Il gusto della nanna… al parco di Paneveggio, in Trentino

trentino-notte-parco-paneveggio-cover
Valentina Polati, autore di Family Go

Autore:

Tempo necessario: Weekend

Regalare lentezza ai propri bambini. Grazie alla magia di una notte ai piedi delle montagne più suggestive del Trentino, nella natura più silenziosa. Così l’esperienza della nanna al parco di Paneveggio ci porta all’incontro con la foresta di notte e con i cervi di giorno. Insieme a diversi laboratori stimolanti.

Esplorare una foresta di notte, in silenzio, e avvertire – se si è fortunati – gli spostamenti e i versi degli animali. Dormire in sacco a pelo dopo una favola magica e un bicchiere di latte caldo. Gustare poi al risveglio, a colazione, uno strudel fatto la sera prima con le proprie mani, e ancora sperimentare il contatto con i cervi, dando loro da mangiare le bucce di mele: tutte cose che hanno un sapore ancor più eccezionale se si hanno 6, o 7 anni, e se l’avventura è condivisa con mamma e papà. Senza televisione, senza telefonini e tablet, immersi nella natura. Sopra la testa, in alto, si stagliano le Pale di San Martino, imponenti, bellissime. Tutto attorno, la natura che sembra ancora selvaggia, ma è composta: tutto gioca in favore di un’esperienza speciale, che rimarrà nel cuore ma anche nella mente dei partecipanti. Ecco la nostra recensione.

Nanna al Parco di Paneveggio: dritte e consigli per la preparazione!

trentino-notte-parco-paneveggio-colazione      trentino-notte-parco-paneveggio-fattoria2

Per passare una notte al parco di Paneveggio (ma non fatevi un’idea strana, abbiamo dormito al caldo, sul pavimento in legno riscaldato del Centro Visitatori…) ci siamo preparati per tempo, seguendo alla lettera il ‘vademecum’ che gli organizzatori spediscono via mail. Cosa serve?

PER DORMIRE

Non ci sono letti né brandine, servono quindi materassini, di quelli che si usano in palestra, sacchi a pelo invernali, o coperta o trapunta, un cuscino se siete abituati al vostro, pigiama o tuta da ginnastica comoda, e tutto il necessario per l’igiene personale. Troverete dei bagni (due) dotati di water e lavandini, ma non una doccia. Oltre a tutto il necessario per dormire, ecco cosa dovete assolutamente portare: una torcia o frontalino (servirà anche per la passeggiata notturna!), delle pantofole o dei calzini antiscivolo. E poi, serve una buona dose di spirito di gruppo e voglia di adattarsi, perché si è lontani da ogni comfort, e anche il bagno è condiviso con molte persone. Una dritta? Noi abbiamo molto invidiato alcuni compagni di avventura che si erano portati i materassini gonfiabili, decisamente più comodi; ricordate che si dorme tutti insieme, grandi e piccoli, quindi scordatevi il silenzio, ma se ‘vi attaccate ai rumori’ (come me!) bastano un paio di tappi e la notte è… una passeggiata !

L’ABBIGLIAMENTO

Considerate le attività in programma, è consigliato un abbigliamento comodo e caldo al tempo stesso. Più strati in montagna non guastano mai: dalla maglietta a maniche lunghe, al pile, fino alla giacca a vento/piumino, una mantella per la pioggia… a seconda di come gira il tempo tutto può servire. Il classico abbigliamento a cipolla è la soluzione ideale! Ancora, un paio di scarponcini trekking (l’importante è che abbiano la suola non liscia). Ma attenzione perché di sera e al mattino i prati sono bagnati, portatevi quindi un cambio, sia di scarpe che di calzini.

trentino-notte-parco-paneveggio-merenda      trentino-notte-parco-paneveggio-cena-malga-canali

CENA E COLAZIONE

Sono a base di prodotti del territorio. La cena sarà a cura del Rifugio Passo Valles, mentre la colazione con i prodotti delle aziende agricole e agriturismi della Strada dei formaggi delle Dolomiti. Il tutto negli spazi della mensa del demanio Forestale, a due passi dal Centro Visitatori. Se voi o i vostri bimbi avete allergie o intolleranze alimentari, basta comunicarlo per tempo agli organizzatori, che verranno incontro alle vostre esigenze.

Una notte al Parco: tutte le attività per i bambini (e non solo)

trentino-notte-parco-paneveggio-passeggiata       trentino-notte-parco-paneveggio-malga-canali

Anche se si tratta di due giorni e una notte, le cose che si fanno sono molte, tutte divertenti e interessanti, non solo per i bambini! Dopo l’arrivo, il sabato pomeriggio, e la sistemazione di zaini e sacchi a pelo, Mauro, la guida del parco, ci porta alla scoperta del centro Visitatori in modo divertente e giocoso. A seguire si mettono subito le ‘Mani in pasta’, con un laboratorio goloso con le mele “La Trentina”. Prima di cena la passeggiata più suggestiva, al calar della sera, lungo il Sentiero Marciò tra ponti sospesi e tracce di animali. E se sarete fortunati potrete sentire anche il bramito del Cervo. Dopo cena ci si prepara per la nanna: pigiama , pantofole, un bicchiere di latte e miele o una tisana rilassante e una bella storia di montagna.

trentino-notte-parco-paneveggio-laboratorio      trentino-notte-parco-paneveggio-Villa-Welpserg

La Domenica tutti in piedi alle 7.30, perché la natura si sta già svegliando. Una sana colazione per iniziare al meglio la giornata con le torte fatte il giorno prima e via un altro laboratorio: in compagnia di Bruno del Caseificio di Primiero, i bambini realizzano un delizioso formaggio, la Tosèla, che poi porteranno a casa per cena, assieme a un simpatico diploma di ‘piccolo casaro’. Per finire, una passeggiata guidata tra abeti di risonanza, cervi, che sono ghiotti delle bucce di mele, e un ultimo laboratorio naturalistico per conoscere da vicino la Foresta dei Violini. L’avventura termina prima di pranzo, ma gli organizzatori possono indicarvi dove pranzare bene e con un trattamento di favore nelle vicinanze!

La Notte al Parco di Paneveggio si ripete due volte l’anno, indicativamente in primavera e autunno; gli appuntamenti del 2017 sono il 13-14 maggio in Val Canali a Villa Welsperg e il 14-15 ottobre a Paneveggio. Organizza l’associazione Strada dei formaggi delle Dolomiti e delle mele trentine. Dora e Francesca, le responsabili del progetto, staranno sempre con voi, e sono davvero bravissime e disponibili. Affidatevi a loro!

I dintorni di Paneveggio: se avete un po’ di tempo in più…

Poco lontano da Paneveggio si trova la Val Venegia, con il suo incantevole scenario tra i più amati delle Dolomiti. Potrete raggiungerla in auto (circa 5 minuti fino al parcheggio) e poi a piedi (circa 30-40 minuti) oppure noleggiando le biciclette elettrice o MTB (anche con seggiolino) al Centro Visitatori. Per maggiori info: www.parcopan.org

Per informazioni

http://www.sanmartino.com/IT/una-notte-al-parco-paneveggio

www.tastetrentino.it/NottealParco

 

Copyright: Familygo. Foto di sanmartino.com

Pubblicato in

Family Hotel

Vedi tutti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi