Riva del Garda, affascinante tour d’impatto emotivo: l’acqua diventa energia

Hydrotour Riva del Garda: Officina dell'Energia
Heidi Busetti, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: 1 giorno

Un viaggio sorprendente nel cuore della Centrale Idroelettrica di Riva del Garda, un itinerario didattico alla scoperta dell’energia pulita, che non è solo forza ma soprattutto intelligenza e capacità di far sì che la Natura diventi la nostra principale alleata. Gli hydrotour promossi dal Gruppo Dolomiti Energia sono perfetti per le famiglie poiché si snodano in percorsi didattici con simulazioni interattive e allestimenti multimediali che aiutano a comprendere quanta conoscenza si nasconde dietro l’accensione di una semplice lampadina!

Sull’onda dell’emozione

Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer1 Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer23

Personalmente non avevo ancora capito come facessero a galleggiare le navi. Hanno provato a spiegarmelo in molti, tra amici e conoscenti, eppure era un concetto che non mi entrava in testa, poiché restava astratto. Ma dopo aver vissuto l’esperienza dell’hydrotour – un’ora e quaranta minuti, letteralmente volati – i concetti astratti hanno preso forma concreta nella mia testa, ed ho finalmente capito alcune regole base della Fisica. Questo è il grande plus della Centrale Idroelettrica di Riva del Garda: vedere, e non solo imparare a memoria, gli effetti delle leggi fisiche.

Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer6 Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer7

Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer22 Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer20

Sperimentarle, capirle e acquisirle partendo anche solo da un video che racconta in modo molto chiaro il ciclo dell’acqua. Alcuni pannelli poi, illustrano la potenza di questa energia pulita e rinnovabile, che nel solo Trentino nasce da ben 558 impianti idroelettrici!

L’Officina dell’Energia e La Sala Controllo

Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer9 Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer11

Coinvolti in un tour fatto di passaggi in enormi gallerie umide e sale con giganteschi macchinari, ci siamo letteralmente innamorati di due stanze, che hanno catturato la totale attenzione dei bambini. Due luoghi suggestivi, il primo per le spiegazioni scientifiche, il secondo per l’impatto scenografico ed emotivo.

Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer15 Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer12

Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer5 Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer3
Quali? E’ presto detto! Dove una volta sorgeva l’officina della Centrale oggi sorge l’Officina dell’Energia, una grande stanza azzurra con un interessante percorso didattico, di cui protagonista è un plastico composto da due laghi (uno posto in alto e uno in basso) uniti da tanti sentieri dove girano veloci piccoli mulini, spinti dalla forza dell’acqua. Nel lago più in basso c’è una coclea o vite di Archimede: una vite elicoidale che ruotando permette di sollevare l’acqua!

Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer18 Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer19
La seconda stanza invece, quella in assoluto più affascinante e sorprendente, è la Sala Controllo. Qui i bambini hanno visto, immersi nell’oscurità ridisegnata da un macchinario luminoso, la storia ed i personaggi della Centrale Idroelettrica, inaugurata nel 1929 alla presenza di Gabriele D’Annunzio. L’imponente palazzo fu realizzato in riva al lago su progetto dell’architetto Giancarlo Maroni.

Informazioni utili sulle visite guidate

Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer10 Centrale-Idroelettrica-Riva-del-Garda-Foto-Devid-Rotasperti-Photographer16

Tutti i percorsi possono essere anche in tedesco e in inglese. Il biglietto per le famiglie costa dai 15 euro (un genitore + fino a tre figli), ai 25 euro (due genitori + fino a tre figli). Fino ai 6 anni l’ingresso è invece gratuito. Per la visita nelle gallerie, dove la temperatura costante è di 12 gradi, è necessario indossare una felpa e calzature chiuse e comode.

Per le scuole il costo è invece di 5 euro a studente (8 euro per i progetti in collaborazione con MAG), mentre gli insegnanti entrano gratuitamente.
Con il motto “Spazio all’energia, largo alla meraviglia”, il Dolomiti Hydrotour si presenta alle scuole con diversi percorsi didattici, a seconda dell’età. Due le centrali coinvolte: la Centrale Idroelettrica di Riva del Garda e la Centrale Idroelettrica di Santa Massenza, con tour per le scuole primarie e le scuole secondarie di primo grado. Tra i percorsi didattici segnaliamo “Forza motrice” e “I domatori di elettroni”. In quest’ultimo, dedicato alle scuole secondarie, gli studenti potranno scoprire quanta elettricità utilizzano ogni giorno e quanto è complessa la gestione di un sistema che deve stare perennemente in equilibrio. Non mancano i percorsi didattici in collaborazione con MAG – Museo Alto Garda – dove gli alunni potranno conoscere le opere dell’architetto Giancarlo Maroni, oppure scoprire le potenzialità energetiche di vento, acqua e sole! E’ anche possibile co-progettare percorsi educativi e formativi, partendo dalle esigenze specifiche delle singole scuole.

Per maggiori Informazioni

Per info e prenotazioni chiamare lo 0461.032486 o scrivere a booking@hydrotourdolomiti.it
www.hydrotourdolomiti.it

 

Copyright: Familygo. Foto di Devid Rotasperti

Pubblicato in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi