A Passo Cereda la neve dei bambini: un rifugio avvolgente, giochi in fattoria e gli gnomi nel bosco

Attività Fattoria Didattica Broch
Redazione, autore di Family Go
Autore:
Tempo necessario: 1 settimana, Weekend
Età bambini:  0-12 mesi1-3 anni4-12 anni13-18 anni

A Passo Cereda, in Trentino, alla scoperta di una montagna autentica da vivere in famiglia. Sentieri a portata di bambini, prati che con la neve si trasformano in pista da sci, fattoria didattica in cui sperimentare la vita del contadino e dare il biberon ai vitellini, laboratori per fare il burro e i biscotti… E la calda ospitalità di una grande famiglia, quella di Daniela e Anna Maria Broch.

Ci sono posti che assomigliano alle persone che lo abitano più di altri. Passo Cereda, valico alpino nel comune di Primiero San Martino di Castrozza in Trentino, è uno di quelli. E non lo è come slogan di facile circolazione, ma perché qui l’ospitalità è davvero una cosa di famiglia.

Di una, in particolare. La famiglia Broch, che gestisce il passo sin dai tempi in cui il rapporto tra l’uomo e la montagna era un rapporto decisamente biunivoco, senza la mediazione della tecnologia a supportare e rendere la fatica più leggera. “Chi vive in un Passo montano, apprende da bambino cosa sia il valore dell’accoglienza. La mia infanzia è stata costellata dall’arrivo di viandanti e viaggiatori, che sorpresi dalla neve o dalla stanchezza, hanno sempre trovato ristoro nel tepore della nostra casa prima di poter riprendere il cammino”, racconta Daniela, la proprietaria di una delle strutture gestite dalla famiglia a Passo Cereda.

Ed ecco che noi, che ci siamo stati di recente, vi portiamo a scoprire che cosa offre oggi la montagna in inverno coi bambini in questo angolo di Trentino lungo l’Alta Via n. 2 delle Dolomiti.

Nel caldo abbraccio di Rifugio Cereda con i bambini

Riffugio Cereda, camera     Rifugio Cereda

Siamo a Rifugio Cereda, a 1.370 metri di altitudine, e quella che si respira è la dimensione di una montagna autentica, lontana dalla mondanità di certe località di grido, in cui tanto i residenti quanto gli ospiti che la scelgono come meta delle proprie vacanze si muovono con naturalezza e vivono un rapporto vero con la natura.

Qui, nell’accoglienza della famiglia che gestisce la struttura, nel tepore della sala da pranzo, nelle risate in un dialetto a metà tra il trentino e il bellunese, capiamo davvero cosa significa la parola “rifugio”. Un posto in cui puoi abbandonare le difese e regalarti un momento che ti appartiene veramente.

Riffugio Cereda, dettagli     Riffugio Cereda, colazione

Il Rifugio Cereda offre un ristorante dove gustare autentiche delizie della cucina trentina (realizzate in gran parte coi prodotti dell’azienda agricola di famiglia), gustose e ricche colazioni a km0 e camere in legno, – alcune tradizionali, altre più rivisitate – che si lasciano abbracciare dalla natura che fa capolino dalle finestre e dai terrazzi.

Rifugio Cereda in Trentino, camere in stile alpino  Rifugio Cereda in Trentino, gustosa cucina

La nostra camera, in particolare, sembrava presa in prestito da una fiaba o da una delle pagine in cui Tolkien raccontava la sua meravigliosa Contea degli Hobbit: legno ovunque, tutti i confort e delicati disegni a cullare i sogni dei bambini.

E a proposito della mediazione della tecnologia di cui parlavamo in apertura, le camere del rifugio non dispongono di tv, ma di divertenti giochi messi a disposizione dai proprietari. Una scelta che si rivela vincente: nemmeno il tempo di portare dentro le valigie e i vostri figli saranno già alle prese con dadi e animaletti sparsi sul pavimento e immersi in un mondo di fantasia di cui voi genitori sarete grati spettatori.

Le attività per bambini alla Fattoria didattica Broch

Agritur Broch in inverno     Biberon ai vitellini alla Fattoria Didattica Broch

La montagna, lo dicevamo, qui è una questione di famiglia. Ed ecco che dopo Rifugio Cereda passiamo all’adiacente Agritur Broch –Fattoria Didattica guidato da un’altra vulcanica componente della famiglia.

Il programma invernale (fino alla primavera) per le famiglie si chiama “Un pomeriggio in fattoria” e consente ai bambini a partire dai tre anni e ai loro accompagnatori di toccare con mano e sperimentare in prima persona le attività compiute ogni giorno da un contadino. Ecco allora che si può dar da mangiare agli animali, dare il biberon a vitellini e agnellini, partecipare alla mungitura e partecipare al laboratorio del latte e a quello del formaggio. Dal 2 dicembre 2022 al 26 aprile 2023, dal martedì al sabato (dalle 17 alle 18.30).

Laboratorio di biscotti alla Fattoria Didattica Broch     Fattoria didattica Broch, mucche

I pomeriggi invernali sono completati dal laboratorio di produzione dei biscotti: farina, burro, zucchero e formine a foggia di animaletti, alberi, folletti sono gli ingredienti di un’esperienza da cui i bambini escono vittoriosamente infarinati e stringendo in mano il loro bottino di fragranti biscotti appena sfornati.

Attività Fattoria Didattica Broch     Agritur Broch, canederli

Oltre alle attività della fattoria didattica Agritur Broch è anche camere e appartamenti dotati di ogni confort e di balcone con vista sulle montagne circostanti. Ed è anche (ottimo!) agriturismo con prodotti a km 0: le materie prime seguono la stagionalità e arrivano direttamente dall’orto e dalla stalla di famiglia e le ricette raccontano la storia gastronomica e culturale della regione. Provato per voi: patate, uova e speck. Delizioso!

L’emozione di un pomeriggio con il contadino a bordo dell’Arca di Noè

Fattoria didattica Broch, coniglietti     Agritur Broch

Noi abbiamo sperimentato “Un pomeriggio in fattoria” in prima persona: l’emozione di vedere un bambino che munge una mucca, con le manine quasi timorose di farle del male, o dare il biberon a un vitellino appena nato è davvero un dono. Cose all’apparenza normali in una dimensione rurale, ma purtroppo spesso perdute nelle nostre vite assolutamente urbanizzate.

Cosa significa, allora, per un bambino di città passare un pomeriggio a contatto con gli animali come quello proposto alla fattoria didattica di Agritur Broch? Significa non solo entrare a contatto con la natura in modo assolutamente autentico, ma anche – in un certo senso – conoscere la vita in tutte le sue fasi. Dai passi instabili di un animale appena nato che non può ancora esser separato dalla sua mamma alla maturità di una mucca che ha attraversato gran parte del suo ciclo di vita e che si presta docile alle carezze dei bimbi e alle cure sollecite dei proprietari.

Attività Fattoria Didattica Broch     Attività Fattoria Didattica Broch

Una curiosità: la stalla, affettuosamente chiamata “la nuova Arca di Noè”, è esclusivamente adibita alle attività della fattoria didattica. Luminosa e arieggiata, è stata recentemente costruita utilizzando il legno degli alberi abbattuti dalla tempesta Vaia del 2018. In un’epoca in cui il termine sostenibilità è spesso abusato questo ci è sembrato un bell’esempio di utilizzo consapevole dei materiali naturali e di eticità.

Vivere la montagna in inverno: cosa fare a Passo Cereda con i bambini

Trentino, Passo Cereda, escursioni con i bambini     Rifugio Cereda, discese con i gommoni

La montagna in inverno ha due volti quello con la neve e quello senza, ma il bello è che qui in entrambi i casi le cose da fare coi bambini sono moltissime e tutte a portata di mano!

A Passo Cereda c’è l’immancabile grande parco giochi all’aperto e ci sono i sentieri che si dipartono proprio dal passo e che sono una bellissima esperienza per tutta la famiglia senza bisogno di prendere l’auto.

Trentino, Passo Cereda, escursioni con i bambini      Trentino, Passo Cereda, escursione a Malga Fossetta

Segnaliamo in particolare il sentiero – pianeggiante e a portata di bambino – che si stende tra prati e boschi dietro la struttura e porta alla chiesetta di Santa Rita: qui i bambini possono divertirsi a far risuonare una campana il cui suono limpido che si sparge tutto intorno ha davvero un sapore di altri tempi (durata circa 30 minuti).

E il sentiero, un po’ più inerpicante ma percorribile tranquillamente anche con scarpe da città, che porta a Malga Fossetta da dove si può ammirare una vista superba su tutto il passo e sulle montagne (durata circa 1 ora e 30 minuti). O ancora il Bosco degli gnomi, un posto un po’ magico in cui sono nascosti gnomi con barba folta e vestiti colorati.

Malga Fossetta Rifugio Cereda per famiglie in Trentino a Primiero, San Martino di Castrozza, divertimento in inverno

E quando la neve scende come un manto a imbiancare i panorami dolci di questo angolo di Trentino le attività all’aria aperta per le famiglie con i bambini si moltiplicano.

Le passeggiate con le ciaspole, ad esempio: la stessa escursione a Malga Fossetta viene proposta con le racchette da neve, in un diverso approccio alla montagna e all’attività fisica, ma con la medesima suggestione. Le Guide Alpine organizzano escursioni quotidiane da Primiero e da San Martino di Castrozza con possibilità di noleggiare l’attrezzatura.

Rifugio Cereda, tapis roulant     Fiera di Primiero, centro storico

O ancora, lo sci di fondo, con le piste che passano proprio accanto al Rifugio Cereda e all’Agritur Broch: se passate di qui chiedete di Elena, paziente e appassionata maestra di sci. Da lei abbiamo imparato a declinare lo sci come un gioco (soprattutto coi bimbi più piccoli) e abbiamo scoperto come il legame con la propria terra può trasformare una professione in un momento di scambio che arricchisce tutte le persone coinvolte.

Per tutti, grandi e piccini, c’è anche la possibilità di affittare bob, slittini e gommoni da neve per divertirsi in tutta libertà a Cereda Natural Park senza allontanarsi dalla struttura. E per muoversi senza fatica tra la pista per lo slittino e quella per il bob anche un divertente tapis roulant di 100 metri.

Per chi preferisce invece lo sci alpino dista solo 30 minuti di auto da Passo Cereda l’area sciistica San Martino di Castrozza – Passo Rolle, punta meridionale del carosello del Dolomiti Superski.

E per un momento di riconnessione con il mondo, a pochi chilometri ci sono anche le vivaci cittadine dove passeggiare, la stessa San Martino di Castrozza e Fiera di Primiero, con i loro negozi, parchi e locali in cui gustare piatti tipici (in primis i deliziosi canederli), e il suggestivo borgo di Siror che durante l’Avvento ospita i mercatini di Natale più antichi del Trentino.

Per informazioni e prenotazioni

www.rifugiocereda.com/
www.agriturbroch.it/

 

Copyright: FamilyGO. Foto di Rifugio Cereda, Agritur Broch, Erika Fasan, Alexander Pausi.

Pubblicato in