Settembre in Carnia tra natura, sapori e tradizioni. Un piccolo mondo da scoprire coi bambini

Erika Fasan, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: 1 giorno, Weekend

Età bambini:  0-12 mesi1-3 anni4-12 anni

Se cercate un luogo in cui vivere in pienezza la fine dell’estate sappiate che la Carnia regala un settembre ricco di eventi perfetti anche per i bambini. Appuntamenti alla scoperta delle tradizioni, dei mestieri della montagna e dei sapori di questo angolo di Penisola: eccoli tutti.

Angolo di rocce, vallate, natura selvaggia e monti incontaminati del Friuli Venezia Giulia a pochi passi dall’Austria, la Carnia è terra di tradizioni legate ai cicli della terra, di mestieri antichi, di arte e cultura e di sapori autentici. E settembre è il momento ideale per vivere e celebrare questo “piccolo mondo antico” così interessante e suggestivo. Non fosse altro perché in settembre sono in programma tante feste e tanti eventi che consentono ad abitanti e turisti di vivere in pienezza l’ultimo scampolo d’estate.
Si comincia domenica 2 settembre con la “Magia del Legno” di Sutrio, il paese carnico noto appunto per la lavorazione del legno, che per l’occasione si trasforma in un grande laboratorio a cielo aperto in cui rivela tutta l’abilità dei suoi artigiani e degli artisti ospiti. Per i bambini ci sono laboratori didattici e stand dedicati al gioco, per tutti un mercatino di piccole sculture artistiche e oggetti d’uso quotidiano e i piatti tipici da gustare nelle trattorie e negli angoli più caratteristici del borgo.


E si prosegue la settimana successiva, domenica 9 settembre, con un appuntamento imprescindibile per le località di montagna e per chi le abita: la “Demonticazione“, ovvero il ritorno delle mandrie a valle dopo gli alpeggi estivi, a Pesariis. In occasione della festa vengono celebrati anche due prodotti tipici della zona: “arlois e fasois”, gli orologi (non a caso la Val Peserina è denominata anche la “Valle del Tempo” perché fin dall’antichità vi vengono fabbricati appunto orologi) e i fagioli di cui sono ricchi gli orti. In programma anche musica, degustazioni ed esposizione di gigantesche “macchine del tempo”.
Nello stesso weekend (8-9 settembre) e in quello successivo (15-16 settembre) a Enemonzo si celebra la Mostra mercato del formaggio e della ricotta di malga: un’occasione per scoprire i formaggi d’alpeggio (in particolare il formaggio salato Carnia e le ricotte affumicate) e per partecipare al divertente concorso che decreta il miglior formaggio e la miglior ricotta. Anche qui stand enogastronomici, musica e mercatino dell’artigianato.
E ancora il 22 e 23 settembre a Tolmezzo va in scena la Festa della Mela, o meglio quella delle molte varietà di mele che la Carnia offre (basti pensare che nel solo campo catalogo di Pradis di Enemonzo ne sono raccolte 150 varietà diverse). Nel corso della festa le mele sono protagoniste di golosi menu a tema e delle proposte della Mostra mercato allestita dai produttori. Laboratori per bambini al Museo delle Arti e Tradizioni Popolari, parchi giochi e fattorie didattiche.

Per informazioni:

www.carnia.it/it/

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi