai 6 mesi, un’area giochi nel settore “Ozean” dove divertirsi sprigionando la propria creatività.
Sezioni per bambini anche al Museo della Tecnica di Vienna, dove nell’area “Das mini” gli ospiti dai due ai sei anni potranno toccare con mano le mille sfumature della tecnologia e della scienza, e alla Casa della Musica dove è possibile suonare enormi strumenti musicali e addirittura dirigere la Wiener Philharmoniker!

Ai patiti della natura, invece, consigliamo una capatina al Museo di Scienze Naturali con la recentemente restaurata sala dei Dinosauri: dall’estremamente grande di scenari alla Jurassic Park, con gli scheletri e i resti dei giganteschi animali preistorici, all’infinitamente piccolo del mondo al microscopio indagato nel “Mikrotheater” (visite per bambini a partire dai 3 anni). Un team a completa disposizione dei nostri figli per facilitare la comprensione di quanto esposto, anche personalizzando i percorsi in base all’età dei partecipanti, e creare un legame speciale tra osservatori e oggetto dell’osservazione.
Sul versante più strettamente artistico, invece, il Belvedere propone atelier di pittura e percorsi tematici per famiglie, da quelli dedicati alla produzione medievale a quelli relativi al periodo di Gustav Klimt (la residenza principesca è sede della Galleria dell’arte austriaca e ospita la collezione di opere di Klimt più grande al mondo) passando per quelli legati alle rassegne temporanee in corso. Mentre al Museo di Arte moderna (Mumok), nel suggestivo MuseumsQuartier, i membri del “Kinderclub” (il club per bambini a cui si può aderire gratuitamente) possono scorazzare per le sale trainando un “Kinderkunsttransporter”, un carrello che funge anche da banco per disegnare e contiene tutto il necessario per dare libero sfogo a fantasia e creatività.

E se le visite sono più interessanti per mamma e papà, nessun problema: al Wien Museum c’è un angolo giochi gratuito dove i più piccoli (a partire dai due anni di età) potranno attendere tranquillamente che i genitori terminino le loro “attività da grandi”. Anche qui, comunque, programmi ad hoc per famiglie (workshop, attività teatrali e musicali) durante le vacanze e la domenica durante l’anno scolastico.
E come non terminare con la favolosa Reggia di Schönbrunn, la residenza reale in cui ha vissuto la donna capace di affascinare le bambine di ogni generazione che è stata la principessa Sissi? Nell’ala ovest del palazzo è stato creato addirittura un museo interattivo per bambini e famiglie: qui i più piccoli potranno conoscere e sperimentare ogni aspetto della vita quotidiana alla corte asburgica e, meraviglia delle meraviglie, addirittura travestirsi da principi e principesse.

 

Copyright Familygo. Photo  WienTourismus: Popp & Hackner: Mumok Archive

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi