Valle D’Aosta. Torgnon: destinazione Paradiso

Heidi Busetti, autore di Family Go

Autore:

Età bambini:  1-3 anni4-12 anni

Ci sono molte ingiustizie su questa terra. Ma una delle peggiori è che io mi chiamo Heidi e non vivo sui monti. Soprattutto se i monti sono quelli della Valle D’Aosta, dove a qualche chilometro dal capoluogo risiede un piccolo paese che è perfetto per le famiglie: tutto, infatti, è a portata di bambino.

reportage di Heidi Busetti – Viaggio per bambini da 2 anni – Tempo necessario: 3 giorni

Soleggiata terrazza naturale nella Valle del Cervino, Torgnon gode di un’ottima posizione soleggiata e di un perfetto microclima. Quando vengo invitata a visitarla con mio marito ed i bambini sono pronta a lasciarmi incantare da una meta sconosciuta. Dopo due ore e mezza di autostrada circa, iniziamo a salire lungo le strade della Valle D’Aosta. Ad indicarti che stai salendo in quota però non è solo la strada, un ordinato serpente d’asfalto, quanto la neve che ne imbianca i bordi senza alcun ritegno. È uno spettacolo superbo, accompagnato dalla vista del Cervino. Arriviamo a Torgnon e subito parcheggiamo l’auto nella piazzetta antistante il Centro Turistico. L’albergo è a dieci metri da lì. Il punto è che, a dieci metri da lì ma in direzioni diverse, ci sono anche una pista di pattinaggio, il noleggio per ciaspole e sci, gli impianti di salita al Winter Park e pure alcuni ristoranti capaci di lasciare il segno nel cuore di tutti e quattro.

valle d'aosta/torgnon notteTorgnon Hotel Zerbion

Atmosfera da fiaba all’Hotel Zerbion con i Saveur du Val D’Aoste

Sostiamo all’albergo Zerbion, frazione Mongnod 125 (www.torgnon.com), una struttura dal clima familiare con tanto di sala giochi per i bambini: una piccola stanza con tavolini e seggiole, un cucinino e dei giocattoli perché i piccoli possano divertirsi. Poi, il grande salone tutto in legno, che ricorda quei luoghi magici delle fiabe, dove un genitore sta sveglio fin nel cuore della notte per leggere un nuovo libro, immerso nel silenzio di un’atmosfera surreale. Il pavimento di assi non trattate, i divani – cinque o sei – sui toni del rosso e del crema, una vecchia macchina da cucire che sonnecchia osservando il fuoco scoppiettante nel vecchio camino: tutto sembra richiamare la pace, l’ascolto e il relax, stati d’animo sconosciuti per chi, come me, condivide la casa con due splendidi bambini di due e sei anni. L’albergo è stato anche fregiato del riconoscimento “Saveurs du Val D’Aoste” che indica la possibilità di gustare le ricette tradizionali della cucina regionale, preparati con prodotti DOP e serviti in ambienti autenticamente valdostani.

Diverso ma altrettanto significativo è invece il Bistrot de la Place, Place Frutaz 4, un ambiente caldo ed amichevole dove, la sera, abbiamo degustato alcune imperdibili chicche della Valle D’Aosta. Mentre i bambini mangiano un’ottima pizza, noi abbiamo ordinato il Chambave Muscat, un vino bianco da meditazione, e la Grappa di Torrette, un vitigno autoctono valdostano.

La pista di pattinaggio

Torgnon, pista di pattinaggio

La prima vera attività in cui ci immergiamo a Torgnon è il pattinaggio su ghiaccio. La pista Champs de la Cure, Rue Col Saint Pantaléon (tel. 333.8537096), è gestita da una famiglia di Torino che si è trasferita qui, dopo aver visto la meraviglia in cui potevano immergersi ogni giorno. Sono persone gentili, alla mano, che noleggiano pattini e buon umore. E idee spettacolari per il sabato sera: una su tutte è il torneo di Broomball, un gioco che prevede cinque giocatori per squadra armati di scope di saggina. Vi dico solo che non sono necessari i guanti e si gioca con le scarpe da ginnastica su ghiaccio…
Noi indossiamo i pattini e Federico scivola veloce come una lippa sulle lame dei suoi pattini blu. Un giro, due, due… intorno abbiamo solo silenzio e fiocchi di neve. Ci muoviamo scomposti sulle note di una radio, cercando l’equilibrio, ma è tutto così armonioso qui che l’ultima cosa a cui pensi è che potresti cadere. Il pattinaggio Champs de la Cure ha indubbi vantaggi per i bambini: primo fra tutti le dimensioni, che sono perfette per tener d’occhio i piccoli. Da non sottovalutare il bar, rigorosamente in legno, a due passi dalla pista dove è possibile sostare per fare una buona merenda.

Il Winter Park

La mattina seguente il programma prevede diverse attività: saliremo sulla moderna ovovia di Torgnon per giocare con i bambini al Winter Park, uno spicchio di mondo in cui ad attendere i piccoli c’è un’area giochi con scivoli gonfiabili, tyrolienne, altalene e discese per gommoni e bob. Dire che questo luogo è cucito su misura per i bambini è un eufemismo. Perché il Winter Park è il motivo per cui vostro figlio di sei anni vi guarderà con grandi occhi a cuore, prima di esclamare: “Finalmente ho trovato una risposta! Ora so dove andare a vivere. Io vengo qui!”
Fantastico, penso io! Almeno non si sentirà fuori luogo quando dovrà spiegare che sua madre si chiama Heidi…

Torgnon, winter parkwinter park gommoni

Il Winter Park è un dolce declivio situato in una conca senza pericoli, con le attività ludiche disposte su due livelli: in alto la partenza delle piste per bob e sci, quest’ultima decorata lungo il percorso da grandi lettere arancioni che formano la parola “Torgnon”. In basso, invece, sulla destra, ecco i gonfiabili, macchie di colore su una tavolozza di neve. Per risalire c’è pure un tappeto mobile, perfetto per i piccolissimi.
Il vantaggio di questo paradiso è che, a distanza di qualche metro, spiccano due ristoranti. Noi andiamo al Des Tronc, Loc. Chantorné 11020 (tel. 335.5950673) dove all’esterno lunghi tavoli permettono di pranzare guardando il sole, mentre all’interno un grande camino scalda l’atmosfera profumata di valdostana. Scegliamo la seconda soluzione e in breve degustiamo un piatto di gnocchi di polenta affogati in sugo di fontina, gorgonzola, burro, panna e radicchio, creato dal gusto dei proprietari. Ancora oggi, io me lo sogno di notte, tanto l’ho amato.
Naturalmente, i primi ad essere serviti sono i bambini, con un menù a loro dedicato. C’è da dire che a Torgnon l’attenzione per i piccoli è davvero a cinque stelle.

La sera ci rechiamo all’Hotel Caprice des Neiges, Frazione Septumian 11020 (www.hcdn.it – tel. 0166.541016) un caratteristico edificio dall’architettura rurale valdostana, perfettamente integrato in un ambiente di cui la natura è la vera protagonista. Tutto qui profuma di poesia, di storia, di antiche radici. Come le camere, una diversa dall’altra, dove i letti sono stati lavorati direttamente nella stanza, oppure la hall dove ad accogliervi è il profumo di resina dolce e legno… Cosa rende perfetto il Caprice des Nieges per le famiglie? Oltre alla calda accoglienza delle camere, l’hotel ha un pulmino privato a disposizione degli ospiti. Non solo! Se siete degli appassionati sciatori, potete arrivare davanti all’albergo direttamente dalle piste di sci.

hotel caprice des neige

Con le ciaspole ai piedi

Se vieni a Torgnon con la famiglia, non puoi non indossare un paio di coloratissime ciaspole ai piedi, per goderti la vita: silenzio, tranquillità, un tempo che davvero sa di cura di sé. Tutto questo è il percorso che in quaranta minuti vi porta dal Winter Park al ristorante Alpe Gorza. Dopo solo cinque metri, sarete i personaggi di un candido quadro che vi lascerà senza fiato.

Torgnon ciaspolata

Niente rumori, se non il canto degli uccellini, niente distrazioni se non il pattinare leggero di qualche sciatore di fondo. È così che il tempo sembrerà riacquistare la sua densità, il dialogo con i bambini si farà intenso e voi potrete dire di aver dato loro la qualità. Dopo quaranta minuti circa, si arriva con una breve salita al ristorante Alpe Gorza, Loc. Chantorné 11020 (www.alpegorza.it – tel. 347.8347267) che vanta, come lo Zerbion, l’appartenenza ai “Saveurs du Val D’Aoste”. Circondati da un grande camino e una fila di campanacci tutti decorati, assaggiamo una polenta concia che ci resterà nel cuore e patatine fritte tagliate a mano. I titolari hanno avuto anche un’idea dal sapore magico: cene al ristorante dopo una salita direttamente in motoslitta.

alpe gorzamotoslitta alpe gorza

Un’esperienza unica per i bambini, che possono così gustare l’incanto della sera valdostana per sedersi poi ad un tavolo di legno, con un camino scoppiettante che li meraviglia. Dal ristorante Alpe Gorza al Winter Park è poi solo un istante, poiché una discesa vi porterà, nell’arco di cinque minuti, ai gonfiabili del parco giochi. Come un anello che si chiude. E allora i bambini potranno di nuovo divertirsi con i gommoni e i bob, oppure un paio di sci! In fondo, mio figlio lo capisco. Come fai a non innamorarti di questo luogo? Dei suoi silenzi, della sua naturale propensione alla Bellezza? Sulla strada del ritorno Federico, il mio bimbo di sei anni, ha esclamato: “Grazie per tutto quello che avete fatto in questi giorni per me!”. Un successo. Sotto tutti i punti di vista.

INFORMAZIONI UTILI

A Torgnon esistono diversi negozi di noleggio di sci. Noi ci siamo rivolti al Noleggio Sci 2000, in Rue Croisettes, 1 (tel. 0166.540306), dove a disposizione delle famiglie non mancano pratici armadietti riscaldati, per lasciare gli sci durante le pause. Ci sono anche due scuole di sci. Quella da noi provata è la Scuola Punta Tzan (tel. 0166.540076). Marco, il maestro di sci che ha fatto la prima lezione a Federico, è stato così competente da far innamorare mio figlio di questo sport. Lato positivo: un bambino entusiasta della vacanza. Lato negativo: due genitori che vivono in pianura. E totalmente inesperti di sci, per giunta!

Offerte di soggiorno per famiglie

Numerose sono le offerte per le famiglie. Tra tutte, “Soggiorna a Torgnon… scia gratis!”. L’offerta si riferisce agli impianti sciistici e agli hotel 3 stelle in Torgnon. Aderiscono all’offerta anche le scuole di sci, il noleggio sci, il Winter Park e i ristoranti sulle piste di sci. Per tutte le offerte www.torgnon.org

Come arrivare

In auto: Percorrere l’autostrada A5 TORINO-AOSTA, uscita Chatillon-Saint Vincent, e proseguire verso Breuil Cervinia sulla strada regionale S.R.46 per circa 8 km fino all’abitato di Antey-Saint-André. Qui, imboccare la strada regionale S.R. 9 per giungere a Torgnon.
In aereo: l’aeroporto più vicino è quello di Torino-Caselle, ad un’ora circa di guida da Torgnon. Da Milano Malpensa invece, ci sono circa due ore di viaggio in automobile.
In treno: www.trenitalia.it

Mappa

Google map

LE FOTO DEL VIAGGIO… guardale su Flickr

INFORMAZIONI TURISTICHE:

Ufficio Turistico di Torgnon, Place Frutaz
Tel. 0166.540433 – fax. 0166.540991
www.torgnon.net
www.torgnon.info

 

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi